di Nicolas Patrini - 05 novembre 2019

Triumph dedica due Bonneville alla leggenda di Bud Ekins

La Casa di Hinckley lancia due edizioni speciali delle Bonneville T120 e T100 per celebrare la memoria di Bud Ekins, incona del mondo a due ruote californiano degli anni ‘60

1/11

Basate sulle Bonneville T120 e T100, le nuove edizioni speciali riprendono tutto lo stile classico e vantano un serbatoio con logo del “globo volante” californiano dipinto a mano. La vernice dedicata crea un contrasto di colori che non riguarda solo il serbatoio, ma anche il parafango anteriore. Il motore vanta dettagli in nero, gli specchietti sono minimal e le due Bonneville hanno un tappo del serbatoio dedicato. Trattandosi di edizioni speciali, ogni Bonneville “Bud Ekins” viene consegnata con un certificato di autenticità e un testo che racchiude un resoconto esclusivo della storia di Bud, firmato dall’Amministratore Delegato Triumph Nick Bloor e dalle figlie di Ekins, Susan e Donna. Oltre alla speciale colorazione bicolore, le special edition Bonneville hanno, sul fianco, il nome di Bud Ekins.

Non cambiano, invece, dal punto di vista tecnico, rispetto alle già esistenti T100 (qui il nostro test e le info sulla moto) e T120 (qui tutte le caratteristiche).

1 di 4
1/57

Triumph Bud Ekins Bonneville T120 Special Edition

1/41

Triumph Bud Ekins Bonneville T100 Special Edition

Nato a Los Angeles nel 1930, Bud Ekins imparò ad andare in moto a Hollywood Hills, affinando le proprie abilità nella guida in fuoristrada molto prima che potesse legalmente guidare. Grazie al continuo allenamento, ben presto divenne uno dei migliori piloti californiani dell’epoca. Da subito affezionato al marchio Triumph, non scelse solo di correre, ma anche di aprire una concessionaria per vedere le moto di Hinckley negli USA. Nel 1956 Ekins finì 2° nella corsa fuoristrada californiana “Big Bear” da 153 miglia; l’anno successivo vinse la gara. Il successo e le amicizie di Bud Ekins gli diedero l’occasione di collaborare con Hollywood come stuntman ed esibirsi in numerose riprese. Bud morì nel 2007 a Los Angeles.

1/14

Bud Ekins

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Ultimi articoli