Museo Morbidelli: le moto andranno all'asta

A seguito del mancato accordo con il Comune di Pesaro, gran parte delle moto presenti nel Museo di Giancarlo Morbidelli (oltre 350 pezzi rarissimi e pregiati) sono state portate in Inghilterra. Verranno vendute all'asta a fine aprile

1/26 Museo Morbidelli, Pesaro

Lo scorso luglio Pesaro ha perso uno dei suoi musei più importanti, quello che raccoglieva oltre 350 pezzi tra moto d'epoca, brevetti, motociclette che hanno vinto il Mondiale e parti uniche. La vicenda che interessa il Museo Morbidelli risale a febbraio 2019 quando, a causa di dissapori con gli enti locali che da anni promettevano di aiutare economicamente i proprietari e intervenire per permettere al pubblico di visitare la collezione, l’intero lotto di moto era stato messo in vendita. Nessuno si era fatto avanti per finalizzare l’acquisto e il proprietario, Giancarlo Morbidelli, da poco deceduto, aveva tenuto duro fino all’ultimo, sperando di veder nascere una nuova casa nella Motor Valley per la sua collezione. Una dimostrazione di interesse da parte del Comune aveva fatto sperare i cittadini di Pesaro, ma invano: trasportate in Inghilterra la scorsa estate, la maggior parte della collezione verrà venduta da Bonhams, casa d’aste inglese, il 25 e 26 aprile 2020. Alla famiglia Morbidelli restano solo le due ruote vincitrici dei titoli iridati (quelle di Pileri, Lega, Nieto e Bianchi) e le Morbidelli da GP.

Nella fotogallery qui sotto trovate le immagini che abbiamo scattato al Museo Morbidelli, prima che le moto venissero portate via.

1/26 Museo Morbidelli, Pesaro

I video di MOTOCICLISMO

Guarda tutti i video di MOTOCICLISMO >>
© RIPRODUZIONE RISERVATA