di Beppe Cucco - 19 febbraio 2020

"Con il ritiro di Rossi Dorna perderà molti soldi"

A pensarla così è Marco Melandri. L’ex campione del Mondo della 250 pensa che il ritiro di Rossi lascerà molti con “l’amaro in booca”, Dorna in primis. Nell’intervista si parla poi del confronto tra Valentino e i giovani piloti che oggi stanno crescendo in MotoGP e del futuro del Dottore

1/19 Valentino Rossi

Il 16 febbraio Valentino Rossi ha compiuto 41 anni e attualmente… il suo futuro in MotoGP è incerto. Il Dottore ha dichiarato infatti di voler disputare le prime gare del 2020 prima di prendere una decisione per le stagioni a venire. Questo anche a fronte dei risultati degli ultimi anni: nel 2019 ha conquistato solo due podi (Argentine e Texas) e la sua ultima vittoria risale ad Assen 2017. Quel che è certo è che per lui non ci sarà più spazio nel team ufficiale Yamaha, visto che le due M1 disponibili nel 2021 saranno affidate a Maverick Vinales e Fabio Quartararo. Se decidesse di continuare a correre, Rossi potrebbe quindi guidare una Yamaha Petronas.

Proprio in merito al futuro di Valentino Rossi ha parlato Marco Melandri in un’intervista rilasciata ai colleghi tedeschi di Speedweek.com. Ecco le parole dell’ex campione del Mondo della 250:

"Anche se è difficile da accettare, devi essere sincero con te stesso. Non è bello se continui a spingere, ma non riesci a migliorare. I piloti di oggi hanno 20 anni, sono di una generazione diversa. Hanno uno stile di guida diverso, una forma fisica diversa e una mentalità diversa. Quartararo non è mai stato eccezionalmente veloce nella sua carriera, ma ora ha la moto migliore per il suo stile di guida. Ora i suoi risultati sono esplosi. Nessuno sarà felice quando Rossi si fermerà. Meno di tutti i Dorna, alla quale Valentino porta molti soldi”.

Smettere è molto più difficile che continuare andando male. Il tuo vero avversario è il tempo, e non si può recuperare. Gli anni passano. Un pilota deve accettarlo, e allora la vita cambia”.

1/23
© RIPRODUZIONE RISERVATA
Ultimi articoli