di Giuseppe Cucco - 22 agosto 2015

Norton: al via il progetto di una supersportiva da 200 CV

La Casa inglese ha rilasciato i primi disegni e i dati di una nuova moto. Si tratta di una sportiva con motore V4 da 1.200 cc, carene in carbonio, sospensioni Öhlins, scarico in titanio e freni monoblocco Brembo. Info, foto e prezzo

Norton: al via il progetto di una supersportiva da 200 cv

I colleghi inglesi di Bikesocial hanno avuto un’interessante incontro con Simon Skinner, Responsabile Design di Norton. Da quell’appuntamento è emerso che la Casa britannica è pronta a lanciare sul mercato una supersportiva da 1.200 cc e... sono spuntati i primi disegni ufficiali (li trovate nella gallery). Motore V4 da 200 CV, sospensioni Öhlins, freni monoblocco Brembo, scarico con collettori in titanio… insomma, la nuova Norton promette davvero bene.

 

Il progetto prende vita

Simon non si tira indietro e ammette che per il loro nuovo lavoro hanno preso come punto di riferimento la Ducati 1299 (una delle protagoniste della nostra Comparativa maxi sportive). Il progetto della nuova “V4 1.200” (siccome la moto non ha ancora un nome definitivo la chiamiameremo così per il momento) era nella testa di Skinner fin dal 2008 (anno della rinascita del Marchio Norton), ma solo ora, con l’azienda in buona forma e un investimento di 9,9 mln di euro (di cui 5,6 forniti dal Governo, che la Casa dovrà restituire), il progetto è pronto a diventare realtà. A dire in vero, Skinner afferma che nei progetti della Casa c’è anche un nuovo motore bicilindrico parallelo da 650 cc e che questi due propulsori diventeranno le basi per le nuove motociclette Norton, nonostante ciò la Casa continuerà a produrre modelli con il classico motore da 961 cc raffreddato ad aria-olio, come ad esempio la Commando.

 

Norton punta in alto

Secondo le prime indiscrezioni, la nuova supersportiva Norton sarà spinta da un motore V4 a 72° da 1.200 cc di cilindrata, in grado di erogare una potenza di 200 CV, ma secondo quando dichiarato da Skinner, la Casa britannica non punterà tutto sulla potenza ma sulla guidabilità, sul carattere e sul design. Le carene saranno realizzate completamente in fibra di carbonio, in modo da alleggerire il peso della moto, ispirate dal look moderno di automobili come la McLaren P1 e la Aston Martin One-77, ma in linea con lo stile retrò tipico di Norton; e se il risultato finale rispecchierà il disegno, possiamo ammettere che hanno centrato l’obbiettivo! Il telaio sarà realizzato a mano, in alluminio aerospaziale con parti ricavate dal pieno. Per quanto riguarda la ciclistica troveremo sospensioni e monoammortizzatore Ohlins, quest’ultimo lavorerà in sincronia con un forcellone monobraccio (in carbonio o alluminio, il materiale non è ancora stato deciso); il serbatoio troverà posto sotto alla sella. La V4 1.200 sarà completata da cerchi in carbonio a cinque razze, scarico basso in titanio, luci full Led, strumentazione a colori e freni monoblocco Brembo. Non mancheranno controllo di trazione e ABS.

 

Due versioni previste

Skinner dichiara che il progetto partirà ufficialmente a dicembre, ma non si sbilancia sulla fine dei lavori, e che nelle loro intenzioni c’è quella di realizzare due versioni della moto: una “normale”, in vendita ad un prezzo stimato intorno ai 40.000 euro, e una “lusso”, che sarà in vendita ad un prezzo simile a quello della Ducati Superleggera (66.000 euro). Come detto, per dar vita al progetto Norton ha messo in gioco un investimento importante; questi soldi non verranno utilizzati solamente per la realizzazione della “V4 1.200”, ma l'investimento sarà utilizzato anche per creare 600 posti di lavoro nel Regno Unito: alcuni all’interno di Norton stessa, altri al British Motorcycle Manufacturing Association e almeno 300 lavoratori troveranno posto nella catena di approvvigionamento per costruire le nuove moto. Inoltre, Norton amplierà i propri stabilimenti di Donington, per far in modo che tutti i processi di fabbricazione, comprese le saldature e la verniciatura, vengano realizzati all’interno della fabbrica. Vi terremo aggiornati sugli sviluppi del progetto.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Ultime notizie news