Motociclista scivola, paga il gestore del servizio idrico

Una tubatura rotta provoca la caduta di un motociclista su una strada de L’Aquila; il gestore del servizio idrico ha risarcito lo sfortunato

Motociclista scivola, paga il gestore del servizio idrico

 

A L’Aquila, una tubatura dell’acqua rotta crea un allagamento e un motociclista cade: niente di grave per l’uomo ma il gestore del servizio idrico è stato condannato a pagare i danni riportati. Infatti, l’azienda era stata avvisata del danno (i fatti risalgono a novembre 2005, come riporta Sicurauto.it) ma non aveva provveduto tempestivamente alla riparazione, minimizzando i rischi del danno.

 

Così, il motociclista dopo l’incidente aveva chiamato in causa il Comune e l’azienda di servizi per ottenere il rimborso dei danni. È andata bene all’amministrazione pubblica che si è potuta smarcare dichiarando che aveva segnalato il guasto al gestore dei servizi idrici e, quindi, non è stata considerata responsabile dal giudice. In conclusione, il motociclista ha ricevuto un risarcimento di 1.346,75 euro a fronte del danno subito.

 

In caso di incidente, a volte vanno accertate le eventuali responsabilità degli enti gestori delle strade o, come in questo caso, di aziende di servizi. Ad esempio, possiamo ricordare il motociclista rimasto paraplegico a seguito di una caduta e risarcito con un milione di euro dall’Anas. Vi rimandiamo anche all’articolo in cui vi segnaliamo come fare ricorso in caso di una caduta causata da una buca sull’asfalto.

I video di MOTOCICLISMO

Guarda tutti i video di MOTOCICLISMO >>
© RIPRODUZIONE RISERVATA