di Riccardo Villa
18 September 2022

MotoGP Aragon 2022: Vince Bastianini davanti a Bagnaia. Cadono Quartararo e Nakagami per due brutte collisioni con Marquez

Il rientro di Marc Marquez nel Gp di Aragon è stato oggetto di due bruttissime cadute che lo hanno visto coinvolto assieme a Fabio Quartararo e Takaaki Nakagami, entrambi costretti al ritiro dopo la duplice tragedia evitata. Vince Bastianini che passa Bagnaia a metà dell’ultimo giro, terzo Aleix Espargaro. Ecco il riassunto della gara, la dinamica degli incidenti e le classifiche

1/18

1 di 3

Altra domenica di gara per la MotoGP: questa volta si corre in terra spagnola, fra i cordoli del MotorLand di Aragon. In prima fila tre Ducati: Bagnaia, Miller e Bastianini, e allo spegnimento del semaforo è ottima la partenza di Miller ma Bagnaia “tira” una delle sue ottime staccate e si porta subito al comando. Siamo in uscita di curva 3 ed un bruttissimo incidente vede subito protagonisti Marc Marquez e Fabio Quartararo. Il pilota spagnolo, appena rientrato dopo lo stop dovuto all’infortunio all’omero destro, perde il posteriore in uscita di curva e urta violentemente Quartararo che cade ad alta velocità al centro della pista mentre gli altri piloti sopraggiungono. Attimi di terrore quando il giovane francese, miracolosamente evitando da tutti gli altri piloti, resta fermo a lato della pista.

Mentre si cercano di capire le condizioni di Quartararo altro terribile incidente in curva 7 fra Marc Marquez che blocca il posteriore e sbanda urtando Takaaki Nakagami. Il pilota giapponese cade e resta al centro della pista per diversi secondi, nei quali fortunatamente non è stato investito dagli avversari che sopraggiungevano.

A 18 giri dal termine Bastianini passa Miller e si mette in seconda posizione all’inseguimento di Pecco Bagnaia, che nel frattempo guadagna otto decimi. Enea si dimostra subito molto veloce, e dopo soli tre giri raggiunge Pecco passandolo nella staccata in fondo al rettilineo. Il giovane prova sin da subito ad imporre un ritmo più serrato, ma un lungo ad una staccata serve nuovamente la prima posizione a Bagnaia che torna in testa.

Bene Aleix Espargaro, in quarta posizione, che lotta con Brad Binder per il terzo gradino del podio, mentre Jack Miller si trova ora in quinta piazza.

A 10 giri dal termine si abbassano i tempi dei due italiani futuri compagni di squadra, che stando al cronometro sembrano spingere per una “fuga a due” staccandosi dagli altri piloti.

Nel frattempo ai microfoni di Sky Marc Marquez conferma le cause dei due incidenti che lo hanno visto coinvolto, nei quali però è riuscito a restare in piedi, tornando poi ai box per via dei danni alla moto. Marc racconta come in curva 3 abbia perso il controllo del posteriore, probabilmente a causa della gomma fredda e abbia urtato Fabio Quartararo, mentre in curva 7 la ruota posteriore gli si è bloccata a causa di un pezzo di carena incastratosi durante la collisione con Quartararo. Questo ha causato uno sbandamento della moto, che ha urtato Takaaki Nakagami. Un grande spavento per tutti, con Fabio Quartararo che ha riportato ustioni al petto per via dello sfregamento con la tuta ad alta velocità.

Quattro giri al termine, Bastianini è nuovamente negli scarichi di Pecco Bagnaia che sta spingendo cercando di guadagnare metri preziosi, Enea però è leggermente più veloce e attacca Pecco al termine del terzo giro, ma quest’ultimo riesce a difendersi e inizia il penultimo ancora al comando.

Ultime decine di metri da cardiopalma, con i due italiani francobollati, ma Bastianini passa dove nessuno se lo aspetta e vince il GP Di Aragon davanti a Bagnaia e ad un magnifico Aleix Espargaro che chiude il podio.

Risultati gara

Classifica campionato

I video di MOTOCICLISMO

Guarda tutti i video di MOTOCICLISMO >>
© RIPRODUZIONE RISERVATA