Nuova Honda XL750 Transalp: le prime foto spia

La nuova Honda XL750 Transalp è stata pizzicata su strada. Le foto spia confermano il motore bicilindrico parallelo. I cerchi sono a raggi, con l’anteriore da 21”. Il look riprende quello delle sorelle adventure della Casa di Tokyo

1/5

Honda XL750 Transalp 2023 (Photos: Jean-Baptiste Rozain / Madpik photographie / Actumoto.ch) 

1 di 2

Nuova Honda XL750 Transalp 2023: dopo le prime indiscrezioni sulla moto, ecco spuntare anche le prime foto spia. Le immagini arrivano dai colleghi svizzeri di Actumoto.ch, che hanno immortalato la nuova adventure della Casa di Tokyo -probabilmente- durante il phoshooting per la cartella stampa.

Ovviamente dati ufficiali ancora non ce ne sono, ma i primi rumors circolanti dicono (e le foto lo confermano) che la nuova XL750 Transalp sarà spinta da un motore bicilindrico parallelo con una manovella di fase a 270° e intervallo di accensione simile a quello di un bicilindrico a V di 90°. Lo stesso motore, probabilmente settato diversamente, che avrà la nuova Hornet 750: qui potete ascoltarne il sound. La nuova XL750 Transalp 2023 sarebbe così una moto che andrebbe a posizionarsi nel segmento delle enduro stradali di media cilindrata, al momento lasciato scoperto dalla Casa di Tokyo, e a competere con moto del calibro di Aprilia Tuareg 660, BMW F 750 GS, Yamaha Ténéré 700 e KTM 890 Adventure.

1/5

Honda XL750 Transalp 2023 (Photos: Jean-Baptiste Rozain / Madpik photographie / Actumoto.ch) 

Le foto ci mostrano poi una moto dalla linee non troppo aggressive, con grafiche che riprendono le moto degli anni '80, un bell’anteriore protettivo, coppa paramotore, protezioni tubolari e la sella in un unico livello. I cerchi sono a raggi, con l’anteriore da 21” e il posteriore presubilmente da 18". Vediamo poi forcella a steli rovesciati, monoammortizzatore posto in posizione centrale e forcellone in alluminio. L'impianto frenante sfrutta tre dischi con profilo a margherita, all'anteriore troviamo pinze assiali.

Al momento non ci sono informazioni ufficiali in merito alla data di presentazione, ma con la Hornet 750 attesa per i saloni autunnali ci aspettiamo che la nuova XL750 Transalp faccia il suo debutto poco dopo.

Presentata al Salone di Colonia del 1986, la Transalp XL600V, con il suo bicilindrico a V di 583 cc, si può oggi considerare una instant classic, una moto cioè che a dispetto di tempo, mode e gusti, sfidava le leggi del mercato restando fondamentalmente sempre uguale. Quando i primi esemplari sbarcano in Italia nel marzo del 1987, i listini delle Case non erano digiuni di moto ambivalenti. La Transalp aveva quindi di che misurarsi con validi prodotti e con meccaniche più o meno simili, ma il suo successo è stato notevole. Conta senz’altro il fatto che sul serbatoio c’era il marchio Honda, ma la Transalp ci ha messo anche tanto di suo. La cilindrata di 583 cc era un favorevole input psicologico per tutti coloro che non amavano salire con i cc: neofiti, motociclisti “di ritorno”, utenza femminile. Dal 2000 poi la cilindrata è stata portata a 650 cc, e dal 2007 la moto è stata proposta come XL 700 V, di 680 cc. La produzione della Transalp è terminata poi nel 2012, ma ora la moto sembrerebbe proprio pronta a tornare….

1/15 Dopo una storia ultra ventennale la Honda Transalp si rinnova, declinandosi in chiave maggiormente stradale.

I video di MOTOCICLISMO

Guarda tutti i video di MOTOCICLISMO >>
© RIPRODUZIONE RISERVATA