Il calore del motore può rendere sterili?

Un lettore ci scrive preoccupato in quanto ha il dubbio che il calore emesso dalle moto possa in qualche modo danneggiare l’apparato riproduttivo di un giovane. Ecco la risposta dell'urologo
1/25 BMW R 1200 GS Adventure 2014 prima della partenza per la comparativa maxienduro in Tunisia
Caro direttore, la precedente risposta sul calore della moto non mi ha proprio convinto: io sento sempre più persone che d’estate in città evitano l’uso della moto. E un mio amico medico e motociclista ha sollevato dubbi sull’influenza di tutto quel calore sull’apparato riproduttivo di un giovane: è solo un disagio o può causare danni?
Gianni Principato – email

La risposta dell'urologo

Caro Gianni, incuriositi dalla tua domanda, abbiamo interpellato il dottor Emanuele Longoni, chirurgo urologo dell’ospedale di Legnano (MI) e motociclista di lungo corso: “Ho moltissimi amici motociclisti che sanno che di professione sono urologo: nessuno di loro ha mai sollevato tale problema e in 25 anni di carriera non mi è mai capitato di visitare apparati riproduttivi maschili danneggiati dall’eccessivo calore emanato dalla moto. I testicoli sono all’esterno del corpo per restare a una temperatura più bassa dei nostri 36,6 °C”. Nessun allarmismo, quindi. Ma è cosa certa che il calore riduce la produzione di spermatozoi e che le moto, anno dopo anno, scaldano di media sempre un po’ di più.

I video di MOTOCICLISMO

Guarda tutti i video di MOTOCICLISMO >>
© RIPRODUZIONE RISERVATA