23 August 2010

Motocross: Antonio Cairoli campione del Mondo

Il siciliano il sella alla rivoluzionaria SX-F 350 si aggiudica il quarto mondiale con due gare di anticipo! Per KTM è il primo nella MX1. Nella gallery le immagini più spettacolari del campionato

Motocross: antonio cairoli campione del mondo

Con la vittoria al GP del Brasile, Antonio Cairoli diventa nuovamente campione del Mondo MX1. A Campo Grande, in Brasile, il siciliano ha conquistato il quarto titolo della sua carriera e secondo nella MX1. Per KTM si tratta invece del primo successo nella storia della classe MX1, impreziosito dal fatto che ha coglierlo è stata, al debutto assoluto, la KTM 350 SX-F.

 

"Non mi aspettavo di vincere il titolo in Brasile - ha dichiarato a caldo Tony - ma senza dubbio è sempre bello conquistare il mondiale prima possibile. Non ho voluto prendere rischi e sono stato anche un po' fortunato visto lo stop di Desalle. Ma queste sono le gare. Sono felicissimo della mia nuova moto. Siamo sempre andati fortissimo e non abbiamo avuto alcun problema tecnico, e questo è fondamentale nell'ottica del campionato. Amo la mia 350 SX-F e l'intero team, tutti mi hanno aiutato moltissimo".

 

La stagione di Cairoli in sella alla nuova KTM 350 SX-F (clicca per leggere il nostro test) è stata finora entusiasmante. Tony ha vinto alla sua prima apparizione assoluta, allo Starcross, e poi ha continuato a dominare nei circuiti del mondiale motocross: finora si è aggiudicato 13 delle 26 manches disputate, e solo una volta è rimasto giù dal podio (in Germania, dove ha ottenuto il quarto posto finale). La SX-F 350 è stata sviluppata da KTM in stretta collaborazione col 10 volte campione del mondo Stefan Everts e si è dimostrata una sfidante perfetta, grazie alla sua leggerezza ed agilità, rispetto alle più potenti 450 cc della categoria MX1.

 

Il fine settimana di Cairoli in Brasile è stato molto combattuto: nella prima manche una partenza nelle retrovie ha costretto il campione siciliano ad una rimonta che, come sempre, trova in "entusiasmante" l'unico aggettivo consono. Sotto la bandiera a scacchi infatti Cairoli finiva al secondo posto, dopo un duello al photofinish con Desalle, che si è dovuto piegare proprio nelle ultime concitate fasi di gara al duo Cairoli-KTM.

 

La seconda manche è stata caratterizzata da un po' di suspence quando Tony, a metà gara, incappava in una banale caduta che lo faceva retrocedere dalla seconda alla quarta piazza. Ripartito immediatamente, il pilota di Messina si lanciava di nuovo all'inseguimento del leader Desalle. A due giri dalla conclusione, il colpo di scena. Quando ormai i due erano a contatto, la moto del belga si ammutolisce fuori da una curva. Tony passa in testa e, grazie allo zero del vallone, è virtualmente campione del mondo. Il tempo sembra non passare più in quegli interminabili ultimi due giri, poi la bandiera a scacchi sancisce il verdetto: Tony Cairoli e KTM sono campioni del mondo MX1 2010!

 

La cronaca della gara brasiliana ha visto i colori KTM anche con Max Nagl e Rui Goncalves, col tedesco che è finito sul podio assoluto in terza posizione, e il portoghese che ha corso una delle migliori gare della stagione conclusa col quinto posto finale.

 

Nella MX2 il campione del mondo in carica Marvin Musquin ha offerto come sempre un grande spettacolo ed ha conteso in entrambe le manches la vittoria al giovane Ken Roczen. Alla fine il grosso vantaggio in campionato hanno consigliato al francese di non forzare oltre il dovuto, così Musquin si è - diciamo così - accontentato di due ottimi secondi posti dietro al fortissimo tedesco. L'appuntamento con la festa, per lui, è solo rimandato. Poca fortuna per Shaun Simpson, che si è lussato una spalla cadendo durante la prima manche.

I video di MOTOCICLISMO

Guarda tutti i video di MOTOCICLISMO >>
© RIPRODUZIONE RISERVATA