Statistiche web
15 January 2009

Motociclismo Fuoristrada - febbraio 2009

Tra gli articoli più interessanti ed esclusivi: comparativa enduro Beta RR 400 contro KTM EXC 400, prova Fantic Caballero Regolarità 200, Comparativa cross 125 cc. Husqvarna, KTM, TM.

Editoriale


Senza un goccio di aiuto


Quello di perdersi nel deserto e morire lontani da tutto e tutti è un rischio che accetta di correre il viaggiatore solitario, non chi si iscrive a un rally mondiale. Per questo, la morte di Pascal Terry, francese di 49 anni, avvenuta alla seconda tappa della Dakar sudamericana non ci va giù. Di gare pericolose ce ne sono e ce ne saranno sempre, dalla Dakar al Tourist Trophy, da Macao alla Pikes Peak. Ma in tutte queste gare il rischio che si accetta di correre è quello di cadere e farsi male, o peggio. Al momento in cui andiamo in stampa, non sono ancora chiare le cause del decesso (si parla di edema polmonare), quel che è certo è che Terry si trovava fuori dal percorso del rally, in una zona di vegetazione fitta. Accasciato a terra, senza casco, a 15 metri dalla moto, sembra sia rimasto senza benzina e abbia subito mandato il segnale di soccorso, ma non sembra essere stato vittima di un incidente, perché accanto a sé aveva acqua e cibo. Ci lascia sconcertati la lentezza dei soccorsi, perché Pascal si è perso nella seconda tappa, quella di domenica 4 gennaio, ma è stato ritrovato solo nella notte tra il 6 e il 7 gennaio. Come è potuto succedere? Il segnale di SOS del suo GPS sarebbe arrivato domenica stessa alla sede ASO di Parigi e sembra che solo il giorno successivo sia stata rinviato il segnale in Argentina. Ma la notizia di un suo avvistamento a Neuquen, città di arrivo della tappa, ha fatto interrompere le ricerche. Solo il giorno successivo, 6 gennaio, ci si è resi conto che si trattava di una notizia falsa e, in realtà, Terry non era mai ricomparso. Da lì, le riprese delle ricerche e il ritrovamento. Fatto sta che Pascal è morto solo, senza essere soccorso da nessuno, lungo il percorso della quarta tappa tra Jacobacci e Neuquen, in Argentina. È presto per dire quali siano le cause, in quanto l’autopsia si sta effettuando mentre scriviamo nell’obitorio di un ospedale di Santa Rosa, capitale di Las Palma. Di certo qualcuno avrà le sue responsabilità. Sul sito ufficiale della Dakar (www.dakar.com), viene riportata la triste notizia del ritrovamento del corpo di Terry. Poche righe, senza troppi particolari sull’accaduto. È evidente che c’è stata una smagliatura nella rete organizzativa e non c’è troppa voglia di dar spiegazioni sull’accaduto.
La pericolosità di gare come la Dakar è fuori discussione. Ci sono motivazioni interiori che portano un uomo a buttarsi in una competizione tanto rischiosa: nessuno pretende che tutti le comprendano, tantomeno che le accettino. Per alcuni è il gusto dell’adrenalina, per altri è semplicemente l’unico modo che conoscono per godere dell’andare in moto e, semplicemente, accettano i rischi senza pensarci  troppo su. L’imprevisto c’è per tutti, ma chi corre per vincere o chi va oltre la sue capacità e la sua esperienza sa che sta rischiando molto. Chi invece, come Terry (163° dopo la prima tappa), corre con la testa, cerca di limitare i danni. Chi parte per una gara così mette in conto anche il peggio, perché la brutta caduta ci può sempre stare. Quello che non ci può stare è che, con sistemi di "sicurezza satellitare" come l'Iritrack, non ti trovino per due giorni e mezzo. Questo non lo accettiamo.

Sommario



1
EDITORIALE

ATTUALITÀ

4
Lettere
12
Parole, Alex Salvini
14
Saranno Fangosi
16
Vetrina
18
Gallery
24
Concorso Vota la moto dell’anno
26
Sebastien Tortelli  Oggi Tortelli

ENDURO

36
Comparativa 400 Corsa sui 400 ostacoli
46
Fantic Caballero Regolarità 200 Caballo da tiro
54
Beta RR 450 Power Bike Special della special
62
Roof of Africa Armageddon
70
Bruno Ferrari Ferro ruvido
76
Mondiale WEC Highlights
82
Nazareno Muccifuora L’enduro è Europeo
86
News

CROSS

74
Supercross AMA Botti di capodanno
90
Comparativa 125 Zanzare tigri
114
AnteprimaTM MX 250 F 09 La prima della classe
118
Telaio composito by CRM Si trama qualcosa
126
Athena Una nuova sede
132
News

MOTARD

136
Supermoto in crisi Alzati e derapa
144
Gozzini in Australia Mr. crocodile
152
Test Aprilia Lazzarini-Beltrami Sogni di rock and roll
160
News

GRANDANGOLO

162
Winter wheels - Bormio Il manto mi dà tanto
168
Regolarità cittadina Le moto parlano
174
Desert Logic Le goditrici
182
Turismo: Medio Campidano Tra talco e realtà
190
Johnny Campbell 11 volte Johnny
194
Guida all’usato Honda XR 650 Taglia unica XR
215
Pensieri sporchi

PAGINE GUIDA

202
Calendario Cavalcate
204
Listini
212
Elenco prove
214
Mercatino
© RIPRODUZIONE RISERVATA