Marquez indiavolato, ma Dovi lo blocca: trionfo Rosso

MotoGP 2017, Red Bull Ring: risultati gara e classifica GP d'Austria. Sensazionale battaglia Ducati - Honda nel finale, con Andrea Dovizioso che ha la meglio su un agguerritissimo Marc Marquez. Ottimo Pedrosa, Lorenzo splende in partenza; Zarco meglio delle Yamaha ufficiali
Marc Marquez prova l'affondo all'ultima curva ma va troppo largo, Andrea Dovizioso chiude la traiettoria e passa primo sotto la bandiera a scacchi

MotoGP 2017, Red Bull Ring: risultati gara

Pos. Pilota Nazione Moto Distacco
1 Andrea DOVIZIOSO ITA Ducati 39'43”323
2 Marc MARQUEZ SPA Honda +0”176
3 Dani PEDROSA SPA Honda +2”661
4 Jorge LORENZO SPA Ducati +6”663
5 Johann ZARCO FRA Yamaha +7”262
6 Maverick VIÑALES SPA Yamaha +7”447
7 Valentino ROSSI ITA Yamaha +8”995
8 Alvaro BAUTISTA SPA Ducati +14”515
9 Loris BAZ FRA Ducati +19”620
10 Mika KALLIO FIN KTM +19”766
11 Andrea IANNONE ITA Suzuki +20”101
12 Scott REDDING GBR Ducati +25”523
13 Aleix ESPARGARO SPA Aprilia +26”700
14 Karel ABRAHAM CZE Ducati +27”321
15 Cal CRUTCHLOW GBR Honda +28”096
16 Alex RINS SPA Suzuki +32”912
17 Hector BARBERA SPA Ducati +34”112
18 Bradley SMITH GBR KTM +36”423
19 Tito RABAT SPA Honda +42”404
20 Sam LOWES GBR Aprilia +52”492
DNF Jack MILLER AUS Honda 9 Giri
DNF Danilo PETRUCCI ITA Ducati 22 Giri
DNF Jonas FOLGER GER Yamaha 25 Giri
DNF Pol ESPARGARO SPA KTM 26 Giri

Non c'è dubbio: la bagarre più bella della stagione

Marc Marquez prova l'affondo all'ultima curva ma va troppo largo, Andrea Dovizioso chiude la traiettoria e passa primo sotto la bandiera a scacchi
Al via del GP d'Austra parte molto male Petrucci, bene invece Marquez seguito dalle due Ducati, ma alla staccata della curva 3 Lorenzo si porta al comando beffando Dovizioso e Marquez. Come al solito il Porfuera parte alla grande, cercando di accumulare più vantaggio possibile sugli inseguitori, nel mentre Rossi si porta al 4° posto; al terzo giro Viñales cerca di superare il Dottore. Pol Espargaro è il primo pilota a ritirarsi: la causa è la rottura del freno posteriore dopo un contatto con un pilota Reale Avintia; nel giro dopo si ritira anche Jonas Folger, al settimo giro invece tocca a Danilo Petrucci alzare bandiera bianca.

Marquez commette un errore all’ottava tornata, il Dovi ne approfitta e si porta al secondo posto, ma il Cabroncito tra le curve 6 e 7 del 10° giro si riporta davanti alla Ducati numero 04. Al 12° giro Dovizioso infila sia Lorenzo sia Marquez sul rettilineo con una manovra straordinara, tuttavia il pilota italiano va largo alla staccata numero 3 e Marquez si riporta al comando. Nella tornata successiva Zarco e Pedrosa sorpassano Rossi, il quale si ritrova 6°.

Al 18° giro Andrea Dovizioso riesce a mettersi alle spalle Marc Marquez, ma a 9 giri dalla fine il Cabroncito si rimette davanti. A 7 giri dalla fine la gara entra nel vivo dell’azione: Marquez e Dovizioso continuano a sorpassarsi a vicenda, e nel frattempo li raggiunge Pedrosa. Negli ultimi due giri Pedrosa perde terreno, quindi rimane una sfida a due tra Marquez e Dovizioso che si giocano la vittoria. Il Dovi è più veloce nei primi due settori, ma nel T3 il Campione del Mondo riesce a guadagnare oltre 3 decimi. Andrea Dovizioso gioca in difensiva ed inizia a chiudere tutte le traiettorie; all’ultima curva Marquez si butta all’interno del Dovi ma va largo, il quale lo risorpassa e si porta a casa la terza vittoria stagionale. Una straordinaria performance di Andrea Dovizioso, che rende il circuito di Spielberg un terreno di caccia per le Rosse di Borgo Panigale. A giovare di tutto questo è stato lo spettacolo degli ultimi giri: tra sorpassi, controsorpassi e staccate al limite, questa è di gran lunga la gara col finale più emozionante della stagione, ed una delle più belle degli ultimi anni. Completano il podio i piloti Honda ufficiali, Marc Marquez e Dani Pedrosa. 4° posto per Jorge Lorenzo che riesce a “limitare i danni”, mentre la strategia soft – soft di Johann Zarco lo ha ripagato alla grande: 5a piazza davanti alle Yamaha ufficiali di Maverick Viñales e Valentino Rossi. Le Ducati di Bautista (8°) e Baz (9°) precedono un’eccellente 10° posto per la KTM RC16 guidata dal collaudatore Mika Kallio: se la Casa di Mattighofen riesce a portarsi a casa un piazzamento da Top 10 sul tracciato di casa, d’altro canto Andrea Iannone all’11° posto non può ritenersi pienamente soddisfatto di questa gara, sul circuito dove lo scorso anno ha vinto la sua prima gara in MotoGP.

MotoGP 2017: classifica generale

Pos. Pilota Moto Nazione Punti
1 Marc MARQUEZ Honda SPA 174
2 Andrea DOVIZIOSO Ducati ITA 158
3 Maverick VIÑALES Yamaha SPA 150
4 Valentino ROSSI Yamaha ITA 141
5 Dani PEDROSA Honda SPA 139
6 Johann ZARCO Yamaha FRA 99
7 Jorge LORENZO Ducati SPA 79
8 Jonas FOLGER Yamaha GER 77
9 Cal CRUTCHLOW Honda GBR 76
10 Danilo PETRUCCI Ducati ITA 75
11 Alvaro BAUTISTA Ducati SPA 52
12 Aleix ESPARGARO Aprilia SPA 43
13 Jack MILLER Honda AUS 43
14 Loris BAZ Ducati FRA 38
15 Scott REDDING Ducati GBR 37
16 Andrea IANNONE Suzuki ITA 33
17 Karel ABRAHAM Ducati CZE 25
18 Tito RABAT Honda SPA 23
19 Pol ESPARGARO KTM SPA 21
20 Hector BARBERA Ducati SPA 21
21 Alex RINS Suzuki SPA 12
22 Bradley SMITH KTM GBR 8
23 Michele PIRRO Ducati ITA 7
24 Mika KALLIO KTM FIN 6
25 Sam LOWES Aprilia GBR 2
26 Sylvain GUINTOLI Suzuki FRA 1

I video di MOTOCICLISMO

Guarda tutti i video di MOTOCICLISMO >>
© RIPRODUZIONE RISERVATA