di Beppe Cucco - 08 agosto 2019

Joan Mir salta il GP d’Austria

La caduta dei test di Brno ha provocato a Joan Mir un problema ai polmoni. Per questo motivo il pilota Suzuki non prenderà parte al GP del Red Bull Ring

1/21

Joan Mir è stato protagonista di una brutta caduta lunedì scorso durante i test di Brno. Il pilota spagnolo è stato subito soccorso in pista dai medici del circuito e poi trasportato al centro medico dove gli è stata diagnosticata una contusione polmonare. Per ulteriori accertamenti Mir è stato trasportato in elicottero all'ospedale di Brno, dove i medici hanno confermato la diagnosi iniziale.

Nonostante non abbia subito gravi lesioni, i suoi polmoni sono ancora infiammati e avranno bisogno di un adeguato riposo per recuperare. Date le sue condizioni, il Team Suzuki Ecstar e Mir hanno deciso di non correre alcun rischio, preferendo concedere tempo per il riposo e il recupero invece di provare a prendere parte al GP di Austria (qui gli orari TV). Nessun pilota prenderà il suo posto. Al suo ritorno in Spagna, prima di tornare a casa in Andorra per prendersi il tempo necessario per riposare e guarire, Mir si recherà alla Clinica Dexeus di Barcellona per ulteriori controlli. Il suo rientro dovrebbe avvenire a Silverstone, in programma a fine agosto.

Ecco il commento di Mir: "È un peccato perdere questa gara dopo l'incidente nei test di Brno. È stato un brutto incidente e mi hanno portato in ospedale per effettuare controlli più approfonditi, perché sono rotolato molto nella ghiaia e ho preso molte botte. All'inizio facevo fatica a respirare a causa di una contusione polmonare, ma passo dopo le mie condizioni sono migliorate e ora mi sento meglio. Ora andrò all’ospedale Dexeus, dove mi sottoporrò ad ulteriori controlli medici per essere sicuro che tutto vada bene, poi tornerò a casa per riprendere il mio allenamento. Peccato, perché mi sentivo molto bene con la moto e stavamo per completare un test fantastico. Ora devo pensare ogni giorno a recuperare per arrivare a Silverstone al 100%, perché voglio mantenere le sensazioni positive che provo ora sulla moto e continuare a crescere in questa categoria".

Davide Brivio, Team Manager Suzuki, ha aggiunto: “È un peccato che Joan non possa prendere parte al prossimo round in Austria, ma la cosa più importante è che recuperi nel modo giusto. Le sue condizioni stanno migliorando e fortunatamente non c'è niente di più grave, ha solo bisogno di tempo per riprendersi dopo l'incidente. Con il GP d'Austria così vicino dopo Brno, uno dopo l’altro, è troppo difficile per lui recuperare in tempo. Deve stare attento e vogliamo che torni solo quando sarà completamente guarito. Gli auguriamo tutto il meglio e lo aspetteremo".

1/20

Joan Mir - Team Suzuki Ecstar 2019 

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Ultimi articoli