Statistiche web

MotoGP Sachsenring 2024: Martin domina la Sprint ma cade in gara. Pecco nuovo leader del Mondiale

Jorge Martin vince la gara Sprint dettando un ritmo sorprendente, superando Bagnaia che nei primi giri ha tentato la fuga. Ad un soffio dalla doppietta in gara la domenica, lo spagnolo del Team Pramac cade e consegna la vittoria a Bagnaia, nuovo leader della classifica. Ottima rimonta per Marquez. Ecco il riassunto delle gare e la classifica finale

1 di 5
1/8

Nella gara del sabato al Sachsenring, Jorge Martin interrompe il dominio Bagnaia conquistando la vittoria grazie ad una gara perfetta, rimontando su Pecco e guadagnando margine. Al via il piemontese è scattato perfettamente al via ed è riuscito alla prima curva a portarsi al comando. Da lì ha subito cercato di guadagnare margine, ma non è mai riuscito a dettare un ritmo sufficiente a sconfiggere la foga di Martin. Dopo il soprasso dello spagnolo, Pecco perde anche la seconda posizione che viene conquistata dall'Aprilia Trackhouse di Oliveira, che chiude secondo davanti a Bagnaia.

Quarto Enea Bastianini, che come sempre mostra la sua miglior linfa nelle fasi finali della gara, con una buona rimonta dalla nona casella. E se parliamo di rimonte, non possiamo non citare quanto fatto da Marquez, che partito dalla tredicesima posizione ha chiuso in sesta piazza dopo un sorpasso all'ultima curva ai danni di Maverick Vinales, sormontato in volata per appena tre millesimi.

1/11

Pecco Bagnaia coglie la palla al balzo e vince al Sachsenring, dopo l'assist di Martin che scivola rovinosamente al penultimo giro mentre si trovava in testa, consegnando al numero 1 del team ufficiale Ducati non solo la vittoria, ma anche la leadership della classifica mondiale. Regalo di nozze per Bagnaia, che si sposerà proprio fra pochi giorni!

Un errore costato caro a Martin, che nonostante un gap di mezzo secondo su Bagnaia ha probabilmente dovuto guidare al suo massimo, incappando così nell'errore. Si avvicina anche Marquez, autore di una gara spettacolare in rimonta dalla tredicesima alla seconda posizione, nonostante il dolore al petto causato dalla scivolata del venerdì, dove Marc è stato lanciato nella ghiaia dalla sua Desmosedici a oltre 190 km/h. Chiude il podio il fratello di Marc, Alex, nonché compagno di squadra. Un trittico di tutte Ducati, che precede le altre due "rosse" di Enea Bastianini e di Franco Morbidelli.

Tra la gioia di Pecco anche il record di pilota più vincente con Ducati, superando il record di 24 successi fino ad ora imbattuto di Casey Stoner.

© RIPRODUZIONE RISERVATA