"Motociclismo trascura Aprilia"

A causa di un direttore esterofilo, Motociclismo si disinteressa della Casa di Noale. Questa la critica di un lettore, che ci ha scritto per avere chiarimenti

1/24 Aprilia RSV4 1100 Factory 2019: le foto del test

1 di 2

Caro direttore, voi trascurate Aprilia. Non ne parlate, non monitorate i social, e da grande appassionato del Marchio di Noale questo mi dispiace. Sono molti anni che vi compro e vi leggo, anche su internet: il direttore Aliverti non fa minimamente il tifo per il prodotto italiano! Il direttore è enormemente di parte e ha catechizzato in senso esterofilo tutta la redazione di Motociclismo. Tutti i giornali e i siti vostri concorrenti hanno decretato la RSV4 vincitrice della comparativa supersportive. Siete stati gli unici a fare una scelta diversa, viene proprio da chiedersi perché. Forse Aprilia non vi garantisce quello che offrono altri Marchi?

Davide Bona - email

1/14

Aprilia Tuono V4 1100 Factory 2019

Caro Davide, se fosse vero quanto dici, la nostra comparativa delle supersportive (Motociclismo 09/2019) non l’avrebbe vinta una Ducati Panigale. E Aprilia, negli ultimi dieci anni, non avrebbe messo la sua RSV4 spesso davanti a tutti e sempre sul podio. Per non parlare della Tuono, mattatrice indiscussa della categoria streetfighter. Il punto è che di lettere come la tua, che non trovano alcun riscontro nei fatti, ne arrivano a decine, e ci fanno pensare che alle volte il “tifo” di chi ama una Marca è cieco. Non è un delitto, anzi tutta questa passione in fondo è il motore del mondo della moto!

1/14

Aprilia Tuono V4 1100 Factory 2019: le foto del test

I video di MOTOCICLISMO

Guarda tutti i video di MOTOCICLISMO >>
© RIPRODUZIONE RISERVATA