SPECIALE SALONE EICMA 2021
Tutte le novità Casa per Casa

Nicky Hayden in SBK nel 2016, sulla Honda Ten Kate insieme a VD Mark

Dopo 13 stagioni nel Motomondiale (e il titolo MotoGP del 2006), Nicky Hayden torna alle origini: ha firmato con Honda per correre in SBK dal 2016 con la CBR1000RR Ten Kate (senza main sponsor...). A novembre i test invernali con la prima presa di contatto con la moto, mentre si attende il MY 2017, tutto nuovo. “È stato un bel percorso, ma ora è tempo di andare avanti e di provare qualcosa di diverso
 

Nicky e Michael sulle CBR1000RR SBK 2016

1/14 Nicky Hayden su una CBR 1000 stradale in occasione di un evento Arai
Honda ha annunciato la coppia di piloti che, nel team Ten kate, difenderà i colori del Costruttore nipponico nel Mondiale Superbike 2016. Dalla MotoGP arriva l’americano Nicky Hayden, che torna alle derivate di serie dopo oltre 200 corse, 28 podi, 3 successi in gara ed il titolo di Campione del Mondo 2006. Kentucky  Kid avrà come compagno il giovane, talentuoso e riconfermato olandese, Michael van der Mark. L'operazione di fatto non è sostenuta da un main sponsor, dato che Pata si affiancherà a Yamaha per il ritorno in SBK della Casa di Iwata, seguendo il francese Guintoli in sella alla R1. Ma ci pensa Honda Europa a finanziare il tutto, in attesa di trovare un marchio importantre da mettere sulle carene delle CBR1000RR. Le moto, per il 2016, restano le stesse di quest'anno, mentre si attende un nuovo modelo per il 2017. Sicuramente è uno dei motivi per cui Hayden (da sempre fedele a Honda) ha preferito la Casa giapponese all'Aprilia, con cui aveva comunque avuto dei seri contattti.
 

Nicky Hayden: con la SBK un ritorno alle origini

Nicky crece nel flat-track, dove corre dall’età di 3 anni, per poi passare all’asfalto in occasione del suo sedicesimo compleanno, a metà della stagione 1997. Nel 1998 vince la Supersport americana, e nel 2000 passa all’AMA Superbike. Due anni più tardi, nel 2002, diventa il più giovane vincitore del campionato, portando la Honda VTR1000SP (RC51) sul più alto gradino del podio all’età di 21 anni. Nel 2003 il debutto in MotoGP sulla Honda RC211V al fianco di Valentino Rossi (finisce al 5° posto), poi nel 2004 è compagno di Alex Barros (finisce 8°) e nel 2005 di Biaggi (finisce 3°). Nel 2006, infine, l’anno che lo vede trionfare sul diretto rivale Valentino Rossi e culmina con la vittoria del titolo Mondiale. Nel 2007 e nel 2008 continua il suo percorso con Honda ma con risultati non all’altezza delle aspettative (rispettivamente un 8° e un 6° posto finali) e, nel 2009, passa in Ducati, dove rimane fino al 2013 alternandosi al fianco di Stoner, Rossi e Dovizioso (miglior risultato il 6° posto finale nel 2010). Dal 2014 torna alla Honda, team Aspar, dove corre con una Open (16° alla fine del Campionato 2014) anche nel 2015 (qui alcune immagini della carriera di Hayden).
Il passaggio di Nicky Hayden in Superbike sarebbe “da primato” qualora il pilota americano riuscisse a vincere il Mondiale: si tratterebbe infatti del primo pilota ad aver conquistato il titolo sia in MotoGP che in Superbike (considerando altre classi, iridati in entrambi i "mondi" sono stati Kocinski, 250 1990+SBK 1997 e Biaggi, 250 1994-97+SBK 2010 e 2012). Una curiosa possibilità, certo, ma non una passeggiata per Nicky che, nonostante esperienza e capacità da vendere, dovrà vedersela con gli agguerriti talenti, uno su tutti Jonathan Rea, Campione del Mondo in carica 2015

Accanto a Nicky l’olandese Michael van der Mark

Compagno di squadra dell’americano nel 2016 sarà il riconfermato Michael van der Mark, uno dei più talentuosi giovani piloti della SBK. Il ventiduenne olandese condivide con Nicky parte del percorso, avendo anche lui corso dagli albori con Honda: prima vincendo il Campionato Europeo Superstock 600 nel 2012 e poi nel 2014 trionfando nel Mondiale Supersport. Van der Mark vanta inoltre due vittorie consecutive alla 8 Ore di Suzuka (2013 e 2014).
 

Le dichiarazioni dei piloti

Nicky Hayden: “Il mio prossimo passo è la Superbike con Honda! Sono davvero entusiasta, ovviamente di rimanere con Honda, in quanto è il costruttore con il quale ho avuto il maggior successo in carriera. Il Mondiale Superbike è un campionato che ho seguito molto da vicino da piccolo, quando erano tanti i piloti americani che si davano battaglia nelle prime posizioni. Credo che questo sia il momento giusto per questo passaggio, nonché il team adatto con cui farlo. So che avrò molto da imparare e che sarà una grande sfida, ma ho un gran desiderio di mettermi alla prova. Vorrei ringraziare tutti coloro che mi hanno dato il loro supporto attraverso la mia carriera MotoGP. È stato un bel percorso, ma ora è tempo di andare avanti e di provare qualcosa di diverso”.
 
Michael van der Mark: “Guardo già con attesa alla stagione 2016! Quest’anno siamo migliorati molto e credo che l’esperienza fatta su ogni tracciato mi farà da base per quello che viene. Negli ultimi due round la moto è migliorata molto e questo ci ha permesso di avvicinarci ai primi. Questo era il nostro obiettivo per la stagione. Il prossimo sarà ovviamente quello di ottenere una vittoria, ma sono fiducioso che il prossimo anno saremo in grado di lottare per questo. Sono felice che Nicky sarà il mio compagno di squadra il prossimo anno e credo che riusciremo ad imparare molto l’uno dall’altro nel corso della stagione”.

Il team comincerà i test invernali 2016 a novembre per quella che rappresenterà per Nicky la prima presa di contatto con la Honda Superbike.
 

Questo fine settimana tocca al Motomondiale: si corre in Giappone

Non dimenticate che questo weekend a Motegi correrà la MotoGP (cliccate qui per gli orari TV) e non dimenticate di giocare a FantaMOTOCICLISMO: fate il vostro pronostico sulle prime 5 posizioni della gara della classe regina e, a fine stagione, chi di voi avrà totalizzato più punti potrà diventare tester di Motociclismo per un giorno. 


CLICCATE QUI PER PARTECIPARE

I video di MOTOCICLISMO

Guarda tutti i video di MOTOCICLISMO >>
© RIPRODUZIONE RISERVATA