15 August 2010

MotoGP 2010: Valentino Rossi fa il salto in Ducati. È il nuovo pilota ufficiale della rossa

Ducati ha ufficializzato a Brno, dopo il GP della Repubblica Ceca, il contratto con Valentino Rossi.

Motogp 2010: valentino rossi fa il salto in ducati. è il nuovo pilota ufficiale della rossa

Brno (REPUBBLICA CECA) 15 agosto 2010 – Valentino Rossi è il nuovo pilota ufficiale della Ducati. La notizia è stata confermata dopo la gara del Gran Premio della Repubblica Ceca. Dopo anni con la Yamaha, per il pesarese inizia una nuova era. Il suo compito sarà quello di far ritornare la Rossa di Borgo Panigale una moto vincente. Era da tempo che a Valentino non andava più giù il rapporto con il team ufficiale della Yamaha. Soprattutto per colpa di una convivenza difficile con il suo compagno di squadra Jorge Lorenzo. Lo spagnolo ha mostrato un crescita costante e ha affinato le sue abilità in sella alla M1, così i manager giapponesi se lo sono coccolato vedendo in lui il futuro delle corse targate Yamaha. Dunque, la Casa dei tre diapason ha preferito puntare su Lorenzo. Il presidente di Ducati, Gabriele del Torchio, il direttore generale Claudio Domenicali, che è anche amministratore delegato di Ducati Corse, e il direttore del progetto MotoGP, Filippo Preziosi, hanno accettato questa sfida e accolto a braccia aperte Rossi. Anche per Valentino sarà una nuova sfida, stimolante come quella del 2004, quando arrivò alla Yamaha, nel momento in cui il grosso del lavoro era tutto da fare, o anche quando, nel 2008, scelse di passare dalle gomme Michelin alle Bridgestone. Ma che la sfida possa essere motivante per il pesarese ce lo ha confermato Giacomo Agostini, in un’intervista che potete leggere sul numero di Motociclismo di settembre. Ago, nel 1974, fece il contrario di Rossi: lasciò la MV Agusta, dopo nove anni di convivenza, 13 titoli mondiali e 243 corse vinte, per passare alla Yamaha. Agostini se ne andò, passò ai tre diapason, e vinse nella sua gara di esordio, la 200 Miglia di Daytona. Poi conquistò per Yamaha, nello stesso anno, il campionato della 350 e nel 1975 quello della 500. Dice Agostini a Motociclismo: “La Yamaha è una grande famiglia, parlo per esperienza prima come pilota poi come manager della squadra corse. Ma se i rapporti si incrinano e si aprono nuove prospettive…”. Aggiunge Agostini: “Con la Ducati affronta una nuova sfida ma non vedo nessuna difficoltà per Vale, sono sicuro che avrà eccellenti risultati”.

I video di MOTOCICLISMO

Guarda tutti i video di MOTOCICLISMO >>
© RIPRODUZIONE RISERVATA