di Nicolas Patrini - 24 maggio 2019

Puig: "Lorenzo non è al livello sperato, ma crediamo in lui"

Il direttore di Honda HRC ha parlato della situazione di Jorge e di come il team sia pronto a supportare il proprio pilota in vista del raggiungimento degli obiettivi sperati. A Lorenzo, tuttavia, è richiesto di tornare al massimo livello quanto prima
Nel 2018, il maiorchino aveva gli stessi punti di questa stagione. Era crisi? No, vinse al Mugello. Ora tutto il team Repsol Honda confida in un suo ritorno nella lotta di testa e gli ingegneri stanno lavorando sodo per adattare al meglio la RC213V al suo stile di guida. Ecco cosa ne pensa Alberto Puig:

“Se guardiamo i risultati, Jorge non è al livello sperato. Lo sappiamo noi, lo sa lui. Però, c’è da dire che è stato sfortunato nella prima parte della stagione e a causa degli infortuni che sicuramente hanno condizionato il lavoro. In più Lorenzo si è dovuto abituare a una moto che richiede uno stile di guida differente da quelle che ha guidato in precedenza. Honda crede nel potenziale di Lorenzo e pensiamo che sia solo una questione di pazienza prima di vedere arrivare i successi. Lorenzo alle sue spalle ha 5 titoli e moltissime vittorie, cercheremo di aiutarlo ad arrivare al massimo livello quanto prima. A lui chiediamo solo di avere il coraggio e la voglia di continuare a lottare per raggiungere la vetta”.
1/21 MotoGP 2019 - Jorge Lorenzo in Qatar
© RIPRODUZIONE RISERVATA
Ultimi articoli