Nuovo Honda Forza 350: più potenza e dotazione arricchita

L’aumento della cilindrata di 51 cc porta con sé una velocità massima più elevata e maggiore potenza. Tanti i ritocchi estetici e funzionali pensati anche per garantire migliore comfort. Due le versioni: base e Deluxe, quest’ultima dotata del nuovo sistema Honda Smartphone Voice Control System

1/27

1 di 7

Honda toglie i veli al Forza 350, presentato insieme al 125 e al 750. L’aumento di cilindrata di 51 cc si traduce in una potenza di picco più elevata, che passa da 25,2 a 29,2 CV (21,5 kW), ma soprattutto in una spinta più sostenuta su tutto l’arco di giri, garantendo un’accelerazione più rapida e una velocità massima effettiva più elevata, pari a 137 km/h. Ovviamente il nuovo Forza 350 è omologato Euro 5. Gli aggiornamenti sul piano estetico e aerodinamico riguardano i fianchi anteriori della carenatura, gli specchietti retrovisori, i pannelli laterali del codone e il carter della trasmissione, il tutto mirato a un look nel complesso più slanciato con una nota premium più marcata; il telaio è rimasto invariato, ma è ora collegato a un forcellone più leggero mentre il parabrezza regolabile elettricamente offre un’escursione extra di 40 mm per una migliore protezione. Pur mantenendo il conosciuto layout, anche il quadro strumenti è stato rinnovato, per offrire ora al conducente del Forza 350 la possibilità di collegare il proprio smartphone tramite Bluetooth grazie al nuovo sistema Honda Smartphone Voice Control System, disponibile in Italia sulla versione Deluxe. Nel vano portaoggetti anteriore una presa di ricarica USB sostituisce la precedente 12V.

Il Forza 350 2021 sarà disponibile nei seguenti colori: Pearl Nightstar Black; Matt Pearl Pacific Blue; Pearl Cool White; Matt Cynos Gray Metallic; Pearl Falcon Gray.

Il nuovo motore Euro 5 eSP+ (enhanced Smart Power+) del Forza 350 unisce caratteristiche di sostenibilità ambientale a prestazioni elevate grazie all’adozione di tecnologie per la riduzione degli attriti. Con una cilindrata extra di 51 cc (aumentata a 330 cc rispetto ai precedenti 279 cc), la potenza di picco dell’unità monoalbero (SOHC) a 4 valvole raffreddata a liquido, passa da 25,2 CV (18,5 kW) a 29,2 CV (21,5 kW) a 7.500 giri/min, con una coppia massima di 32 Nm a 5.250 giri/min (rispetto ai precedenti 27,2 Nm a 5.750 giri/min). Gli effetti sulle prestazioni reali sono evidenti: la velocità massima effettiva tocca i 137 km/h e, partendo da fermo, il Forza 350 copre i 200 metri in 10,4 secondi, ben 0,7 secondi meno del precedente modello.

L’incremento di cilindrata è stato ottenuto aumentando le misure di alesaggio e corsa da 72x68,5mm a 77x70,7 mm. Invariato il rapporto di compressione pari a 10,5:1. Per sfruttare al massimo l’aumento di cilindrata, la lunghezza e i tempi di alzata delle valvole sono stati ottimizzati. Rispetto al modello precedente, la chiusura delle valvole di aspirazione e l’apertura/chiusura delle valvole di scarico sono state ritardate di 5°. Restano invece invariati i tempi di apertura delle valvole di aspirazione. Infine, su entrambi i fronti è stata aumentata l’alzata di 0,3 mm.

L’albero motore, anch’esso ridisegnato, è ora il 10% più leggero. Un risultato ottenuto senza apportare modifiche alle dimensioni dei perni di banco, pur conservando la resistenza e la rigidità necessarie a erogare una potenza maggiore. La distribuzione con bilanciere a rullo, nuovi resistenti cuscinetti del perno di banco e carter sigillati garantiscono grande affidabilità e prestazioni costanti. Per ottimizzare il raffreddamento del pistone viene spruzzato un getto di olio sulla sua parte sottostante, il che permette di anticipare i tempi di accensione e migliorare l’efficienza della combustione. La capacità totale olio è di 1,7 litri.

Un sistema di aspirazione rivisitato vede le dimensioni del corpo farfallato passare da 34 a 36 mm e le valvole di aspirazione passare da 27 a 28 mm, con un incremento apprezzabile in termini di efficienza. L’aria è aspirata tramite un airbox da 5,5 litri. Anche i condotti di aspirazione e scarico hanno subito un completo rifacimento. Nel condotto di aspirazione fluisce l’aria in modo più efficiente, sfruttando un moto vorticoso migliorato verso l’interno del cilindro per una combustione del carburante più omogenea. I gas combusti vengono espulsi attraverso un condotto di scarico rettilineo, anziché curvo come nella configurazione precedente, migliorando ulteriormente l’efficienza. Per ridurre la resistenza all’uscita dei gas di scarico, il nuovo silenziatore è costituito da due camere distinte, anziché tre. Ulteriori migliorie al collettore, oltre che alle dimensioni e all’ubicazione del catalizzatore, migliorano il flusso e la purificazione dei gas.

L’attrito interno è ridotto grazie all’uso di un cilindro disassato di 5 mm, all’introduzione della catena di distribuzione con tenditore idraulico e all’impiego di una pompa di recupero. Quest’ultima, utilizzata tipicamente sui motori ad alte prestazioni, abbassa la pressione interna al motore, riduce l’agitazione dell’olio e diminuisce le perdite da pompaggio oltre all’attrito volvente interno. Le vibrazioni sono ulteriormente ridotte da un contralbero di nuova adozione. La frizione centrifuga automatica aziona la trasmissione V-Matic (con rapporti impostati per una rapida reazione alle basse velocità e una pronta accelerazione) e la trasmissione finale a cinghia. In occasione della profonda rivisitazione del motore, che lo fa entrare di diritto nella gamma dei propulsori eSP+ da alta efficienza, il carter frizione è stato ridisegnato per essere in linea con il look del nuovo Forza 350.

Come già il suo predecessore, anche il nuovo Forza 350 è dotato del controllo di trazione HSTC (Honda Selectable Torque Control). Il sistema rileva eventuali differenze tra la velocità della ruota anteriore e posteriore, calcola il rapporto di slittamento e poi controlla la coppia erogata dal motore attraverso il sistema di iniezione elettronica per recuperare l’aderenza dello pneumatico posteriore. Il sistema HSTC può essere disattivato tramite un interruttore posto sul blocchetto sinistro. Una spia con la lettera “T” sul cruscotto lampeggia quando il sistema sta attivamente gestendo l’aderenza. I consumi di carburante dichiarati da Honda si attestano su 30 km/l (nel ciclo medio WMTC); il serbatoio da 11,5 L offre quindi una potenziale autonomia di circa 340 km.

Il telaio è un tubolare in acciaio. Interasse di 1.510 mm, inclinazione del cannotto di sterzo pari a 26,5° e avancorsa di 89 mm, sono le misure caratteristiche. Il radiatore è collocato davanti al serbatoio carburante per centralizzare le masse, e per lo stesso motivo la batteria si trova tra il serbatoio e il vano sottosella. Il peso con il pieno è uguale a quello del precedente modello, 182 kg.

L’altezza della sella è di 780 mm e la posizione di guida è naturale, per un’eccellente visibilità a 360 gradi. La larghezza del manubrio è pari a 755 mm, con un frontale largo 580 mm e un ingombro trasversale di 860 mm con gli specchietti aperti.

La forcella telescopica con steli di 33 mm è associata a un forcellone ottenuto da un’unica fusione in alluminio; è stato ridisegnato ed è più leggero, con doppi ammortizzatori regolabili nel precarico molla su 7 posizioni.

Il cerchio anteriore in lega leggera da 15 pollici monta uno pneumatico 120/70-15, mentre sul cerchio posteriore da 14 pollici è installato uno pneumatico 140/70-14. Il disco anteriore è da 256 mm; il posteriore è da 240 mm. È presente l’ABS a due canali.

Le linee fluenti del nuovo Forza 350 prendono le mosse dal parabrezza a regolazione elettrica – controllato tramite un interruttore situato sul blocchetto sinistro – che presenta un profilo migliorato e +40 mm di extra corsa per un’escursione totale di 180 mm. Il parabrezza è concepito sia per offrire protezione – con il flusso di aria diretto attorno e al di sopra della testa del conducente – sia per ridurre le turbolenze provocate dalla velocità. Scolpito per ottenere efficienza stilistica e aerodinamica, la sportività trova espressione nel nuovo spoiler sottostante il faro anteriore, nelle rinnovate carenature laterali dal caratteristico design a “Z” e nella linea di demarcazione netta dei fianchi del codone, creando così un’estetica decisa e protesa in avanti. Le maniglie per il passeggero, ora in materiale plastico ad alta resistenza anziché in alluminio, sono 1,4 kg più leggere, a tutto vantaggio della centralizzazione delle masse e dell’agilità. E per un maggiore comfort a velocità sostenute, una più ampia feritoia sul frontale gestisce al meglio la pressione negativa davanti al conducente.

Il vano sottosella può ospitare due caschi integrali. Il vano portaoggetti anteriore è munito di serratura e ospita anche una presa di ricarica USB che sostituisce la precedente da 12V. L’impianto luci è full-LED. La strumentazione presenta un tachimetro e un contagiri analogici (con quadranti rivisitati) al centro dei quali è posto un display digitale commutabile in tre diverse modalità: 1) contakm totale, autonomia residua, consumo istantaneo; 2) contakm parziale, consumo medio, tempo di percorrenza; 3) temperatura ambiente e tensione batteria.

In versione Deluxe il Forza 350 è anche dotato del sistema Honda Smartphone Voice Control System, che permette al conducente di collegare il proprio smartphone al cruscotto e consente di gestire il volume per chiamate e musica. Per usufruire del sistema è necessario disporre di un casco con cuffie integrate o interfono e di connessione Bluetooth. La gestione di Honda Smartphone Voice Control System avviene dal blocchetto sinistro e dal cruscotto. Oltre a permettere di attivare il commutatore di contatto e l’apertura chiusura dei vani (anteriore, sottosella e sportello rifornimento), la Smart-Key del Forza 350 gestisce anche lo Smart-Top Box da 45 litri opzionale. Quando la Smart-Key si trova nella tasca del conducente, è possibile aprire il bauletto agendo solo su un comodo tasto, per poi bloccarsi automaticamente quando il conducente avvia il motore o, viceversa, si allontana dal veicolo. Per preservare il volume interno del bauletto, il meccanismo di blocco e chiusura è situato nella parte posteriore dello scooter. Gli indicatori di direzione anteriori e posteriori del Forza 350 sono dotati della nuova funzione di segnalazione della frenata di emergenza. Quando il modulatore ABS rileva una frenata intensa e improvvisa, le frecce lampeggiano ad alta frequenza per avvisare i conducenti degli altri veicoli di prestare massima attenzione.

La gamma di accessori originali Honda per il Forza 350 include:

  • Smart-Top Box da 45 litri
  • Portapacchi posteriore integrato
  • Borsa bauletto interna
  • Manopole riscaldabili
  • Allarme
MOTORE
TipoMonocilindrico, 4 tempi, 4 valvole (SOHC), raffreddato a liquido, EURO5
Cilindrata 330 cc
Alesaggio x corsa77 x 70,7 mm
Rapporto di compressione10,5:1
Potenza max29,2 CV (21,5 kW) @ 7.500 giri/min
Coppia max32 Nm @ 5.250 giri/min
Capacità totale olio1,7 L
ALIMENTAZIONE
CarburazioneIniezione elettronica Honda PGM-FI
Capacità serbatoio benzina11,7 L
Consumi30 km/l (ciclo medio WMTC)
IMPIANTO ELETTRICO
AvviamentoElettrico
Capacità batteria12V-8.6 AH
Potenza generatre ACG340W
TRASMISSIONE
FrizioneAutomatica centrifuga
Tipo di cambioCVT
Trasmissione finaleCinghia V-Belt
TELAIO
TypeTubolare in acciaio a semi-doppia culla
CICLISTICA
Dimensioni (LxLxA)2.140 x 755 x 1.470 mm
Interasse1.510 mm
Inclinazione cannotto26,5°
Avancorsa89 mm
Altezza sella780 mm
Altezza da terra135 mm
Peso con il pieno182 kg
Raggio di sterzata2,4 m
SOSPENSIONI
Tipo ant.Forcella telescopica con steli di 33 mm
Tipo post.Forcellone con doppio ammortizzatore regolabile nel precarico
RUOTE
Ant.15 pollici
Post.14 pollici
Pneumatico ant.120/70 R15
Pneumatico post.140/70 R14
FRENI
Tipo ABSA 2 canali
Ant.Disco di 256 mm, pinza a 2 pistoncini
Post. Disco di 240 mm, pinza a 1 pistoncino
© RIPRODUZIONE RISERVATA
Ultimi articoli