SPECIALE SALONE EICMA 2021
Tutte le novità Casa per Casa

Marquez: "Non ho attaccato Lorenzo perché Pedrosa mi ha rallentato nel finale"

Il Cabroncito espone la propria versione dei fatti dopo la gara di Valencia, che ha assegnato il titolo a Lorenzo. Secondo Rossi anche grazie alla “non belligeranza” di Marquez, ma Marc non ci sta e dice di sentirsi insultato

La polemica continua

Ora che il Mondiale MotoGP 2015 è finito ed è andato nelle mani di Lorenzo, dopo la vittoria di Valencia, si vorrebbe tutti mettere una pietra sopra alle polemiche e pensare solo al fatto sportivo. Purtroppo, il fatto sportivo stesso non ha fatto altro che alimentare le polemiche… In particolare, sul banco degli imputati ci sarebbe Marquez, reo di aver protetto Lorenzo evitando di attaccarlo per tutta la gara, con una condotta in pista che non gli è propria ed è contraria ancche a quanto aveva dichiarato dopo le qualifiche. Un sospetto che è venuto a molti e che le dichiarazioni di Lorenzo non hanno contribuito a fugare. Valentino Rossi è a dir poco inviperito e pronuncia parole di fuoco. Ma Marquez la pensa  in modo molto differente...
1/83 MotoGP Valencia 2015: Marc Marquez

“mi mancava il guizzo finale per affondare il colpo”

Hai dichiarato che avresti guidato al 100%: come mai nessun attacco a Lorenzo?
Sapevo che nei primi giri Jorge avrebbe provato a scappare via, così ho provato a fare come a Indianapolis: aspettare un po' per poi attaccare nel finale, nonostante avessi grandi problemi di aderenza. 
 
E perché alla fine non hai attaccato?
Ci volevo provare ma poi è arrivato Dani che mi ha infilato ed è finito largo. Ho dovuto ripassarlo, ma a quel punto Jorge era troppo lontano perché io potessi pensare di vincere la gara.
 
Valentino dice che hai fatto tutto apposta e che avresti potuto vincere oggi
Se io fossi stato il body-guard di Lorenzo sarei stato 5-6 secondi più indietro rispetto a lui, e non attaccato. Ero davvero al limite, ma mi mancava il guizzo finale per affondare il colpo.
 
Scusa se insistiamo, ma Rossi ironicamente dice che è strano che un combattente come te non sferri neppure un attacco al leader della corsa
Rispetto le opinioni di tutti, ma è un insulto dire che non ho dato il 100%. Io corro sempre al massimo, e chi dice il contrario insulta me e la mia professionalità.
 
Quanto ti dispiace non aver vinto la gara di casa?
Sono molto triste per non aver vinto, ma l'anno prossimo farò molto meglio: voglio tornare a combattere per il titolo.
 
Secondo te è meritato il titolo di Jorge?
Valentino è stato più costante per tutta la stagione, ma Jorge più veloce.

I video di MOTOCICLISMO

Guarda tutti i video di MOTOCICLISMO >>
© RIPRODUZIONE RISERVATA