10 aprile 2013

Motomondiale: dal 2014 motori Moto3 a 68.000 euro e meno test

Deliberate le modifiche regolamentari che entreranno in vigore dal prossimo anno. Grossi cambiamenti tecnici per la Moto3 e pesante revisione ai test di tutte le classi GP. Comandamento assoluto: abbattere i costi

Motomondiale: dal 2014 motori moto3 a 68.000 euro e meno test

Aria nuova per i regolamenti dei campionati: dopo le nuove qualifiche introdotte da quest' anno nel Motomondiale (già testate nella prima gara in Qatar) e gli ultimi aggiornamenti alla Superbike, la Dorna ha definitivamente approvato le norme che sovrintendono alle gare delle classi GP. Due i diktat assoluti: contenere i costi e offrire maggiore chiarezza e professionalità nella gestione delle conseguenze medico/sanitarie degli incidenti di gara. Partendo da questi punti base, la commissione Grand prix, composta da Carmelo Ezpeleta (presidente Dorna), Ignacio Verneda (FIM Executive Director, Sport), Herve Poncharal (IRTA) e Takanao Tsubouchi (MSMA) in un meeting tenutosi il  4 aprile 2013 a Losail, ha deliberato le seguenti direttive.
 

REGOLAMENTO TECNICO

MOTOGP: ARRIVANO LE MOTO CLIENTI E I MOTORI IN LEASING
Il nuovo regolamento tecnico, effettivo dal 2014, approvato a Valencia e già annunciato, è stato confermato nella sua totalità. Questo anche a seguito delle negoziazioni positive tra Dorna e le Case costruttrici riguardo la fornitura di moto o motori addizionali per la classe MotoGP 2014 (ad esempio la fornitura dei motori Yamaha in leasing). Per ragioni di sicurezza, una differente tipologia di freno a disco potrebbe essere autorizzato dalla direzione di gara in alcuni tipi di circuiti. Attualmente solo Motegi.

MOTO3: MOTORI A COSTO FISSO 
È stato approvato il nuovo regolamento circa la fornitura dei motori. L’obiettivo è ridurre i costi del programma motori per i team e assicurare equità di performance tra motori forniti dallo stesso costruttore. Con effetto a partire dal 2014, i motori saranno forniti dall’organizzatore in tre momenti durante la stagione. I motori avranno un sigillo e saranno distribuiti dal direttore tecnico in ordine casuale diventando di proprietà del team, senza richieste di riconsegna per contratto di servizio. Quando un motore avrà completato il suo ciclo normale sarà rimpiazzato da un altro con sigillo e in totale i motori saranno sei. Al termine della stagione i sei motori potranno essere utilizzati per test o per essere rivenduti. Il costo fisso per il pacchetto motore è di 68.000 euro. La concessione per il rimpiazzo della catena di distribuzione dei motori Honda ad intervalli regolari, che include la rottura supervisionata dei sigilli, sarà estesa fino alla fine del 2014. A partire dal 2015, il  limitatore dei giri dei motori delle Moto3 passerà da 14.000 rpm a 13.500 rpm e non avverrà più la concessione per il rimpiazzo della catena di distribuzione.

REGOLAMENTO SPORTIVO
 

MOTOGP: TEST CONTATI
Nuove restrizioni circa i test verranno introdotte per la classe MotoGP dalla stagione 2014. Entreranno quindi in vigore da novembre 2013. Le nuove norme prevedono: una tre giorni di test ufficiali in un circuito europeo tra la fine del Campionato e il 30 novembre. Tre test di tre giorni ciascuno tra l’1 febbraio e il primo GP della stagione. Un massimo di tre test, di un giorno ciascuno, nel lunedì dopo l’evento deciso da Dorna/IRTA in Europa. Non sono permessi test tra l’1 dicembre e il 31 gennaio. I collaudatori, al contrario dei piloti regolari, potranno provare con scopo di sviluppo in ogni momento e in ogni circuito, utilizzando i set di gomme specifiche per test distribuite ad ogni team. Questo varrà anche per i piloti regolari dei team CRT, con l’obbligo di approvazione da parte della Direzione Gara di un circuito prima del test.
 

MOTO2 E MOTO3: TEST SU QUALSIASI CIRCUITO
Le modifiche per i test delle Classi minori del Motomondiale saranno validi dalla stagione 2014, con effetto da novembre 2013, e prevedono le seguenti tempistiche: in ogni circuito, con qualunque pilota, tra l’ultimo GP e il 30 novembre. Tre test ufficiali pre stagione, ma solo con piloti regolari, in circuiti europei nominati da Dorna/IRTA. I team potranno anche scegliere tra i circuiti dove si svolgono i Gran Premi o anche quelli dove non si corre il Motomondiale. Questa scelta sarà valida per i test a partire dall’1 febbraio, con qualunque pilota, ma non nei 14 giorni che precedono un evento Moto2/Moto3 nel circuito. I team potranno inoltre effettuare test durante i lunedì o martedì dopo eventi europei, quando tali giorni non siano richiesti dalla classe MotoGP. Non sono permessi test tra l’1 dicembre e il 31 gennaio.

CODICE MEDICO FIM
Le modifiche al codice medico FIM principalmente si riferiscono a definire con maggiore precisione ruoli e responsabilità del Capo ufficiale medico, del direttore medico e del rappresentante medico FIM  (ex osservatore medico FIM). Le modifiche ufficialmente riconoscono inoltre la presenza e il ruolo del Team Medico FIM World Championship GP. Tale squadra è formata da un gruppo di dottori con esperienza nella cura di forti traumi. Il loro ruolo è quello di fornire supporto e assistenza diretta ai lati della pista nel caso di gravi incidenti fino al trasferimento al centro medico o ad un ospedale. Il team avrà a disposizione veicoli per l’intervento rapido.

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA