di Beppe Cucco
04 February 2022

Le novità Honda 2022

Tra le novità Honda 2022 c'è l'ADV350, ma anche la CBR1000RR aggiornata e la sua versione 30° Anniversario, la nuova NT1100, le migliorate CB500 e il ritorno del Monkey e del Super Cub. Ecco i nuovi modelli della Casa di Tokyo

1/20

Honda ADV350 2022

1 di 17

La famiglia degli scooter "adventouring" si allarga con l'arrivo della versione "tremmezzo", l’ADV350. L'estetica è ispirata a quella dell'XADV750 (che in parte ha guidato anche la matita che ha disegnato la NT1100) ma molto più spigolosa, muscolosa e aerodinamica con lo scudo frontale caratterizzato da un doppio gruppo ottico a LED.

Rispetto al fratello maggiore il nome perde la "X" ma la propensione allo sterrato non pare inferiore, anzi: il manubrio è da moto così come la forcella a steli rovesciati da 37 mm con doppia piastra di sterzo e una corsa di 125 mm, che fa il paio con un telaio in tubi di acciaio e una coppia di ammortizzatori con corsa da 130 mm. Le ruote hanno un design inedito a cinque razze sdoppiate con misure di 120/70-15" e 140/70-14" e pneumatici scolpiti. Il motore arriva dal Forza 350, con il monocilindrico da 330 cc che eroga 29,2 CV e 31,5 Nm. La potenza non è irresistibile ma è lo stesso presente il controllo di trazione. Nella dotazione di serie ci sono anche il parabrezza regolabile, la presa USB-C, il display LCD con connettività smartphone e la Smart Key, il sottosella da due caschi integrali. In Italia sarà in vendita nella sola versione con bauletto centrale da 50 lt di serie.

DISPONIBILITÀ: già in vendita

PREZZO: 7.240 euro c.i.m.

1/12

Honda ADV350 2022

L’Honda X-ADV è il maxi-scooter bestseller del mercato italiano. Per il 2022 la base tecnica rimane invariata (per tutti i dettagli vi rimandiamo al nostro articolo di presentazione), ma lo scooter ricev tre nuove colorazioni, che sono:

  • Mat Ballistic Black Metallic
  • Mat Iridium Gray Metallic
  • Harvest Beige

DISPONIBILITÀ: già in vendita

PREZZO: 12.740 euro c.i.m.

1/6

Honda X-ADV 2022

Nella gamma Honda delle ‘Neo Sports Café’ torna la CB300R, rinnovata. La 300 cc era infatti l’ultimo modello della gamma alla quale mancava l’omologazione Euro 5, ma ora la Casa di Tokyo ha aggiornato anche questo modello, che arriva così a completare la famiglia. Il motore è il monocilindrico a 6 marce con distribuzione bialbero a 4 valvole, raffreddato a liquido, da 286 cc. Per quanto riguarda il propulsore, la novità 2022, oltre all’Euro 5, è l’adozione di una frizione assistita e con antisaltellamento. Nuovo anche lo scarico, basso e con uscita sul lato destro, è dotato di un terminale con fondello ridisegnato. La potenza massima di 31,1 CV (29,9 kW) è erogata a 9.000 giri/min, mentre la coppia massima è di 27,5 Nm a 7.750 giri/min. La moto si può quindi guidare con patente A2.

Il telaio in acciaio è associato a una nuova forcella Showa SFF-BP (‘Separate Function’ Big Piston) a steli rovesciati da 41 mm e a un monoammortizzatore regolabile nel precarico su 5 posizioni. L’impianto frenante si avvale all’anteriore di un disco flottante senza flangia da 296 mm con pinza a 4 pistoncini ad attacco radiale, al posteriore c’è un disco da 220 mm con pinza a pistoncino singolo. L’ABS a due canali lavora con centralina IMU. Gli pneumatici sono da 110/70 R17 all’anteriore e 150/60 R17 al posteriore.

La strumentazione è di tipo digitale LCD e mostra: velocità, contagiri, livello carburante e temperatura liquido di raffreddamento, con le spie di servizio collocate nella parte superiore. Per il nuovo modello 2022 è presente anche l’indicatore della marcia inserita. Di serie troviamo poi luci full LED

Il peso complessivo con il pieno di benzina è di 144 kg, con un bilanciamento 49,6/50,4% ant/post. L’angolo di sterzo sia a destra che a sinistra è di 40° e il raggio di sterzata di 2,3 metri. La sella, che ha un nuovo rivestimento, si trova a 799 mm da terra. Il serbatoio è da 10 litri.

DISPONIBILITÀ: già in vendita

PREZZO: 5.540 euro c.i.m.

1/98

La CBR-1000RR si prepara al nuovo anno portando con sé alcune novità tecniche sviluppate per accrescerne il piacere di guida sia in strada sia in pista. A cambiare, infatti, è il quattro cilindri in linea da 1.000 cc, che conferma i suoi 217 CV a 14.500 giri/ min di potenza e i 112 Nm a 12.500 giri/min di coppia massima, ma riceve modifiche al rapporto di compressione (cresciuto), ai condotti di aspirazione, all'airbox, alla mediana del sistema di scarico e alla trasmissione finale più corta, per generare una maggiore spinta ai medi regimi.

Variano, poi, le impostazioni del controllo di trazione e dell'acceleratore elettronico. Non cambia lo scheletro, con il doppio trave in alluminio che fa coppia con il anch'esso in alluminio. Sulla CBR base le sospensioni Showa sono completamente regolabili, mentre sulla versione SP forcella e mono sono a gestione elettronica. Gli equipaggiamenti elettronici comprendono la piattaforma inerziale a 6 assi, i tre riding mode, l'ABS e il controllo di trazione di tipo cornering, il launch control, l'antimpennamento, la gestione del freno motore e della potenza motore, con il quickshift (ed anche le pinze freno Bremo) prerogativa della sola versione SP. Solo rossa la CBR1000RR base; rosso e nero con cerchi oro e versione 30° anniversario per la SP.

DISPONIBILITÀ: n.d.

PREZZO: n.d.

1/9

Honda CBR1000RR-R Fireblade 2022

Per il 2022 Honda aggiorna la CBR1000RR-R. La versione SP, che si differenzia dalla “standard”, per la presenza di sospensioni elettroniche Öhlins, freni Brembo e cambio quickshifter di serie, riceve le stesse modifiche tecniche apportate alla sorella. Modifiche che riguardano motore, trasmissione, elettronica, aerodinamica, scarico e impianto frenante. Per tutti i dettagli vi rimandiamo all’articolo dedicato, qui vediamo le nuove colorazioni per la versione SP.

Per la SP 2022, alle già conosciute colorazioni ‘Grand Prix Red’ e ‘Mat Pearl Morion Black’, ora entrambe con grafiche ritoccate e cerchi color oro, si affianca la nuova livrea “Pearl Glare White” 30° Anniversario, in tributo alla prima CBR900RR FireBlade del 1992. E se il design vi sembra familiare un motivo c’è: la nuova “Tricolour” 2022 è disegnata da Hiroaki Tsukuifu, il responsabile della livrea originale della prima CBR900RR. Questa versione ha cerchi neri e, oltre alla livrea heritage, presenta anche loghi “30th Anniversary” su cover serbatoio, scarico Akrapovič in titanio e smart-key. Anche il cruscotto TFT all’avvio fa un’animazione diversa dalle altre, con il logo ad hoc, un’animazione ad “anello di fuoco”. Ogni esemplare della Honda CBR1000RR-R 2022 “Pearl Glare White” 30° Anniversario presenta poi il suo numero progressivo seriale inciso al laser sulla piastra superiore di sterzo.

DISPONIBILITÀ: n.d.

PREZZO: 28.240 euro c.i.m.

1/12

Honda CBR1000RR-R Fireblade SP 2022 30° Anniversario

Con la NT1100 Honda ha cercato di miscelare gli aspetti del mondo crossover e quello delle stradali pure. L’influenza delle enduro stradali è evidente nelle forme “ibride” del frontale piuttosto verticale, su cui spiccano il parabrezza regolabile (con deflettori a protezione delle mani) e il gruppo ottico a LED e con sistema DRL automatico. Gli indicatori di direzione si disattivano automaticamente e “lampeggiano” nel caso di frenate d’emergenza. La gestione dei flussi d’aria è demandata ai deflettori presenti sulla parte frontale della carrozzeria. Il telaio a semi-doppia culla in tubi di acciaio con telaietto posteriore in alluminio, fa il paio con sospensioni Showa ad escursione maggiorata per gli standard di una stradale pura: 150 mm sia per la forcella a steli rovesciati non regolabile sia per il mono settabile nel precarico molla tramite un pratico pomello.

Il reparto freni vede all’anteriore una coppia di dischi da 310 mm con pinze freno ad attacco radiale Nissin. Il motore è il twin parallelo derivato dall'Africa Twin da 1.084 cc, 102 CV e 104 Nm di coppia: è gestito tramite cinque riding mode, mentre legati alla piattaforma inerziale ci sono l’ABS di tipo cornering, il controllo di trazione e l’anti-impennata. Le manopole riscaldabili sono di serie, mentre dall'Africa Twin arriva anche lo schermo TFT da 6,5". Nella versione DCT il peso sale da 238 kg a 248 kg.

DISPONIBILITÀ: già in vendita

PREZZO: 14.540 euro c.i.m.; 15.540 per la versione con DCT

1/106

Per l’SH350, uno degli scooter a ruote alte più apprezzato di sempre, non sono arrivate modifiche di rilievo, anche perché già per il 2021 ha ricevuto un importante restylting tecnico e stilistico. Di inediti arrivano giusto delle colorazioni e gli abbinamenti cromatici delle livree "Sporty", caratterizzate dal logo e dai cerchi verniciati in nero e con su un adesivo rosso. Quindi, le livree Sporty grigio scuro e grigio chiaro vanno ad affiancare il bianco, il nero, il rosso e l'argento.

Tecnicamente solo conferme: il monocilindrico a quattro valvole ha una cilindrata di 329,2 cc ed eroga 29,4 CV a 7.500 giri/min, una coppia di 32 Nm a 5.250 giri/ min e, a detta di Honda, dovrebbe avere un consumo medio di 30 km/l. La forcella ha steli da 35 mm mentre i due ammortizzatori sono regolabili nel precarico della molla. Pesa 174 kg e la sella è posta a 805 mm da terra. Full LED i gruppi ottici (gli indicatori di direzione posteriori hanno la funzione "lampeggio" nelle frenate d'emergenza), mentre tra la dotazione di serie ci sono la presa USB, la chiave Smart Key,

DISPONIBILITÀ: già in vendita

PREZZO: 5.940 euro c.i.m.

1/28

Honda SH350 2021

Entrambe le maxi enduro stradali della Casa di Tokyo, Africa Twin e Africa Twin Adventure Sports, ricevono piccole novità. Per quanto riguarda la versione base, la CRF1000L Africa Twin per intenderci, questa riceve finalmente il portapacchi in alluminio di serie, più nuove colorazioni, a partire dalla "Grand Prix Red", affiancata poi da un nero totale con telaietto rosso ("Mat Ballistic Black Metallic") e dalla più sportiva "Pearl Glare White", una combinazione di bianco- rosso-blu che, a dirla tutta, è fin troppo somigliante alla livrea della sorella CFR1000L Africa Twin Adventure Sports. Questa, oltre a una rivisitazione della livrea bianco-rosso-blu (che va ad affiancarne una seconda tutta nera, anche nel telaietto reggisella), riceve un parabrezza più basso, sempre regolabile in altezza.

Le due moto non cambiano da un punto di vista tecnico, confermando il motore a due cilindri frontemarcia da 1.084 CV, in grado di erogare 102 CV a 7.500 giri/min e una coppia massima di 105 Nm a 6.250 giri/min. Se il telaio a doppia trave in acciaio, il telaietto in alluminio, il forcellone anch'esso in alluminio, l'escursione di forcella e ammortizzatore (rispettivamente di 230 mm e 220 mm) e l'altezza sella (regolabile 850-870 mm) sono in comune, a caratterizzare la più "dotata" Adventure Sports sono le sospensioni a gestione elettronica Showa regolabili su quattro assetti preimpostati. Su entrambe, la piattaforma a sei assi permette di avere ABS e controllo di trazione di tipo cornering, l'antimpennata e sei riding mode.

DISPONIBILITÀ: entrambe già in vendita

PREZZO: da 15.240 euro c.i.m. per la Africa Twin; n.d. per la Adventure Sports

1/34

Honda Africa Twin 2022

La piccola crossover giapponese, la Honda CB500X, è equipaggiata con una inedita forcella a steli rovesciati da 41 mm non regolabili che fanno il paio con un forcellone alleggerito su cui lavora un ammortizzatore rivisto nella taratura. Le nuove tarature delle sospensioni cambiano anche la distribuzione dei pesi, spostando il carico leggermente verso l'avantreno. Al cambio ciclistico si affianca anche un impianto frenante più performante: al posto del singolo disco ora all'anteriore trovano posto una coppia di dischi da 296 mm. Le ruote confermano le misure di 110/80-19" e 160/60-17" ma sono più leggere. Il motore riceve nuove mappature per la centralina, ma conferma le sue prestazioni: 48 CV e 43 Nm di coppia massima. Sella a 830 mm da terra.

DISPONIBILITÀ: già in vendita

PREZZO: 7.490 euro c.i.m.

1/47

Honda CB500X 2022

Novità succose anche per la naked di famiglia, la CB500F, che riceve una nuova forcella a steli rovesciati da 41 mm non regolabili ma con una taratura più "robusta" rispetto alla precedente a steli tradizionali. Cambia anche la taratura del mono: con queste modifiche l'avantreno guadagna "peso" a favore di uno sterzo più preciso e maggiore agilità. Ci sono poi il forcellone alleggerito, le pedane in alluminio, il parafango ereditato dalla sorella CB650R e le ruote a cinque razze ad "Y" più leggere.

Il motore è lo stesso implementato sulle sorelle "X" e "R", aggiornato nelle mappature della centralina. Aggiornato anche il faro, che adotta un faro a LED più potente (novità presente anche sulle sorelle 500). Sella a 785 mm da terra.

DISPONIBILITÀ: già in vendita

PREZZO: 6.790 euro c.i.m.

1/47

Honda CB500F 2022

Come la sorella nuda e crossover, anche la sportiva mezzo di litro CBR500R sfrutta le stesse novità tecniche che ne alzano l'asticella della qualità del prodotto. Nello specifico, però sulla sportiva la forcella a steli rovesciati è stretta da nuove piastre di sterzo. Cambiano poi le pedane del pilota in alluminio e le ruote a cinque razze, che sono più leggere rispetto alle vecchie a sei razze. I pneumatici, invece, non variano nelle misure: 120/70- 17" all'anteriore e 160/60-17" al posteriore.

Rispetto alla versione precedente, la nuova CBR500R ha una distribuzione dei pesi diversa, leggermente più caricata verso l'avantreno a favore di una maggiore agilità. Non cambiano invece il peso della moto né il motore, sempre due cilindri da 48 CV a 8.600 giri/min e 43 Nm a 6.500 giri/min, che però ora è gestito da una centralina con nuove mappature. Sella a 785 mm da terra.

DISPONIBILITÀ: già in vendita

PREZZO: 7.490 euro c.i.m.

1/39

Honda CBR500R 2022

L'ammiraglia da viaggio che negli anni ha sempre più seguito la filosofia cruiser svela inedite cromie dedicate a tutte le componenti della famiglia. Quella che più colpisce, però, è la F6B (nel suo inedito blue satinato), la "bagger" riconoscibile non solo per la mancanza del voluminoso baule centrale, ma anche per il taglio "basso" della coda, caratteristica tipica delle moto americane.

A spingerla c'è un boxer a sei cilindri da 1.833 cc, in grado di erogare 126 CV a 5.500 giri/min e 170 Nm a 4.500 giri/min e che, da quanto dichiara Honda, registra un consumo medio di 18,2 km/l (ciclo WMTC), grazie anche alla presenza del sistema start&stop (solo nella nella versione con DCT). L'equipaggiamento di serie comprende quattro riding mode, il cruise control, il controllo di trazione, l'aiuto nelle partenze in salita, navigatore satellitare con bussola giroscopica.

DISPONIBILITÀ: già in vendita

PREZZO: 29.240 euro c.i.m.

1/2

Honda Gold Wing 2022

Tra le Gold Wing la “Tour” è la non plus ultra per dimensioni e per dotazione di serie, tra cui citiamo subito le valigie laterali (per un totale di 60 litri di capienza), il parabrezza regolabile elttricamente e la retromarcia. Per il 2022 aggiorna i colori: il bianco e il blue.

La si riconosce per il gigantesco baule posteriore da 61 litri che, oltre a contenere comodamente due caschi integrali, funge anche da schienale per il passeggero. Il cuore pulsante è sempre il boxer a sei cilindri da 1.833 cc, in grado di erogare 126 CV a 5.500 giri/min e 170 Nm a 4.500 giri/min e che, da quanto richiara Honda, registra un consumo medio di 18,2 km/l (ciclo WMTC). L'equipaggiamento di serie comprende poi quattro riding mode, il cruise control, il controllo di trazione, l'aiuto nelle partenze in salita, navigatore satellitare con bussola giroscopica.

DISPONIBILITÀ: già in vendita

PREZZO: 34.040 euro c.i.m.

1/2

Honda Gold Wing 2022

Torna la "scimmietta", la Monkey 125, forte del motore finalmente aggiornato alla Euro5. Il monocilindrico raffreddato da 124 cc ora eroga una potenza massima di 9,4 CV a 6.750 giri/min e 11 Nm a 5.500 giri/min di coppia massima. Ad aggiornarsi sono anche la rapportatura delle cinque marce del cambio (si allungano per far "riposare" il motore) e il reparto sospensioni: ci sono nuove molle per gli ammortizzatori.

Non cambia invece la forcella, sempre a steli rovesciati con una escursione di 100 mm. Il design è quello di sempre, ispirato ai primi modelli degli Anni 60 che scorrazzavano per le spiaggie californiane. Questo grazie anche ai grossi pneumatici montati su ruote da 12". Con la sella alta 775 mm, Honda dichiara una velocità massima di 91 km/h e un consumo medio pari a 66,7 km/l (nel ciclo WMTC).

DISPONIBILITÀ: già in vendita

PREZZO: 4.540 euro c.i.m.

1/52

Insieme al Monkey torna in listino anche il ruote alte ispirato allo storico antenato degli Anni 60, il Super Cub 125. L'aggiornamento tecnico più importante riguarda il propulsore: il monocilindrico raffreddato ad aria con cambio a quattro rapporti ora è omologato Euro 5 ed eroga 9,8 CV a 7.500 giri/min e una coppia di 10,4 Nm a 6.250 giri/min. Le prestazioni sono contenute, ma grazie al peso contenuto (110 kg in ordine di marcia) e agli pneumatici stretti (70/90-17 all'anteriroe, 80/90- 17 al posteriore) Honda dichiara ben 66,7 km/l nel ciclo WMTC.

Forme e stile sono rimasti invariati, mentre la colorazione "Mat Axis Grey Metallic", insieme alla sella rossa è un omaggio all'originale Cub del 1958. A proposito della seduta, questa è posta a 780 mm da terra e, rispetto alle versioni precedenti, adesso ha anche il sellino per il passeggero.

DISPONIBILITÀ: n.d.

PREZZO: 3.940 euro c.i.m.

1/61

La cruiser entry level di Honda, la Rebel 500, è una delle poche moto rimaste a portare avanti la filosofia cruiser in una fascia di mercato di piccola cilindrata. Per il 2022 si presenta con una inedita veste grafica "Pearl Organic Grey", che va ad aggiungersi alle già presenti "Graphite Black" e "Matte Axis Grey Metallic". Inoltre è affiancata anche dalla versione "Plus" equipaggiata con un coprifaro anteriore con funzione aerodinamica, soffietti in gomma a copertura degli steli forcella e una cucitura a "diamante" per la superficie della sella pilota (posta a 690 mm da terra).

Confermato il motore a due cilindri da 46 CV a 8.500 giri/min, 43 Nm a 6.000 giri/min di coppia massima e un cambio a sei marce con frizione antisaltellamento. Il telaio è a traliccio in tubi di acciaio, il mono è regolabile nel precarico molla. I gruppi ottici sono a LED.

DISPONIBILITÀ: già in vendita

PREZZO: 6.940 euro c.i.m.

1/6

Honda Rebel 500 2022

Aggiornata la gamma enduro della Casa di Tokyo, nello specifico la duemmezzo e la quattrocento, entrambe sviluppate sulla base ciclistica della top di gamma "450". Per quanto riguarda la prima, il motore guadagna coppia ai bassi regimi, mentre i nuovi radiatori ne permettono un più efficiente sfruttamento. La frizione è stata irrobustita (ora ha nove dischi) e il cambio è stato rinforzato e sfrutta anche una rapportatura rivista. Pesa 107,8 kg in ordine di marcia (-3 kg), mentre la forcella guadagna 5 mm di corsa. La "400" (413 cc per 113,8 kg in o.d.m.) riceve una taratura più rigida per la forcella, studiata per lavorare meglio con le geometrie del telaio. In più, il motore ha una nuova centralina che ne permette una maggiore sfruttabilità.

DISPONIBILITÀ: già in vendita

PREZZO: 10.840 euro c.i.m. per la CRF250RX; 11.640 euro c.i.m. per la CRF400RX

1/17

Honda CRF450R 2021

I video di MOTOCICLISMO

Guarda tutti i video di MOTOCICLISMO >>
© RIPRODUZIONE RISERVATA