La Ducati di Iannone vola nelle FP2 di Silverstone

MotoGP 2016, Silverstone, risultati prove libere 2, classifica dei tempi. È Andrea Iannone a conquistare il platonico titolo di più veloce del venerdì, in una sessione molto intensa ed emozionante. Gloria per Viñales e Crutchlow, Lorenzo e Rossi si riprendono nel finale, in mezzo a loro c’è Marquez

Prove al fresco

La seconda sessione di libere del GP di Silverstone MotoGP 2016 comincia col solito cielo grigio e temperature che, sebbene più alte di quelle della mattina, non è che cambino di molto la situazione rispetto al… fresco delle Libere 1: 19,4° nell’aria; 21,9° sull’asfalto. Durante le libere della Moto2 è piovuto, vediamo se il tempo terrà, anche in vista delle definizione dei piloti che accederanno direttamente alla Q2 se per caso nelle FP3 dovesse piovere (qui il programma e gli orari TV: attenzione, sono tutti diversi rispetto al solito!). Prendete nota di tutto, se giocate a FantaMOTOCICLISMO! Le regole sono sempre le stesse: fate il vostro pronostico sulle prime 5 posizioni della gara della Classe Regina e, a fine stagione, chi avrà totalizzato più punti potrà diventare tester di Motociclismo per un giorno!

​CLICCATE QUI PER GIOCARE

dove sono le yamaha?

Evidentemente i piloti temono il maltempo, ed ecco che tutti si mettono a tirare fin daqll’inizio. Il primo a far segnare un “tempo buono” è il Dovi, con 2’02”776, seguito da Marquez, Iannone, Crutchlow e Aleix Espargaro. Iannone e Viñales rispondono, soprattutto l’italiano. Andrea è primo, con 2’02”312. Lo segue Pedrosa, un po’ in ombra nelle FP1. Dani fa segnare un interessante 2’02”637, che gli permette di mettersi momentaneamente davanti a Maverick. Intanto, Lorenzo e Rossi se la prendono comoda, con Jorge 14° e Valentino subito dopo. Anche Marquez sta riprendendo le misure (ricordiamo che in FP1 è caduto), ma lo fa con tempi da 6° posto, davanti a Redding, Crutchlow, Petrucci e Pol Espargaro in Top 10. Le posizioni rimangono queste fino a mezz’ora dalla fine, quando Rossi risale all’8° posto.

La lotta tra Cal e Maverick

Dopo qualche minuto in cui praticamente tutti sono ai box, i primi a riprendere la pista sono Rossi, i due Andrea della Ducati, Viñales, Barbera e Laverty. Passa il tempo di un loro giro e tutti sono di nuovo tra i cordoli. A 23 minuti dalla fine si torna a fare sul serio e finalmente Lorenzo arriva: 3°, col tempo di 2’02”743. Si mette davanti a Viñales, che però è anche lui alla carica. La seconda parte del giro non è però efficace come la prima e Maverick resta 4°. Ci riprova il giro successivo, ma il risultato non cambia.
Intanto Alex Lowes, alla sua prima “vera” esperienza in MotoGP come wild card in sostituzione dell’infortunato Smith, si prende il lusso di mettersi dietro alcuni colleghi certo più esperti di lui con le moto della Classe Regina, con un ritardo di solo mezzo secondo dal proprio compagno di squadra, Pol Espargaro.
Dopo una parte interlocutoria, i piloti si apprestano a vivere gli ultimi 15 minuti, dove certamente molti procederanno ad un time attack.  Ad esempio Rossi, momentaneamente 9°, con un best lap di 2’03”078. Anche Crutchlow gira bene a fine sessione: dal 10° posto passa al 1° posto con un grande tempo, 2’02”046. Non può dormire tranquillo però, continua a tirare anche perché anche Viñales lo sta facendo, con intermedi migliori di quelli di Cal. Arriva anche il momento di Barbera, da 10° a 4°. Ma il botto lo fa Maverick, che gira in 2’01”721 e vanifica il precedente tempone di Crutchlow. Suzuki al top, poi Cal.

Finale infuocato

A due minuti dalla fine, i primi due sono seguiti da Marquez e da Rossi, che finalmente è arrivato e si mette davanti a Iannone e a soli 22 millesimi da Marquez. Ma Iannone ovviamente non ci sta e passa al 2° posto, col tempo di 2’01”887. Intanto Lorenzo lotta per conquistare un posto che conta, e vi riesce con un giro in extremis in 2’02”032, che lo porta al 4° piazzamento. Nel frattempo, per gradire, Iannone lima ulteriormente il proprio tempo e si prende la “pole” delle FP2, con 2’01”421.
 
Le Prove Libere 2 della MotoGP a Silverstone si concludono con Iannone al top, seguito da Viñales, Crutchlow, Lorenzo, Marquez, Rossi, Dovizioso, Aleix Espargaro, Pedrosa e Redding in Top 10.
Tutti i piloti dello schieramento hanno migliorato rispetto alle FP1 (e nessuno è caduto), ora non resta che aspettare le FP3 per capire chi accederà direttamente alle QP2.
Analizzando i tempi dei vari settori, vediamo Viñales a comandare nel primo, Iannone ad aggiudicarsi il secondo e il terzo, mentre il quarto va a Crutchlow. L’ideal time è di 2’01”192; 229 millesimi meno del tempo fatto segnare da Iannone. Andrea è il migliore nei tratti centrali della pista, ma è sempre tra i migliori anche dove non lo è in assoluto (3° tempo nel primo settore, 2° tempo nel T4): nessuna sorpresa che sia lui a guidare la classifica. E il suo 2’01”421 tutto sommato non è nemmeno troppo lontano dal 2'00”234, il best lap assoluto di Silverstone in MotoGP, fatto registrare da Marquez nel 2015.

MotoGP 2016, Silverstone: classifica combinata Prove libere 1-2

I video di MOTOCICLISMO

Guarda tutti i video di MOTOCICLISMO >>
© RIPRODUZIONE RISERVATA