Lorenzo: "Venerdì capirò se potrò correre"

Dopo l'infortunio della Thailandia Jorge Lorenzo risalirà in moto questo venerdì, per le prime libere del GP del Giappone. Dopo la sessione di prove il maiorchino valuterà se correre o meno
1/15 La caduta di Jorge Lorenzo nelle FP2 al GP di Thailandia
Negli ultimi minuti delle FP2 in Thailandia un già infortunato (in seguito alla caduta di Aragon) Jorge Lorenzo era stato disarcionato dalla sua Ducati ed era finito a terra in malo modo, procurandosi una piccola frattura del radio del polso sinistro che gli aveva impedito di partecipare alla gara di Buriram. A due settimane di distanza Jorge è volato in Giappone, per il GP di Motegi (qui gli orari TV), ma le sue condizioni fisiche non sono ancora al 100%.
"Sono già passati alcuni giorni da quando ho lasciato Buriram senza poter gareggiare e, anche se ora mi sento meglio dopo essermi allenato e riposato in Thailandia, nelle prime prove di venerdì dovrò capire quali saranno le mie sensazioni sulla moto" ha commentato Jorge Lorenzo, che quindi salirà in sella per le libere di venerdì e poi prenderà una decisione insieme ai medici. La sua intenzione però è chiara: vuole correre! "Voglio assolutamente correre in Giappone perché Motegi è uno di quei circuiti in cui penso che potremo fare davvero bene, e quindi spero che i postumi degli infortuni al piede e al polso non mi daranno fastidio".

Tra gli assenti al GP del Giappone ci sarà invece Nicolò Bulega, costretto a saltare la gara di Motegi per un incidente domestico.
1/11 Jorge Lorenzo a terra dopo la caduta nel primo giro del GP di Aragon

I video di MOTOCICLISMO

Guarda tutti i video di MOTOCICLISMO >>
© RIPRODUZIONE RISERVATA