di Tarcisio Olgiati - 09 novembre 2016

MV Agusta Turismo Veloce 800 Lusso RC live ad Eicma 2016

Quarta MV Agusta in livrea “Reparto Corse”. La Turismo Veloce 800 Lusso RC completa la famiglia dopo F3, F4 e Dragster 800. Grafiche racing, carbonio, cerchi forgiati, dotazione di serie ricchissima (navigatore Garmin, valigie, sospensioni semiattive), ma soprattutto molte modifiche al motore, all'elettronica e alla componentistica. Serie limitata a 250 esemplari

Le quattro sorelle cattive

Come vi abbiamo raccontato, il piano industriale presentato da MV Agusta al Tribunale di Varese in vista del rilancio prevede la riduzione della produzione, che andrebbe a concentrarsi su moto di alta gamma e serie speciali. Il tutto abbinato alla razionalizzazione della gamma attuale e all’inevitabile adeguamento all’Euro 4 di tutti i modelli in listino. Il Salone di Milano è ormai alle porte, ma si cominciano a vedere i risultati di questa impostazione. In attesa delle novità più sostanziali che vedremo a Eicma (e ne vedremo…), si comincia dalle serie speciali. Precisamente dalla serie RC, che recupera l’eredità racing di una Casa che vanta 37 titoli iridati ed è impegnata nei mondiali SBK e Supersport. Delle F3F4Dragster 800 RC vi abbiamo parlato, ora è la volta del modello che in teoria meno di altri si presterebbe ad un restyling corsaiolo, la tourer Turismo Veloce 800 Lusso (qui le foto).

interventi globali

Anche la versione più raffinata ed accessoriata della moto che è stata tra le protagoniste della nostra comparativa sport tourer nelle Marche riceve infatti la livrea “race replica” (tiratura limitata a 250 esemplari) ispirata alle moto impegnate nei mondiali Supersport e SBK rispettivamente con Cluzel, Zanetti e Camier. Ma non si tratta solo di nuovo look, arrivano infatti alcune modifiche importanti al motore e all’elettronica, volte a migliorare ancor di più le caratteristiche che abbiamo riscontrato nella prova (leggerezza, agilità, erogazione, sound, maneggevolezza…).
Ciò che salta più all’occhio è però - e ovviamente - la nuova grafica, che comprende anche gli sponsor tecnici ed è abbinata a nuovi cerchi forgiati dal design simile a quelli impiegati sulla F4. Del pacchetto “RC” fanno parte anche i componenti in carbonio (parafango anteriore e spoiler di quello posteriore), ma un po’ tutta la moto è oggetto di varie modifiche, alcune che si vedono, come la sella del passeggero ridisegnata per essere più comoda, altre apparentemente invisibili ma che dovrebbero influire parecchio sul piacere di guida.

Più grinta, più comfort, più affidabilità

A rendere più fluida la guida contribuiscono il nuovo porta corona, mentre la Casa dichiara che il nuovo ancoraggio anteriore del motore ha permesso di aumentare la rigidità longitudinale della ciclistica, ottima notizia per chi da una MV Agusta si aspetta una dinamica comunque grintosa. A proposito del motore, il tre cilindri è stato oggetto di molte attenzioni: ridisegnato l’albero controrotante (meno vibrazioni e rumorosità), riviste le guide valvola (maggiore affidabilità); harmonic damper, tendicatena e nuovo ingranaggio della trasmissione primaria per ridurre la rumorosità meccanica. Il cambio guadagna nuovi ingranaggi, mentre il motorino di avviamento e gli ingranaggi collegati sono stati rivisti e migliorati per aumentarne l’affidabilità e la durata.

Elettronica migliorata

Agli affinamenti nella meccanica si affiancano gli interventi sulla piattaforma elettronica MVICS 2.0 (Motor&Vehicle Integrated Control System), sviluppata in esclusiva da MV Agusta e dotata di EAS 2.0 (Electronic Assisted Shift Up&Down, cambio assistito elettronicamente bidirezionale), oltre che di controllo di trazione regolabile su 8 livelli e disinseribile. Il primo miglioramento ha riguardato la gestione del controllo motore, con l’obiettivo di aumentare la regolarità dell’erogazione in tutte le condizioni. Di conseguenza sono state ridefinite le mappe motore (Turismo e Sport a potenza piena - 110 CV-, Rain a potenza limitata di 80 CV). Anche l’hardware è stato oggetto di significativi interventi, grazie alla revisione del Ride By Wire nelle sue numerose parti, per ottenere la massima sensibilità, prontezza nella risposta e facilità di gestione del comando.

Sospensioni semiattive

Della dotazione di serie della Turismo Veloce 800 Lusso fanno parte forcella e ammortizzatore Sachs controllati dall’elettronica sulla base dei parametri dinamici del veicolo. Le sospensioni semi-attive garantiscono il controllo continuo della risposta, in base a parametri di funzionamento definiti dall’algoritmo Skyhook, rivisto e adattato da MV Agusta alle peculiarità della Turismo Veloce.

Lusso in edizione limitata

Ricordiamo infine che la versione Lusso della Turismo Veloce ha le valigie da 30 litri di serie, come il navigatore Garmin, il cavalletto centrale, il parabrezza regolabile, la manopole riscaldabili, il cruise control, la doppia presa USB illuminata, la strumentazione TFT a colori… Per maggiori dettagli, consultate la scheda tecnica qui sotto. La produzione della Turismo Veloce 800 Lusso RC, limitata a 250 esemplari, partirà a dicembre 2016.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Le ultime news