Motociclismo Fuoristrada – FEBBRAIO 2012

In edicola Motociclismo Fuoristrada di febbraio 2012

EDITORIALE

Clicca qui per sfogliare il numero in edicola

EDITORIALE

Sì al targhino fotocopiato

Una notizia che sa di miracoloso: il Giornale di Vicenza del 12 gennaio riporta la storia di tre enduristi nei pressi del Brenta, fermati e multati per la presenza del targhino fotocopiato, sennonché a seguito del ricorso, il giudice di pace Giorgio Dioli dà loro ragione! Le multe ammontavano a ben 9.000 euro perché il reato commesso, secondo i militari della stazione di Bassano del Corpo Forestale dello Stato, era di riproduzione abusiva in violazione del monopolio di stato. Il giudice ha invece affermato che “Il Corpo forestale dello Stato non ha accertato adeguatamente la violazione”, aggiungendo che “le targhe dei motoveicoli erano rappresentate da una fotocopia” e sebbene sia “un’usanza comunque riprovevole in quanto irregolare”, ha determinato che questa targa “non è da considerarsi prodotto abusivo e, in particolare, realizzato in violazione del monopolio statale”. Questa sentenza è storica e ci permette di guardare al futuro con occhi diversi. Se un giudice ha decretato che il targhino, sebbene vietato, non rappresenta una violazione del monopolio statale, ma solo un modo, irregolare per carità, per non rompere o smarrire la targa originale, significa che qualcosa si sta muovendo e il buon senso, alla fine, vince. Questo non significa che da oggi possiamo tranquillamente fotocopiarci la targa, ma il segnale di questa sentenza è comunque forte e rappresenta un punto di inizio fondamentale, un giro di boa che ci può far remare un po' meno controcorrente nella nostra battaglia al diritto di fare enduro. Per iniziare un percorso di regolamentazione del fuoristrada, occorrono esempi come questo, che portino a un impegno da parte di Ancma e Ministero dei Trasporti per proporre, anche a pagamento, un targhino in materiale plastico alternativo a quello grande in lamiera, anche se solo per uso fuoristrada. Del resto, qualcosa si sta già muovendo grazie alla FMI, che ha previsto da regolamento che da quest’anno le moto al via dei campionati nazionali dovranno avere la targa vera. Questo ha portato a dover pensare seriamente a una soluzione e molte Case si stanno attivando. Staremo a vedere. Ma quello delle targhe è solo uno dei problemi, una goccia nel mare di fango che si allarga sempre di più in Italia (magari, in realtà è il mare di bitume che si diffonde ovunque) e così sono sempre più frequenti gli incontri e i tavoli di lavoro nei Moto Club e nei comitati regionali della FMI per trovare proposte e soluzioni concrete alla regolamentazione dell’enduro. Il sasso è stato lanciato, per di più da un giudice, non molliamo.

SOMMARIO

1 EDITORIALE

ATTUALITÀ       

4 Lettere

10 Vetrina

12 Parole, Alex Salvini

13 USA Planet

14 Gallery

20 Mercato

ENDURO

26 Test Yamaha WR450FWRooom!

34 Prova Gas Gas EC300 Full Gas... Gas

42 Prova TM EN125 Art Attack

50 Manuel Monni Ricominciamo

56 Merzouga Rally La margherita del deserto

66 Scuola enduro: i tronchi A chiodo sul legno

74News

CROSS

78 AMA SX, Anaheim Tutto uguale!

88 AMA SX, le moto In giro per il paddock

94 Alex Lupino Ricetta vincente

98 Giovanni Di Pillo The Voice

106 Le ragazze del FMX Italian Beauty

112 News

TRIAL

116 Prova Beta EVO 125 Sheppard Youth gone wild

124 Fabio Lenzi  Che lenza!

130 News

MOTARD

134 Jeff Ward Lo scozzese

140 Uros Nastran  Fatevi sotto!

144 News

GRANDANGOLO

146 Croazia: cavalcata a Buzet Dune d’argilla

154 Slovenia: turismo invernale Snow enia

164 BefangosaBe Fangous!

170 SnowX Snow Cross

172 Epoca: Andrea Marinoni Il Bogio

191 Pensieri sporchi

PAGINE GUIDA

178 Calendario Cavalcate

180 Listini

187 Elenco prove

I video di MOTOCICLISMO

Guarda tutti i video di MOTOCICLISMO >>
© RIPRODUZIONE RISERVATA