di Nicolas Patrini - 03 novembre 2019

Yamaha Tricity 300: pensato per la città

Grazie all’esperienza maturata con Tricity 125 e Niken, Yamaha amplia la gamma a tre ruote con un nuovo veicolo dotato di tecnologia LMW (Leaning Multi Wheel). Si tratta del Tricity 300, scooter pensato per il commuting urbano e guidabile con patente B

1/14

Yamaha Tricity 300

1 di 4

Yamaha presenta il nuovo Tricity 300 (guidabile con patente B compiuti i 21 anni di età), che va aggiungersi alla gamma 2020 dei veicoli dedicati all’utilizzo urbano. La caratteristica principale di questo nuovo scooter a tre ruote è quella di condividere il layout dell’avantreno con Tricity 125 e con la Niken. Il sistema di sospensione/sterzo LMW-Ackerman presenta un parallelogramma e una sospensione anteriore cantilever con due steli montati all'interno delle ruote anteriori. Per ottenere una facile manovrabilità e una buona stabilità, Tricity 300 presenta un interasse di 1.590 mm, una geometria di sterzo ottimizzata e una carreggiata di 470 mm; l’altezza dal suolo è di 130 mm. Queste dimensioni, unite a una distribuzione del peso anteriore-posteriore di circa 50:50 con pilota a bordo, assicurano un buon bilanciamento. Il telaio di nuova concezione è costruito con tubi di piccolo diametro e per ridurre al minimo le vibrazioni, il motore viene montato sul nuovo telaio con un sistema a leveraggi, per una guida fluida e confortevole.

Una delle caratteristiche stilistiche più significative di questo veicolo per la mobilità urbana è data dal frontale, con muso corto e cupolino snello e alto. I parafanghi anteriori in tinta abbracciano gli pneumatici a sezione da 120. Tricity 300 è equipaggiato con ruote da 14 pollici sia all'anteriore che al posteriore sviluppate in collaborazione con Bridgestone e, pur condividendo lo stesso battistrada dello pneumatico da scooter Battlax, presentano un bilanciamento ottimizzato della rigidità insieme a una nuova mescola progettata per soddisfare i requisiti specifici di Tricity 300. L'adozione di ruote da 14 pollici sia davanti sia dietro ha permesso l'utilizzo di dischi da 267 mm su tutte e tre le ruote, offrendo una maggiore controllabilità della frenata. Oltre ad essere dotato di ABS, Tricity 300 è dotato anche del sistema Unified Braking System Yamaha che fornisce una forza frenante equilibrata a tutte e tre le ruote per un maggiore controllo.

1/14

Yamaha Tricity 300

Il nuovo Tricity 300 è spinto dal più recente motore Yamaha Blue Core, un monocilindrico 4 tempi SOHC di 300 cc, 4 valvole, raffreddato a liquido, che si basa su quello sfruttato dall’XMAX 300. Tricity 300 adotta setting dedicati per la mappatura dell'iniezione, mentre l'iniettore a 12 fori presenta un angolo di spruzzo ottimizzato che aumenta l'efficienza della combustione per una coppia corposa ai bassi e medi regimi. Le perdite di potenza sono ridotte grazie all'utilizzo di un sistema di lubrificazione a carter semi-secco e Tricity 300 è dotato di un albero motore forgiato monoblocco più leggero e compatto rispetto ai modelli tradizionali. Altre caratteristiche degne di nota di questo nuovo modello includono un termostato di tipo bypass per il sistema di raffreddamento, che contribuisce a velocizzare il riscaldamento del motore e a ridurre i consumi. Il nuovo Tricity 300 è dotato di controllo di trazione.

1/14

Yamaha Tricity 300

Una caratteristica chiave del nuovo Tricity 300 è il sistema Tilt Lock Assist, che offre una maggiore praticità aiutando il veicolo a rimanere in piedi quando è fermo. Questo sistema è dotato di pinza e freno a disco montati sul braccio superiore a parallelogramma del meccanismo LMW. Quando il sistema Tilt Lock Assist è attivato, l'attuatore elettrico della pinza spinge le pastiglie sul disco e blocca il leveraggio del parallelogramma. Non appena viene ruotato l'acceleratore di Tricity 300, il sistema Tilt Lock Assist si disinserisce automaticamente, consentendo al pilota di ripartire agevolmente e senza sforzo.

Il sistema di Tricity 300 Tilt Lock Assist è completamente separato dalle funzioni di sospensione, rendendo più facile e confortevole spingere in avanti o indietro il mezzo durante il parcheggio. Contribuendo a mantenere temporaneamente il Tricity 300 in posizione eretta, il sistema Tilt Lock Assist facilita anche il posizionamento del veicolo sul cavalletto centrale durante il parcheggio.

1/14

Yamaha Tricity 300

Sotto la sella c'è un ampio vano portaoggetti che può ospitare due caschi integrali o un casco integrale e una borsa, e lo scomparto è dotato di illuminazione interna a LED. Un freno di stazionamento assicura il veicolo parcheggiato, mentre il tappo del serbatoio e l'apertura della sella possono essere facilmente sbloccati premendo un pulsante, oltre a una presa DC per caricare e alimentare vari dispositivi. Tricity 300 è inoltre dotato di Smart Key: finché il pilota ha con sé la chiave, può eseguire tutte le operazioni principali tramite il pulsante multifunzione. Questo include l'accensione o lo spegnimento, l'avviamento e l'arresto del motore e lo sblocco del manubrio, della sella e del coperchio del serbatoio del carburante. Infine, il nuovo tre ruote di Yamaha è dotato di strumentazione LCD, progettata per fornire tutte le informazioni necessarie. Ci sono un tachimetro digitale, un contagiri a barre, un orologio, un odometro, un contachilometri e altro ancora. Agli angoli del quadrante si trovano le spie che indicano l'ABS, lo stato del sistema Tilt Lock Assist, il TC e la temperatura ambiente, con una spia che si accende sotto i 3 °C.

Tricity 300 sarà disponibile in tre colori: Tech Kamo, Icon Grey, Gunmetal Grey.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Ultimi articoli