Tamponi obbligatori prima delle gare e App di tracciamento in circuito

Tamponi obbligatori per tutti, isolamento, controlli medici giornalieri, App di tracciamento… Il Dott. Angel Charte, Medical Director del servizio medico in MotoGP, spiega le particolari misure sanitarie che verranno adottate nel paddock alla ripartenza del Motomondiale.

1/41

Angel Charte

Quando manca poco più di un mese al via della MotoGP (la prima gara è prevista a Jerez il 19 luglio) il Dott. Angel Charte, Medical Director del Servizio Medico in MotoGP, spiega le particolari misure sanitarie che verranno adottate nel paddock. Il Dott. Charte annuncia che le norme, specialmente nella prima gara, saranno molto severe, nonostante la maggior parte della Spagna sarà nella "Fase 3" della pandemia, definita anche di "Nuova normalità", quando il Motomondiale arriverà lì.

Di seguito i punti chiave che il dott. Charte ha previsto nel protocollo anti Covid-19.

  • Tutti dovranno eseguire un test Covid-19 tre giorni prima dell'evento
  • Autoisolamento per tre giorni (dopo aver eseguito il test fino all'evento)
  • Ci saranno test casuali, se necessario, sul circuito
  • Quiron Prevencion (parte di Quiron Salut) lavorerà con il team medico MotoGP per garantire la sicurezza di tutti
  • Tutto il personale durante il viaggio verso il circuito e sul circuito avrà l’obbligo di indossare i dispositivi di protezione individuali (DPI)
  • Quando possibile andranno indossate maschere facciali. Verranno diffuse le linee guida per il corretto lavaggio delle mani
  • Il personale verrà isolato in gruppi, inclusi i piloti della stessa squadra. Ogni pilota avrà la propria squadra predefinita e non potrà mescolarsi con il team del compagno di squadra
  • Obbligo di seguire le linee guida per il distanziamento sociale
  • Tracciamento dei dati utilizzando un'app per i test, i controlli giornalieri e chi è in contatto con chi
  • Controlli medici giornalieri per tutti i 1.200 membri del paddock alla ricerca di possibili sintomi
  • La Clinica Mobile avrà una capienza ridotta in modo da non essere troppo affollata
  • Il personale medico utilizzerà le misure di sicurezza e i DPI proprio come in qualsiasi ospedale in Spagna e Europa
  • Chiunque sospetti di avere il virus (mostrando sintomi) verrà inviato in un'area confinata del centro medico per ulteriori esami
  • Se esiste un'alta probabilità che si tratti di un caso di Covid-19, il paziente sospetto verrà inviato direttamente in un ospedale locale (che sarà in standby) dove verranno eseguiti ulteriori test tampone, test sugli anticorpi e di funzionalità polmonare
  • Se i test darà esito negativo, la persona potrà tornare in circuito e verrà curata nel centro medico
  • Se i test darà esito positivo per il Coronavirus, la persona verrà confinata in ospedale o in un hotel assegnato sotto il controllo medico della direzione MotoGP
© RIPRODUZIONE RISERVATA
Ultimi articoli