di Beppe Cucco - 07 agosto 2019

Ecco la nuova Triumph Tiger "900” 2020

La nuova versione dell’enduro stradale media di Triumph si presenta completamente differente rispetto al passato. Motore, telaio, sospensioni, freni… tutto è stato aggiornato. Ecco le foto spia della nuova Triumph Tiger 800 (o 900?) 2020

1/17

Triumph Tiger 800 (o 900?) 2020

Tra i nuovi modelli Triumph, al fianco della nuova Daytona 765, ci sarà senza dubbio una nuova versione della Tiger 800, o meglio… 900? La moto è stata pizzicata per strada in Spagna durante gli ultimi collaudi e analizzando le immagini notiamo che resta invariato il layout del motore, a tre cilindri, ma che tutto intorno ad esso è nuovo. La nuova Tiger 2020 ha un nuovo telaio, sospensioni migliori, freni più performanti, elettronica avanzata, un nuovo look. Ma andiamo con ordine.

Vero che il motore rimane a tre cilindri, ma guardando per bene le foto sembra leggermente più grande dell’attuale (cambiano i carte, la coppa dell'olio...). A confermare ciò ci sono dei rumors che danno quasi per certo un aumento della cilindrata e della potenza. Va tenuto conto infatti che il prossimo anno entreranno in vigore le norme antinquinamento Euro 5, sempre più restrittive… Per cercare di limitare la perdita di potenza che inevitabilmente si verrebbe a creare adattando il "vecchio" propulsore all’Euro 5, il nuovo tre cilindri della nuova Tiger potrebbe passare dagli attuali 800 cc fino a quasi 900 cc (si chiamerà dunque Tiger 900?), portando la potenza da 95 a 105-110 CV.

1/17

Triumph Tiger 800 (o 900?) 2020

Il motore è imbullonato a un telaio completamente nuovo. Resta un traliccio in d'acciaio, ma è completamente differente dall’attuale, con tubi riposizionati e di diverso spessore, e ha il telaietto posteriore imbullonato anziché saldato. Nuove anche le pedane del passeggero, anch’esse imbullonate. Con il nuovo telaio si snellisce l’intera moto, che abbandona il grande radiatore centrale per lasciare il posto a due unità affiancate. Completamente nuovo anche il forcellone, che sembra realizzato per fusione in alluminio. Troviamo poi forcella Showa e monoammortizzatore WP; in alcune immagini è possibile vedere la ghiera per le regolazione del precarico, per cui, almeno su questa versione, niente sospensioni elettroniche. Per l’impianto frenante sono state scelte pinze Brembo, con le due anteriori di tipo radiale a 4 pistoncini.

Nuovo e più moderno il look, contraddistinto all'anteriore da uno snello faro a LED, più elegante rispetto all’attuale. Anche il faro posteriore e le frecce sono a LED. La strumentazione è composta da uno schermo TFT a colori che, molto probabilmente, sarà dotata di tecnologia Bluetooth per la navigazione, il controllo della musica e l’interazione con GoPro (già presente attualmente su altri modelli della Casa di Hinckley).

Molto probabilmente quella catturata nelle foto è solo una della versioni della nuova Triumph Tiger 900, quella che potrebbe prendere il posto dell’attuale Tiger 800 XCx, la versione più orientata all'off-road con cerchi a raggi e anteriore da 21”. Facile aspettarsi anche una versione XRx con cerchi in lega con ant. da 19 e, come ora, anche le versioni XRT, XCA e la "Low", con sospensioni ad escursione ridotta e sella ribassata.

Non ci resta che aspettare il Salone di Milano per saperne di più.

1/17

Triumph Tiger 800 (o 900?) 2020

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Ultimi articoli