SPECIALE SALONE EICMA 2021
Tutte le novità Casa per Casa

MotoGP Germania: Rossi in prima fila, pole a Marquez, Pedrosa ko

Nelle ufficiali al Sachsenring Dani dà forfait per una microfrattura alla clavicola e così si impone Marc davanti alla M1 di un acciaccato Crutchlow e a quella ufficiale di Rossi, che torna in prima fila. Ducati ancora in affanno

Motogp germania: rossi in prima fila, pole a marquez, pedrosa ko

Dopo le prove libere di questa mattina, è arrivata l’ovvia conferma: Dani Pedrosa salta le qualifiche del GP di Germania, ottava prova del Motomondiale 2013. A seguito della caduta, la TAC ha escluso danni al torace e alla testa ma ha rivelato una microfrattura alla clavicola sinistra. Rimane in forse per la gara di domani. Problemi anche per Andrea Iannone, incappato in una brutta caduta in fondo al rettilineo, arrivando "lungo" mentre cercava di impostare la curva 1. Per lui, tanto dolore e una lussazione alla spalla destra. Un altro infortunio che va a sommarsi a quello di Jorge Lorenzo, altro escluso “di lusso” dalla battaglia dopo la caduta di venerdì. Nonostante le defezioni importanti, domani c’è la gara (qui gli orari TV) e, se siete appassionati in cerca di divertimento, sappiate che è ancora aperto FantaMOTOCICLISMO. Il gioco è semplice: si tratta di indovinare i vincitori delle gare della MotoGP e SBK. Il migliore di voi diventa tester di Motociclismo per un giorno. Cliccate sul pulsante arancione per cominciare.




THE ITALIAN JOB
Tornando sul saliscendi tedesco, le qualifiche cominciano con la QP1 per stabilire i due piloti che potranno accedere alla sessione che conta. In pista troviamo solo CTR, ad esclusione della Ducati Pramac di Michele Pirro, che però finisce a terra negli istanti iniziali. Sono altri gli italiani protagonisti di questi primi 15 minuti. Il primo è Claudio Corti, che passa davanti a tutti al secondo passaggio, dimostrando di avere un buon ritmo fin da subito. Ben presto però viene passato da Danilo Petrucci che riesce a chiudere in prima posizione con 1’23”100. Sul finale del turno, Randy De Puniet prova ad impensierire i nostri portacolori ma l’aggancio non avviene: per il francese terzo posto e 52 millesimi di ritardo.

SI FA SUL SERIO
Dopo la breve pausa, si torna in pista per delineare la griglia di partenza. Apre le danze il padrone di casa, Stefan Bradl, seguito da Marc Marquez velocissimo da subito: al secondo passaggio, scende già sotto l’1’22. Ma non è l’unico ad “avere fretta” perché prima Valentino Rossi e poi Cal Crutchlow gli passano davanti, andando a piazzare le loro Yamaha in vetta alla classifica provvisoria. Mentre le Ducati ufficiali continuano a faticare, specialmente negli ultimi due settori della pista, restando appaiate nella parte bassa della classifica, Stefan Bradl va a complicarsi la vita con una scivolata causata da una piega decisamente esagerata.

MARQUEZ VOLA IN POLE
Primo pilota a tornare ai box è Rossi, forse memore delle passate qualifiche, dove perdeva troppo tempo nel cambio gomme. Al rientro, è Marquez che detta il ritmo passando in testa con un gran tempo, 1’21”311, che gli vale la pole. Dietro a lui, Crutchlow e Rossi, staccati di 49 millesimi, chiudono una prima fila racchiusa in 182 millesimi. Il pesarese, finalmente efficace anche al sabato, termina una qualifica in prima fila, dove latitava da troppo tempo. Quarto posto per Bradl seguito da Aleix Espargaro, autore della solita grande prestazione; in sella alla sua CRT, riesce a mettersi dietro le Ducati di Nicky Hayden, sesto e quella di Andrea Dovizioso, nono e davvero in difficoltà a 1'125 di ritardo. Ma le rosse di Borgo Panigale non sono le uniche MotoGP alle spalle di Espargaro. Infatti, in settima posizione c’è l’M1 di Bradley Smith seguita dalla RC213V di Alvaro Bautista.

Appuntamento ora con la gara di domani (orari TV).

MOTOMONDIALE 2013 SACHSENRING– MOTOGP: GRIGLIA DI PARTENZA
 

Pos.

Pilota

Moto

Tempo

Distacco

1

Marc MARQUEZ

Honda

1'21.311

 

2

Cal CRUTCHLOW

Yamaha

1'21.434

0.123 / 0.123

3

Valentino ROSSI

Yamaha

1'21.493

0.182 / 0.059

4

Stefan BRADL

Honda

1'21.862

0.551 / 0.369

5

Aleix ESPARGARO

ART

1'21.887

0.576 / 0.025

6

Nicky HAYDEN

Ducati

1'22.157

0.846 / 0.270

7

Bradley SMITH

Yamaha

1'22.297

0.986 / 0.140

8

Alvaro BAUTISTA

Honda

1'22.484

1.173 / 0.187

9

Andrea DOVIZIOSO

Ducati

1'22.561

1.250 / 0.077

10

Claudio CORTI

FTR Kawasaki

1'23.059

1.748 / 0.498

11

Danilo PETRUCCI

Ioda-Suter

1'23.361

2.050 / 0.302

 

12

Randy DE PUNIET

ART

1'23.152

0.052 / 0.004

13

Hector BARBERA

FTR

1'23.333

0.233 / 0.181

14

Michele PIRRO

Ducati

1'23.349

0.249 / 0.016

15

Michael LAVERTY

PBM

1'23.549

0.449 / 0.200

16

Yonny HERNANDEZ

ART

1'23.565

0.465 / 0.016

17

Colin EDWARDS

FTR Kawasaki

1'23.631

0.531 / 0.066

18

Karel ABRAHAM

ART

1'23.752

0.652 / 0.121

19

Hiroshi AOYAMA

FTR

1'23.820

0.720 / 0.068

20

Lukas PESEK

Ioda-Suter

1'24.395

1.295 / 0.575

21

Bryan STARING

FTR Honda

1'27.273

4.173 / 2.878

 

I video di MOTOCICLISMO

Guarda tutti i video di MOTOCICLISMO >>
© RIPRODUZIONE RISERVATA