Ducati: “Non c’erano le condizioni per continuare con Dovizioso”

Paolo Ciabatti e Davide Tardozzi commentano la separazione tra Andrea Dovizioso e la Casa di Borgo Panigale. Il Direttore Sportivo Ducati Corse e il Team Manager sono d’accordo sul fatto che non ci fossero più le condizioni per continuare il rapporto

1/11

Come un fulmine a ciel sereno sopra al circuito del Red Bull Ring questa mattina Simone Battistella ha dato la notizia che nel 2021 Andrea Dovizioso e Ducati non continueranno il loro rapporto. Paolo Ciabatti, direttore sportivo di Ducati Corse, e Davide Tardozzi, team manager Ducati, hanno commentato così ai microfoni di SKY la notizia del mancato rinnovo del Dovi.

Paolo Ciabatti: "È un peccato, siamo stati con Andrea per 8 anni e saremo comunque insieme a per altre 11 gare. Abbiamo vinto insieme fino ad ora e vogliamo aggiungere altri successi alle 13 vittorie già conquistate. Questo è il momento in cui ricordare i tre secondi posti negli ultimi tre Mondiali, soltanto Marc Marquez ha vinto più gare di noi in questi anni. Purtroppo, come ha detto Simone Battistella (manager di Dovizioso, ndr), ci siamo incontrati e abbiamo constatato che non c’erano più le condizioni per proseguire questo rapporto oltre la scadenza naturale alla fine di questa stagione. Ne prendiamo atto. La volontà nostra e di Andrea è quella di ottenere il massimo in questo campionato, è un Mondiale ancora aperto. Finalmente abbiamo ritrovato qui a Spielberg le sensazioni che avevamo un po' perso nelle ultime due gare, quindi cercheremo di vincere il GP d’Austria".

Davide Tardozzi: "Abbiamo vissuto delle grandi stagioni con Dovizioso, siamo concentrati sul campionato 2020, vogliamo giocarci il Mondiale fino all’ultima gara, questo è l’unico obiettivo che abbiamo in questo momento, non pensiamo ad altro. Qualcosa evidentemente non ha funzionato con Andrea, non c’erano più le condizioni per continuare insieme ed è stata presa questa decisione. Con Dovizioso c’è un rapporto che va al di là del lavoro, è un ragazzo splendido. Quando ci frequentiamo fuori dal lavoro stiamo bene insieme, ma ci sono delle situazioni a livello lavorativo che non permettono di andare avanti. Il rapporto umano e personale rimane, ma vanno rispettate le scelte dell’azienda e del pilota: io lavoro per Ducati e sono contentissimo di lavorare per Ducati anche in futuro".

1/10

Andrea Dovizioso 

I video di MOTOCICLISMO

Guarda tutti i video di MOTOCICLISMO >>
© RIPRODUZIONE RISERVATA