NCR M4 e One Shot: due naked maxisportive

La bolognese NCR ha mostrato in anteprima due nuovi modelli per il 2012: sono la M4, che è equipaggiata con un motore Ducati EVO 1100 elaborato per ricavarne una potenza massima dichiarata di 107 CV a 7.500 giri, e la M4 One Shot, che ha il Ducati EVO 1100 portato ad una cubatura di 1.200 cc, per ottenere una potenza massima dichiarata di 132 CV a 8.700 giri.

Ncr m4 e one shot: due naked maxisportive

San Lazzaro di Savena (BOLOGNA) – NCR M4 è l’ultima creazione del preparatore bolognese. Per il momento è omologata solo per la circolazione negli Stati Uniti, ma a breve sarà commercializzata anche in Europa e quindi in Italia. La NCR M4 parte da un motore di base Ducati EVO 1100 elaborato per portarlo a una potenza massima dichiarata 107 CV a 7.500 giri, con una coppia massima di 115 Nm (11,7 kgm). Si può avere anche la versione M4 One Shot, che è equipaggiata con il motore Ducati EVO 1100 aumentato di cubatura sino a 1.200 cc, per ottenere una potenza massima dichiarare di 132 CV a 8.700 giri e una coppia massima di 143 Nm (14,6 kgm). Il motore di 1.200 cc è assemblato con l'albero motore NCR ricavato dal pieno a corsa lunga, le bielle in titanio, la viteria in titanio ed la frizione anti-saltellamento NCR-EVR. La M4 pesa 130 Kg, batteria e olio inclusi, mentre la M4 One Shot pesa 126 Kg.

La M4 ha il telaio realizzato interamente in titanio da NCR, come il telaietto reggisella. Sono numerose le parti fabbricate in carbonio: serbatoio strutturale, cerchi, airbox, cupolino, parafanghi, struttura di sostegno dell'elettronica e radiatore dell'olio. L’impianto frenante è della Brembo e le sospensioni sono della Öhlins, sia all’anteriore, sia al posteriore.

Tutti i componenti elettronici sono compresi in un’unica unità e collegati con cablaggi in materiali utilizzati per la Formula 1. i connettori sono a sgancio rapido. L’interfaccia USB consente la messa a punto della mappatura della centralina con il computer. Agendo solo su due viti e un connettore si può trasformare interamente l'avantreno della moto passando dalla versione stradale, con gruppo ottico e strumentazione, a quella da corsa carenata. Intervenendo su cinque viti ed un connettore  possibile sostituire il telaietto posteriore in titanio con un reggisella strutturale in carbonio, disponibile sia in configurazione stradale, sia da pista.

Il prezzo indicativo per la M4 è di 40.000 euro (tasse escluse), mentre quello della M4 One Shot è di 60.000 euro (tasse escluse).

Per maggiori informazioni: http://www.ncrfactory.com/

I video di MOTOCICLISMO

Guarda tutti i video di MOTOCICLISMO >>
© RIPRODUZIONE RISERVATA