di Beppe Cucco - 23 gennaio 2020

La Ducati Desmosedici GP 20 di Dovizioso e Petrucci

Ducati ha tolto i veli alla nuova Desmosedici GP 20, la moto che verrà portata in gara da Andrea Dovizioso e Danilo Petrucci nella prossima stagione MotoGP

1/83

La Ducati Desmosedici GP 20 di Dovzioso e Petrucci 

1 di 4

La stagione MotoGP 2020 è ufficialmente iniziata. Come successo anche lo scorso anno, Ducati ha aperto le danze presentando il team che correrà in MotoGP e tolto i veli alla nuova Desmosedici GP2020, che verrà portata in pista da Andrea Dovizioso e Danilo Petrucci.

Durante l’evento, i due piloti ufficiali, insieme all’AD di Ducati Motor Holding Claudio Domenicali e al Direttore Generale di Ducati Corse Luigi Dall’Igna, hanno svelato le nuove grafiche delle Desmosedici GP 20 con cui la squadra italiana disputerà il Campionato Mondiale MotoGP 2020. A un primo sguardo si nota come la moto sia cambiata rispetto al passato: anche sulla nuova livrea predomina il colore rosso, ma ora spiccano alcuni dettagli neri e cromati.

1/93

La Ducati Desmosedici GP 20 di Dovizioso

  • Motore: 4 tempi, V4 a 90°, raffreddato a liquido, distribuzione desmodromica con doppio albero a camme in testa, 4 valvole per cilindro.
  • Cilindrata: 1.000cc
  • Potenza massima: Oltre 250 CV
  • Velocità massima: Oltre 350km/h
  • Trasmissione: Ducati Seamless Transmission.
  • Trasmissione finale a catena.
  • Alimentazione: Iniezione elettronica indiretta, 4 corpi farfallati con iniettori sopra e sotto farfalla.
  • Farfalle controllate da doppio sistema Ride By Wire
  • Carburante: Shell Racing V-Power
  • Lubrificante: Shell Advance Ultra 4
  • Scarico: Akrapovič
  • Trasmissione finale: Catena D.I.D
  • Telaio: Doppio trave in lega di alluminio
  • Sospensioni: Forcella rovesciata Öhlins con foderi in carbonio ed ammortizzatore posteriore Öhlins, con regolazione di precarico e freno idraulico in compressione ed estensione.
  • Elettronica: Centralina Magneti Marelli programmata con Software Unico Dorna Pneumatici: Michelin, su cerchi anteriore e posteriore Ø17"
  • Cerchi: Marchesini in lega di magnesio
  • Impianto frenante: Brembo, doppio disco anteriore in carbonio da 340 mm con pinze a quattro pistoncini. Disco posteriore singolo in acciaio con pinza a due pistoncini.
  • Peso a secco: 157kg
1/24

Ducati Desmosedici GP 20

Andrea Dovizioso (#04, Mission Winnow Ducati): “La stagione 2019 è stata molto interessante e ci ha permesso di capire molti aspetti che ci aiuteranno sicuramente a crescere e migliorare nel 2020. In ogni caso, lo scorso anno ci siamo riconfermati per la terza volta consecutiva vicecampioni del mondo alle spalle di Marc Marquez, un pilota che ha sicuramente fatto la differenza, ma anche noi abbiamo dato il massimo gestendo al meglio le nostre potenzialità. Ogni anno ha la sua storia ed è difficile prevedere come andrà la stagione 2020. Ciò che è chiaro è il nostro obiettivo: lottare per il titolo anche quest’anno. Sia io che Ducati stiamo lavorando sodo per tornare in pista ancora più forti. Rispetto al 2019 mi aspetto di trovare molti più avversari competitivi, ma anche noi siamo cresciuti e siamo fiduciosi di poter continuare il nostro trend positivo”.

Danilo Petrucci (#9, Mission Winnow Ducati): “Il 2019 è stato un anno molto positivo per me, nonostante le difficoltà subentrate nella seconda parte della stagione. È stato il mio miglior anno in MotoGP in termini di risultati, ma soprattutto ho ottenuto la mia prima vittoria al Mugello in una gara fantastica davanti al pubblico di casa e ai tifosi Ducati. È un risultato che mi ha dato molta fiducia e che mi spinge a voler migliorare anche quest’anno. So che anche i nostri avversari si presenteranno in pista ancora più forti, ma questo vale anche per me. Ogni stagione mi ha sempre visto crescere e migliorare, e nel 2020 voglio riconfermarmi e fare un altro passo avanti rispetto ai risultati ottenuti lo scorso anno”.

Claudio Domenicali, Amministratore Delegato Ducati Motor Holding: “Le Corse sono e resteranno una parte fondamentale della nostra azienda, anche in un momento storico particolarmente complesso in cui la tecnologia sta cambiando in modo radicale il mondo che ci circonda. Per avere successo in questa situazione è indispensabile continuare a investire in ricerca e sviluppo e le Corse sono una parte molto importante del nostro impegno in tal senso. Se sommiamo l’R&D per le moto di produzione, quello per le Corse e le attrezzature per produrre nuovi modelli, l’R&D globale per Ducati vale oltre il 10% del fatturato. La nostra Panigale V4, profondamente rinnovata per il 2020, non avrebbe potuto nascere senza il contributo di tutti gli insegnamenti che abbiamo appreso grazie alle competizioni. Albero motore controrotante, controllo della trazione spin and slide, e un’efficiente carenatura aerodinamica con alette sono solo alcuni degli elementi derivati dalla MotoGP grazie al sapiente lavoro di Gigi e della sua squadra. Siamo molto fieri che Ducati sia non solo l'unica azienda italiana, ma anche l'unica europea, a vincere gare in MotoGP dall'inizio del Campionato nel 2002. Partecipiamo e competiamo anche con l’orgoglio di rappresentare un territorio eccezionale, quello della Motor Valley. Un incredibile area che nel raggio di 150 km presenta marchi prestigiosi come Ferrari, Lamborghini, Maserati, Dallara, Pagani, e naturalmente Ducati, che si trova a soli 15 minuti dal centro di Bologna. Queste sono le corse per Ducati: un incubatore tecnologico avanzato, una vetrina per l’ingegno e la tecnologia italiana, e un incredibile elemento di passione per tutti i Ducatisti. Desidero quindi ringraziare tutti i nostri partner e sponsor ed augurare il mio più grande in bocca al lupo ad Andrea, Danilo, Gigi e tutta la squadra, auspicando a tutti noi una stagione altamente competitiva e ricca di soddisfazioni.”

Luigi Dall’Igna, Direttore Generale Ducati Corse: “Abbiamo già archiviato il 2019, anno in cui per la terza volta consecutiva ci siamo riconfermati secondi in campionato con Andrea, che ha ottenuto ben nove podi e due vittorie incredibili, mentre Danilo ci ha regalato un’emozionante vittoria al Mugello, GP che abbiamo vinto negli ultimi tre anni. Non possiamo però ritenerci completamente soddisfatti perché il nostro obiettivo finale deve essere sempre solo uno: puntare al titolo mondiale. Il 2020 sarà un anno intenso e impegnativo, anche perché il calendario prevede venti gare e i nostri avversari saranno sicuramente molto competitivi, e quindi dovremo impegnarci tutti ancora di più: per questo abbiamo lavorato sodo durante l’inverno per poter offrire ad Andrea e Danilo una Desmosedici GP20 che gli permetta di essere protagonisti in ogni gara e in qualsiasi condizione”.

1/34

Ducati Desmosedici GP 20 - Dovizioso - Petrucci 

Quello di Ducati è il primo "unveiling" ufficiale della stagione 2020 e nei prossimi giorni anche gli altri team MotoGP saranno impegnati con le presentazioni: il Team Repsol Honda svelerà la RC 213V 2020 dei “fratelli Marquez” il 4 febbraio a Giacarta. Due giorni più tardi sarà la volta dei team Monster Energy Yamaha MotoGP, Yamaha Petronas, e Suzuki che presenteranno le squadre 2020 a Sepang, in occasione dello shakedown MotoGP (2-4 febbraio). Sempre in Malesia, dal 7 al 9 febbraio, si terranno poi i primi test ufficiali della stagione 2020. Un paio di settimane dopo (22-24 febbraio) il circus della MotoGP si sposterà in Qatar, per gli ultimi test prima del via del Campionato, che si terra a Losail nel fine settimana del 6-8 marzo.

Al momento, Honda LCR, KTM e Aprilia non hanno ancora svelato le date delle presentazioni dei loro team.

1/89

Danilo Petrucci, Claudio Domenicali e Andrea Dovizioso

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Ultimi articoli