BMW R 12, nuova piccola cruiser "in arrivo"

Le voci che giravano su un interesse da parte di BMW di realizzare una cruiser più piccola, sembrano venir confermate dalla registrazione del nome R 12 proprio da parte della casa tedesca. La R 18 vedrà l’arrivo di una sorellina?

1/14

C’è un grandissimo fermento nel mondo delle due ruote, sia tra quelle reali (con i lanci stampa e gli arrivi presso le concessionarie) sia nel mondo dei brevetti. Tra un disegno depositato e un nome registrato ad attirare l’attenzione degli addetti ai lavori è la sigla R12 addebitata a BMW, che a metà febbraio ha ricevuto l’ok dalla EUIPO, Ente Europeo per lo sfruttamento delle proprietà intellettuali, tra cui il nome di possibili modelli di moto.

Questa è una sigla che richiama il mondo delle moto tedesche del passato (c’è stata una R12 tra 1935 e il 1942, la prima ad adottare una forcella telescopica) perfettamente in linea nelle forme e nella filosofia al concetto di heritage che da tempo sta caratterizzando la casa di Monaco di Baviera e che andrebbe a fare il paio con la già esistente famiglia di R18, le power-vintage-cruiser spinte dal bicilindrico boxer da 1.802 cc e ispirate alla R 5 del 1937: come questa, anche la R 12 del passato utilizzava un telaio rigido in tubi di acciaio a “doppio anello”, al cui centro batteva un due cilindri boxer con trasmissione cardanica a vista.

Al di là di come fosse realizzata la moto di allora, di questa R 12 odierna, oltre al nome, non si sa ancora nulla: non ci sono né disegni né schizzi improvvisati o stilizzati di quella che potrebbe essere l’erede della R 1200 C con cui tra la fine degli Anni 90 e i primi 2000 BMW tentò la scalata, con poco successo, nel segmento delle cruiser.

Certo, bisogna ammettere che la presenza del “12” nel nome fa subito pensare che la futura cruiser potrebbe andare ad allargare verso il basso la famiglia delle heritage da viaggio utilizzando lo stesso boxer da 1.170 cc raffreddato ad aria/olio Euro5 che spinge le R nineT: con i suoi 109 CV e 116 Nm, e - si spera - con dimensioni più contenute, sarebbe la perfetta risposta all’arrembante ritorno di Harley-Davidson nel mondo delle “piccole”, che da poco ha lanciato la Nightster, erede delle fortunate Sportster 883 e 1200.

Una cosa è quasi certa, questa fantomatica R 12 non arriverà a breve: per la R 18, che vedete nelle foto in apertura, si è dovuto aspettare circa due anni.

I video di MOTOCICLISMO

Guarda tutti i video di MOTOCICLISMO >>
© RIPRODUZIONE RISERVATA