di Nicolas Patrini - 06 novembre 2018

Addio Honda CBR650F, arriva la nuova CBR650R

La nuova CBR650R sostituisce la CBR650F nella gamma Honda. Oltre a un nuovo look, la sportiva di Tokyo si caratterizza per alcuni aggiornamenti alla ciclistica, per un minor peso e vede l'arrivo di un motore più potente. La nuova CBR650R è disponibile anche in versione con potenza massima di 35 kW
1/15 Honda CBR650R 2019

1 di 6
La nuova CBR650R sostituisce la CBR650F nella gamma Honda. Oltre a un nuovo look, il motore a quattro cilindri in linea di 650 cc gira ora a regimi più elevati e offre 4 CV in più di potenza e una coppia maggiore a tutti i regimi, coadiuvato dal controllo di trazione HSTC (Honda Selectable Torque Control) e dalla nuova frizione assistita e con antisaltellamento. Il peso complessivo si riduce di 6 kg rispetto al modello uscente determinando un miglioramento dell’8% del rapporto peso/potenza. Ulteriori novità riguardano la forcella, ora una Showa SFF a steli rovesciati di 41 mm, le pinze freno a 4 pistoncini ad attacco radiale e la nuova strumentazione LCD con retroilluminazione negativa. La nuova CBR650R è disponibile anche in versione con potenza massima di 35 kW per i possessori di patente A2.

Sul mercato italiano la nuova CBR650R 2019 è disponibile nei seguenti colori: Grand Prix Red, Mat Gunpowder Black Metallic.
La nuova CBR650R non dimentica l’indole sport-touring della sua progenitrice, ma si presenta con un look sportivo più accentuato. La carena lascia in vista il motore e il codino corto è un elemento stilistico di spicco. La posizione in sella è più caricata sull’anteriore grazie ai semimanubri fissati sotto la piastra di sterzo. L’equipaggiamento prevede l’impianto luci Full-LED, compresi gli indicatori di direzione, e il nuovo quadro strumenti LCD a retroilluminazione negativa dotato anche di indicatore della marcia inserita e spia Shift-Up di cambiata. Il peso con il pieno si riduce a 207 kg (- 6 kg rispetto alla CBR650F), grazie alle modifiche apportate a telaio, serbatoio, ciclistica e pedane. La forcella è una Showa SFF (Separate Fork Function) rovesciata da 41 mm, l’impianto frenante si avvale di dischi flottanti di 310 mm con pinze radiali a 4 pistoncini e i nuovi cerchi ultraleggeri in alluminio pressofuso sono a 5 razze sdoppiate anziché 6. Più performante anche il motore: grazie al nuovo sistema di aspirazione e scarico, alla fasatura della distribuzione rivista e al maggior rapporto di compressione, eroga 95 CV, il + 5% rispetto al motore della precedente “F”, e allunga fino a 12.000 giri, con una risposta più corposa ai medi regimi. Infine, la nuova CBR650R è dotata anche di frizione assistita e con antisaltellamento, che diminuisce lo sforzo sulla leva. È presente il controllo di trazione HSTC (Honda Selectable Torque Control), che impedisce il pattinamento della ruota posteriore in accelerazione.
Il motore DOHC a 16 valvole da 649 cc è stato “riempito” ai medi regimi e potenziato di un + 5% sopra i 10.000 giri/min, con possibilità di allungare fino a 12.000 giri, regime al quale è sprigionata la potenza massima di 95 CV (la coppia massima è di 64 Nm a 8.500 giri/min). Chi lo desidera, può avere la CBR650R 2019 in versione depotenziata a 35 kW per guidarla con la patente A2.

Le valvole del propulsore sono azionate direttamente dall’albero a camme e rendono la testata compatta; alesaggio e corsa sono invariate, 67 x 46 mm, ma cresce il rapporto di compressione da 11,4 a 11,6:1 grazie alla camera di scoppio ottimizzata per accogliere pistoni di nuovo disegno. Tutta la distribuzione, compresa la fasatura, è stata adeguata per garantire l’affidabilità richiesta dalle maggiori prestazioni e l’accensione può ora contare su candele all'iridio. Come in precedenza, i pistoni hanno mantello asimmetrico per ridurre gli attriti. Le canne dei cilindri presentano una superficie che disperde meglio il calore migliorando il raffreddamento e riducendo il consumo d’olio, con il secondario effetto di massimizzare l’affidabilità del motore. Il sistema di distribuzione è mosso da una catena con riporto al vanadio sugli ingranaggi che riduce le perdite per attrito. L'estesa rete di passaggi interni dell'acqua dalla testata ai cilindri permette inoltre di eliminare gran parte dei manicotti esterni.

La CBR650R 2019 è equipaggiata con un sistema di aspirazione dinamica dell’aria composto da doppi canali frontali, che convoglia l’aria in pressione verso l’airbox in maniera migliore rispetto al singolo condotto centrale della precedente CBR650F. Il collettore dell’impianto di scarico è ora di diametro maggiore (passa da 35 a 38,1 mm) per far fluire una quantità maggiore di gas. Il motore a 4 cilindri in linea della CBR650R sfrutta una struttura interna compatta, con cambio verticale a sei rapporti e disposizione del motorino di avviamento alle spalle della bancata cilindri, inclinata in avanti di 30°. La nuova frizione assistita con antisaltellamento permette cambiate con uno sforzo sulla leva ridotto del 12% e mantiene la ruota a terra anche durante le scalate più repentine. In accelerazione, invece, l’introduzione del controllo di trazione HSTC (Honda Selectable Torque Control), migliora la sicurezza, soprattutto sui fondi viscidi, ma può essere disattivato tramite l’apposito comando. I consumi dichiarati dalla Casa sono pari a 20,4 km/l nel ciclo medio WMTC, ed assicurano un’autonomia di oltre 300 km sfruttando il serbatoio da 15,4 litri di capacità.
Il design della CBR650R vede al frontale un nuovo gruppo ottico sdoppiato dalle estremità rivolte verso l’alto richiama lo stile della Fireblade, mentre l’elemento posteriore compatto conferisce un look più muscoloso al retrotreno. La posizione di guida della nuova CBR650R è sportiva, grazie ai semimanubri posizionati 30 mm più avanti e più in basso rispetto alla precedente CBR650F. Anche le pedane sono state riposizionate, arretrate di 3 mm e rialzate di 6 mm. L'altezza da terra della sella resta di 810 mm.

Il telaio in acciaio con struttura a diamante della CBR650R è rinnovato rispetto a quello della precedente “F”. Le nuove piastre del perno del forcellone sono stampate (anziché forgiate) e le modifiche consentono un risparmio di 1,9 kg. Inoltre, le travi ellittiche sono ora più rigide intorno al cannotto e più flessibili nelle sezioni discendenti, per assecondare la nuova forcella. Il serbatoio è stato ridisegnato.

Il reparto sospensioni vede una forcella a steli rovesciati Showa SFF (Separate Fork Function) da 41 mm e un ammortizzatore posteriore regolabile nel precarico molla su 7 posizioni che lavora vincolato direttamente al forcellone in alluminio a bracci differenziati.

Nuovo l’impianto frenante, con dischi flottanti da 310 mm e pinze a 4 pistoncini ad attacco radiale. Al posteriore una pinza a pistoncino singolo agisce su un disco da 240 mm. Tutti nuovi anche i cerchi ultraleggeri, ora a 5 razze sdoppiate, che calzano performanti pneumatici nelle misure 120/70 ZR17 all’anteriore e 180/55 ZR17 al posteriore.
La gamma di accessori originali Honda per la CBR650R include:
  • Cambio rapido Quickshifter
  • Paraserbatoio
  • Presa 12V
  • Manopole riscaldabili
  • Cover monoposto
  • Borsa serbatoio
  • Borsa per sella Stickers ruote.
PROPULSORE
Tipo 4 cilindri in linea, 16 valvole DOHC, raffreddamento a liquido
Cilindrata 649 cc
Alesaggio x corsa 67 x 46 mm
Rapporto di compressione 11,6 : 1
Potenza massima 95 CV (70 kW) / 12.000 giri/min
Coppia massima 64 Nm / 8.500 giri/min
Capacità olio 2,7 litri
ALIMENTAZIONE
Tipo Iniezione elettronica PGM-FI
Capacità serbatoio carburante 15,4 litri
Consumi 20,4 km/l (ciclo medio WMTC)*
IMPIANTO ELETTRICO
Avviamento Elettrico
Capacità batteria 12 V / 8.6 Ah
Potenza alternatore 370 W
TRASMISSIONE
Frizione Multidisco in bagno d’olio
Tipo di cambio 6 marce
Trasmissione finale Catena sigillata con Oring
TELAIO
Configurazione A diamante in acciaio
CICLISTICA
Dimensioni (L x L x A) 2.130 x 750 x 1.150 mm
Interasse 1.450 mm
Inclinazione cannotto di sterzo 25,5°
Avancorsa 101 mm
Altezza della sella 810 mm
Altezza da terra 130 mm
Peso in ordine di marcia 207 kg (con pieno di benzina)
SOSPENSIONI
Anteriore Forcella Showa SFF da 41 mm
Posteriore Monoammortizzatore con regolazione del precarico
RUOTE
Anteriore A 5 razze sdoppiate in alluminio pressofuso
Posteriore A 5 razze sdoppiate in alluminio pressofuso
CERCHI
Anteriore 17M/C x MT3.5
Posteriore 17M/C x MT5.5
PNEUMATICI
Anteriore 120/70 ZR17M/C (58W)
Posteriore 180/55 ZR17M/C (73W)
FRENI
Tipo ABS A due canali
Anteriore Doppio disco flottante da 310 mm con pinza a 4 pistoncini e pastiglie in metallo sinterizzato
Posteriore Disco da 240 mm con pinza a pistoncino singolo
STRUMENTAZIONE E LUCI
Strumentazione Tachimetro digitale, contagiri digitale a barre, doppio contachilometri parziale, indicatore livello carburante, orologio, indicatore marcia inserita, indicatore shift up di cambiata, trip computer consumi Sistema di sicurezza HISS Luci Full LED

*Dati ottenuti da Honda nelle condizioni di test standard prescritte dalla metodologia WMTC. I risultati possono variare a seconda dello stile di guida, dello stato di manutenzione del veicolo, delle condizioni meteo e della strada, della pressione degli pneumatici e del carico. I test sono stati condotti utilizzando una versione base del veicolo, con il solo pilota a bordo e senza accessori opzionali aggiuntivi. Tutte le specifiche sono provvisorie e soggette a modifica senza preavviso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA
Ultimi articoli