Lorenzo in pole a Losail davanti a Marquez e Viñales, Rossi 5° tra le Ducati

Il campione del Mondo si porta a casa la prima pole dell’anno, ma per un soffio: Marquez e Viñales seguono a meno di un decimo di distanza. Iannone, Rossi e Dovizioso compongono la seconda fila. Pedrosa 7°, davanti ad un convincete Barbera. Peccato per Petrucci, che ha dovuto rinunciare alla gara per un problema alla mano operata il mese scorso

La Q1 parla inglese; passano Crutchlow e Smith

La prima sessione di qualifiche parte senza Danilo Petrucci, che rimane ai box e non prenderà parte al weekend di Losail a causa del suo infortunio alla mano procuratosi durante i test a Phillip Island.
Michelin ha messo a disposizione dei piloti tre soluzioni per la gomma anteriore (Soft, Medium e Hard), e due per la posteriore (Medium e Hard). Nei primi giri, Eugene Laverty (1’56”236) detta il passo seguito da Bradley Smith e Loris Baz. Ma a 8 minuti dal termine, Crutchlow si porta in testa girando in 1’55”291, seguito da Bradley Smith che si migliora di quasi un secondo, e Yonny Hernandez (+0”866 da Crutchlow) che è momentaneamente terzo. Aleix Espargaro cade alla prima curva dopo un lowside a 7 minuti dalla bandiera a scacchi: lo spagnolo, momentaneamente con il 5° tempo di sessione, corre ai box per ritornare in sella alla moto che i meccanici gli hanno preparato per tornare in pista. Jack Miller fa il primo giro veloce a soli 3 minuti dal termine, una mossa curiosa da parte dell’australiano. Ad un minuto dal termine, Smith e Crutchlow (potenzialmente in Q2) rientrano nella pit lane, mentre Alvaro Bautista cade alla curva 14 dopo aver perso aderenza all’anteriore: finirà con il settimo tempo. Con la bandiera a scacchi che sventola su rettilineo, Crutchlow e Smith sono i piloti che accedono alla Q2. Nella griglia di partenza di domani, le caselle dalla 13 alla 20 saranno occupate da: Hernandez, Laverty, Aleix Espargaro, Baz, Bautista, Miller, Rabat e Bradl

Q2: Lorenzo mette in riga tutti, ma attenti a Viñales

Dopo alcuni giri, è Jorge Lorenzo che detta il passo, girando in 1’54”543, seguito da Valentino Rossi e Maverick Viñales. A 8 minuti dalla fine, Iannone si porta alle spalle del Maiorchino (+0”329) e anche Marquez si migliora: occupa la terza posizione momentanea, ma nel giro successivo si porta alle spalle di Lorenzo per appena 91 millesimi di secondo, scavalcando anche Iannone. Dani Pedrosa è quarto, e precede Barbera, Viñales, Dovizioso, Crutchlow e Rossi che è 9°. A 6 minuti dal termine, i piloti entrano ai box per il consueto cambio gomme, e rientrano quando mancano 4 minuti alla bandiera a scacchi per cercare di migliorare la propria prestazione. Dovizioso è il primo che si migliora: è quarto, alle spalle del compagno di squadra e davanti a Dani Pedrosa. A 20 secondi dal termine, Rossi guadagna 3 posizioni e si porta settimo, ma c'è ancora un giro: con la bandiera a scacchi che sventola sul rettilineo finale, le prime due posizioni restano invariate, ma Viñales si porta 3° davanti a Iannone, Rossi e Dovizioso. 7° Pedrosa, 8° e 9° posto occupato rispettivamente da Barbera ed Aleix Espargaro, con Crutchlow che conclude 10°. 

MotoGP: risultati qualifiche e griglia di partenza

Spagna, Italia, Spagna e Gran Bretagna: ecco le prime 4 file della griglia di domani

Lorenzo si riconferma il più veloce della Classe regina, guadagnando la pole position grazie al tempo di 1’54”543 siglato ad inizio delle Q2, seguito a ruota da Marc Marquez (+0”091) e da un sorprendente Maverick Viñales +0”095) che, con una zampata finale, si aggiudica la terza posizione che gli vale la terza casella in griglia. La prima fila spagnola precede la seconda che, invece, è tutta italiana: Valentino Rossi (+0”272) partirà 5° alle spalle di Andrea Iannone (+0”150) e davanti all’altra Ducati, guidata da Andrea Dovizioso (+0”420); anche Rossi e Iannone si sono migliorati grazie ad una zampata all’ultimo. La terza fila parla ancora spagnolo: 7° Dani Pedrosa (+0”535), 8° un efficace Hector Barbera (+0”622) e 9° Pol Espargaro (+0”759). La quarta fila invece è  tutta “british”: Crutchlow (+0”809) e Smith (+0”871), i due piloti migliori della Q1, partiranno dalla decima e undicesima posizione, mentre Scott Redding (+0”965) partirà 12°. 

Non perdeteveli la gara di domani: controllate qui gli orari TV e non dimenticatevi di partecipare al nostro FantaMOTOCICLISMO, il gioco che permette al miglior “pronosticatore” di diventare tester di Motociclismo per un giorno.

I video di MOTOCICLISMO

Guarda tutti i video di MOTOCICLISMO >>
© RIPRODUZIONE RISERVATA