28 agosto 2019

KTM: Pedrosa rifiuta. Sarà Kallio a sostituire Zarco?

Dopo il due di picche ricevuto da Pedrosa, KTM pensa di ingaggiare il proprio tester in vista della stagione MotoGP 2020. L’ipotesi di vedere Kallio tornare a correre nel mondiale non è remota

1/16

“Non abbiamo fretta di trovare un sostituto a Zarco, KTM ha già concluso con tre piloti molto forti: Pol Espargaro, Brad Binder e Miguel Oliveira. Non importa quello che decide Dani, accettiamo le sue decisioni”.

Queste le parole di Mike Leitner, ma è altrettanto vero che urge capire chi occuperà la sella del team ufficiale lasciata vacante da Johann Zarco. La prima, grande, ipotesi del team (come vi avevamo anticipato) era quindi quella di riportare Daniel Pedrosa alle corse, ma il pilota spagnolo ha declinato con gentilezza l’offerta (qui trovate cosa ha dichiarato). La palla passa quindi a Mika Kallio, promettente candidato e pronto a far stampare sulle carene della RC16 il numero 36:

“Sono pronto per una stagione agonistica. Finora non mi è stato chiesto, ma se ricevo una chiamata dall'Austria, non ci metterò molto ad accettare”.

D’altro canto, l’ipotesi di una “promozione” per Miguel Oliveira sembra essere lontana, malgrado la crescita dimostrata sembra che sia destinato a rimanere nel team satellite a fare esperienza. Mika Kallio contribuisce allo sviluppo della moto da quando la Casa austriaca è in MotoGP e più volte è stato impiegato come wild card con buoni risultati: potrebbe essere una valida alternativa, malgrado i suoi 36 anni, in vista dello sblocco dei contratti a fine 2020.

1/11
© RIPRODUZIONE RISERVATA
Ultimi articoli