MotoGP 2009: Rossi vince in Germania e dà paga a Lorenzo, secondo. Bene Pedrosa, terzo. In calo Stoner

Valentino Rossi, in sella alla Yamaha ufficiale, si è aggiudicato la 101esima vittoria in carriera, conquistando il primo gradino del podio nel Gran Premio di Germania. Rossi l’ha fatta in barba al compagno di squadra Jorge Lorenzo, che, dopo un lungo inseguimento, ha cercato di tagliare il traguardo in testa, ma si è fatto battere per un pelo dal Dottore, il quale ha allungato e lo ha battuto. Stoner, invece, con al Ducati non è riuscito ad essere incisivo fino in fondo e si è dovuto accontenta

Cronaca




Sachsenring (GERMANIA) 19 luglio 2009
– Valentino Rossi, in sella alla Yamaha ufficiale, si è aggiudicato la 101esima vittoria in carriera, conquistando il primo gradino del podio nel Gran Premio di Germania. Rossi l’ha fatta in barba al compagno di squadra Jorge Lorenzo, che, dopo un lungo inseguimento, ha cercato di tagliare il traguardo in testa, ma si è fatto battere per un pelo dal Dottore, il quale ha allungato e lo ha battuto. Stoner, invece, con al Ducati non è riuscito ad essere incisivo fino in fondo. Dopo aver dominato parte della corsa, si è lasciato superare in successione da Rossi, Lorenzo e Pedrosa e si è dovuto accontentare del quarto posto. Pedrosa, con la Honda HRC, è arrivato terzo, soddisfatto del nuovo motore, ma limitato dai problemi con le gomme. Dani e Jorge hanno scelto coperture Bridgestone con mescola dura: non entravano in temperatura e si consumavano molto prima del previsto; la spalla si è sbriciolata nell’arco di pochi giri. Per lo stesso motivo Andrea Dovizioso (Honda HRC) si è dovuto ritirare. Il Campione di Tavullia ha, invece, fatto la scelta giusta. Ha preferito coperture morbide davanti e dietro, perché: “Qui vanno meglio, fa fresco, le dure non entrano in temperatura e non hanno grip”.

Valentino è chiaramente soddisfatto: “Sono partito molto concentrato e sapevo di essere veloce. Fino a metà gara Stoner è andato forte, ma da metà gara in avanti ero più veloce io e lo ho passato. Verso la fine staccavo sempre più all’ultimo per guadagnare metri. Lorenzo mi ha passato, ma poi io sono riuscito a ripassarlo. Lui ha tentato di riprendermi, ma non ci è riuscito. Negli ultimi due giri sono andato veramente forte. Purtroppo, quando ho passato Stoner, ho preso una brutta imbarcata e mi sono un po’ spaventato, perciò non ho aperto tutto, altrimenti avrei potuto prendere un po’ più di gap, ma non fa nulla”.

Decisamente meno positivo è Jorge Lorenzo, amareggiato per il secondo posto: “Non sono molto contento. Ho sbagliato strategia di gara: se avessi attaccato un po’ prima avrei potuto tenermi dietro Valentino. Questo perché lui è uno staccatore di prima categoria e quando ti sta davanti si inserisce sempre più tardi in curva e non riesci più a recuperarlo”. In realtà Lorenzo ha anche sbagliato abbondantemente quando stava sverniciando Rossi in interno curva ed era sul punto di passare in testa, ma non ha chiuso la traiettoria e ha lasciato al pesarese lo spazio necessario per salvare la prima posizione.

Pedrosa è invece di buon umore, ma mira al fattibile e si accontenta: “Sono molto contento, perché sembra che stiamo tornando ad essere competitivi e ora mi sento meglio. Il mio obiettivo adesso è cercare di ottenere il più bel risultato possibile per me e per la squadra. Ormai i punti da recuperare sono davvero tanti ed è molto difficile riprenderli, perciò si può solo pensare di far bene”.

Sottotono Stoner: “Sono riuscito a restare con gli altri fino alla fine e quindi va bene così. Quando mi ha superato Daniel mi è scivolato il posteriore e da lì ho fatto un po’ fatica, ma in generale sono soddisfatto perché vedevo i primi tre davanti a me e non li ho persi”.

Tempi



   
Pos. Points Num. Rider Nation Team Motorcycle Total time Gap
1 25 46 Valentino ROSSI ITA Fiat Yamaha Team Yamaha 41'21.769
2 20 99 Jorge LORENZO SPA Fiat Yamaha Team Yamaha 41'21.868 0.099
3 16 3 Dani PEDROSA SPA Repsol Honda Team Honda 41'24.668 2.899
4 13 27 Casey STONER AUS Ducati Marlboro Team Ducati 41'31.995 10.226
5 11 15 Alex DE ANGELIS RSM San Carlo Honda Gresini Honda 41'43.291 21.522
6 10 24 Toni ELIAS SPA San Carlo Honda Gresini Honda 41'52.621 30.852
7 9 33 Marco MELANDRI ITA Hayate Racing Team Kawasaki 41'53.070 31.301
8 8 69 Nicky HAYDEN USA Ducati Marlboro Team Ducati 41'53.495 31.726
9 7 5 Colin EDWARDS USA Monster Yamaha Tech 3 Yamaha 41'54.634 32.865
10 6 52 James TOSELAND GBR Monster Yamaha Tech 3 Yamaha 42'05.695 43.926
11 5 65 Loris CAPIROSSI ITA Rizla Suzuki MotoGP Suzuki 42'19.144 57.375
12 4 88 Niccolo CANEPA ITA Pramac Racing Ducati 42'22.308 1'00.539
13 3 7 Chris VERMEULEN AUS Rizla Suzuki MotoGP Suzuki 42'25.414 1'03.645
14 2 36 Mika KALLIO FIN Pramac Racing Ducati 42'25.924 1'04.155
15 1 41 Gabor TALMACSI HUN Scot Racing Team MotoGP Honda 41'22.338 1 Lap
Not classified
4 Andrea DOVIZIOSO ITA Repsol Honda Team Honda 35'10.150 5 Lap
Not finished 1st lap
14 Randy DE PUNIET FRA LCR Honda MotoGP Honda


I video di MOTOCICLISMO

Guarda tutti i video di MOTOCICLISMO >>
© RIPRODUZIONE RISERVATA