04 November 2008

Novità BMW 2009

A Colonia BMW mostra la K 1300 in tre versioni: la gran turismo GT, la naked R e la intermedia sport touring S. La S è la più potente è ha 175 CV a 9.250 giri e una coppia massima di di 14,3 kgm a 8.250 giri.

K 1300 S







La K 1300 S è il modello più sportivo della Serie K. Il propulsore deriva da quello della sorella minore K 1200: è un quattro cilindri in linea trasversale, con bancata molto inclinata in avanti (55°), che permette di posizionare i condotti di aspirazione sopra il motore, in posizione favorevole, e di abbassare il baricentro della moto. La cilindrata del motore è cresciuta di 136 cc: dai 1.157 cc della K 1200 ai 1.293 della nuova. L’incremento della cubatura è stato ottenuto con l’aumento dell’alesaggio dei cilindri di 1 mm (da 79 a 80 mm) e con l’allungamento della corsa di 5,3 mm (da 59 a 64,3 mm). Il rapporto alesaggio/corsa meno superquadro va nella direzione di una migliore erogazione ai bassi e medi regimi.

La potenza dichiarata è di 175 CV a 9.250 giri (8 CV in più, 1000 giri più in basso rispetto alla 1200) e la coppia massima è di 14,3 kgm a 8.250 giri (1 kgm in più allo stesso numero di giri). La curva di erogazione consente di sfruttare oltre il 70% della coppia a partire da 3.000 giri. I pistoni sono nuovi e hanno un mantello più rastremato. Si appiattisce calotta della camera di combustione e il cielo del pistone ha un nuovo disegno. Il rapporto di compressione è di 13:1, come sulla 1200. I condotti di aspirazione sono stati rivisti e i cornetti di aspirazione sono stati progettati apposta per la K 1300 S. Il volume dell’airbox è di 10 litri Le valvole hanno un diametro di 32 mm (aspirazione) e di 27,5 mm (scarico).

La K 1300 S ha la lubrificazione a carter secco, mentre la frizione è a bagno d’olio. Il cambio è estraibile ed è equipaggiabile con il selettore elettro-assistito: il sistema elettronico, già montato sulla HP2 Sport, che consente al pilota di passare alla marcia superiore senza toccare la frizione o chiudere il gas, ma esclusivamente con il movimento del piede. L’alimentazione è ad iniezione elettronica, con centralina che rileva l’apertura della valvola a farfalla da 46 mm, parametri ambientali e dati della sonda lambda. Lo scarico è dotato di valvola parzializzatrice. La trasmissione finale, come da tradizione, è a cardano.

K 1300 R


K 1300 GT




BMW F 800 R


I video di MOTOCICLISMO

Guarda tutti i video di MOTOCICLISMO >>
© RIPRODUZIONE RISERVATA