SPECIALE SALONE EICMA 2021
Tutte le novità Casa per Casa

MotoGP 2010 Gran Premio del Giappone: vince Stoner su Ducati. Sfida Rossi-Lorenzo su Yamaha

Casey Stoner ha vinto il GP del Giappone, in sella alla Ducati, precedendo Andrea Dovizioso con la Honda HRC. Valentino Rossi ha fatto terzo, dopo aver battagliato ad armi pari con Jorge Lorenzo.

CRONACA GP DEL GIAPPONE

di Lorenzo Motta

 

Motegi (GIAPPONE) 3 ottobre 2010 – Casey Stoner ha vinto il Gran Premio del Giappone, in sella alla Ducati Desmosedici GP10. L’australiano ha sorpassato al primo giro Andrea Dovizioso, che dopo la partenza era in testa con la Honda HRC. Poi Casey ha guidato la gara sino al traguardo, dove ha preceduto Dovizioso, secondo con un distacco di 3”868. Stoner ha guidato come una furia e Dovi non ha potuto fare altro che inseguirlo. L’italiano dell’Ala dorata ha provato, ha insistito, ha forzato il ritmo cercando di recuperare Casey, ma il pilota di Kurri Kurri voleva vincere e ci è riuscito, grazie anche ad una Ducati con una messa a punto eccellente. Fino a metà gara Dovizioso è riuscito a stare dietro a Stoner e aveva ancora qualche speranza di poterlo passare, poi il portacolori di Borgo Panigale ha allungato e l’inseguitore della Honda ha desistito. L’ultimo giro è stato decisivo per l’assegnazione del terzo gradino del podio: Valentino Rossi, sulla Yamaha M1 ufficiale, ha avuto la meglio sul suo compagno di squadra, Jorge Lorenzo, dopo una sfida accesissima, in cui i due piloti sono arrivati allo scontro fra le carene. Un botta e risposta che ricordava la contesa fra Rossi e Stoner del 2008 a Laguna Seca (Stati Uniti). Uno spettacolo degno delle migliori prestazioni offerte da Rossi prima dell’incidente di quest’anno. Lorenzo ha tentato di inserirsi tre giri prima della conclusione, ma il pesarese è stato più abile in uscita di curva e non gli ha lasciato spazio. Lo spagnolo ci ha riprovato ed è riuscito a sorpassare Rossi, poi il Dottore gli ha rovinato la festa con una staccata oltre il limite, fatta all'ultima tornata, che lo ha portato a concludere terzo, con  5”707 di ritardo. Un elogio ve anche a Marco Simoncelli, che, sulla Honda RC212V del Team Gresini, ha fatto una bella gara, mettendosi dietro il veterano della MotoGP Colin Edwards per un bel pezzo della corsa, fino a quando lo statunitense non ha trovato l’occasione per ripassare, sfruttando l’errore di Supersic.

 

 

Pos.

Punti

Num.

Pilota

Nazione

Team

Moto

Km/h

Data e ora/Distanza

1

25

27

Casey STONER

AUS

Ducati Team

Ducati

160,0

43'12.266

2

20

4

Andrea DOVIZIOSO

ITA

Repsol Honda Team

Honda

159,8

+3.868

3

16

46

Valentino ROSSI

ITA

Fiat Yamaha Team

Yamaha

159,7

+5.707

4

13

99

Jorge LORENZO

SPA

Fiat Yamaha Team

Yamaha

159,6

+6.221

5

11

5

Colin EDWARDS

USA

Monster Yamaha Tech 3

Yamaha

158,4

+27.092

6

10

58

Marco SIMONCELLI

ITA

San Carlo Honda Gresini

Honda

158,2

+30.021

7

9

19

Alvaro BAUTISTA

SPA

Rizla Suzuki MotoGP

Suzuki

158,1

+31.826

8

8

11

Ben SPIES

USA

Monster Yamaha Tech 3

Yamaha

157,9

+35.572

9

7

14

Randy DE PUNIET

FRA

LCR Honda MotoGP

Honda

157,1

+47.564

10

6

7

Hiroshi AOYAMA

JPN

Interwetten Honda MotoGP

Honda

157,0

+49.598

11

5

33

Marco MELANDRI

ITA

San Carlo Honda Gresini

Honda

157,0

+49.999

12

4

69

Nicky HAYDEN

USA

Ducati Team

Ducati

156,9

+50.703

13

3

40

Hector BARBERA

SPA

Paginas Amarillas Aspar

Ducati

156,9

+51.422

14

2

41

Aleix ESPARGARO

SPA

Pramac Racing Team

Ducati

156,8

+52.843

15

1

36

Mika KALLIO

FIN

Pramac Racing Team

Ducati

155,5

+1'14.668

Non classificato

 

 

65

Loris CAPIROSSI

ITA

Rizla Suzuki MotoGP

Suzuki

158,0

3 Giri

I video di MOTOCICLISMO

Guarda tutti i video di MOTOCICLISMO >>
© RIPRODUZIONE RISERVATA