Moto2, Montmelo: Zarco primo, Morbidelli crash

Qualifiche Moto2 2016, Montmelo, Barcellona, Catalunya: una sessione dominata dal Campione in carica Johann Zarco, che conquista la pole position già a metà turno. Altalenanti gli italiani. Cronaca ed immagini

Qualifiche Moto3, la cronaca

Ottime condizioni di irraggiamento e temperatura accolgono le 600cc della classe di mezzo del motomondiale nel pomeriggio di Barcellona.
I pensieri di tutti i piloti della categoria vanno sicuramente al collega Luis Salom deceduto proprio qui venerdì nelle FP2, ma i motori si accendono e i piloti entrano in pista - questa è anche la volontà della famiglia di Luis-.
 
I primi minuti del turno sono interamente dedicati a prendere confidenza con le nuove varianti della pista, provate solo stamattina in FP3. Qualche lungo nelle varianti e una caduta del pilota del Team Estrella Galicia e “studente” della VR46 Accademy Franco morbidelli, che rovina il lato destro della propria moto.
Rins inizia ad imporre il proprio ritmo così come aveva fatto già stamane. A posizioni invertite rispetto a stamattina lo inseguono Sam Lowes e Johann Zarco. Il francese precede al momento un agguerrito Axel Pons, Baldassarri e il veloce (nelle FP3) Tom Luthi. Seguono  Simone Corsi e Folger, mentre Cortese, dopo la caduta nelle libere, sembra non aver ancora trovato il ritmo giusto.
A mezz’ora dal termine Franco Morbidelli inizia a far segnare personali parziali record, ma viaggia purtroppo attorno alla sedicesima posizione.
 
A 28 minuti dal termine un altro colpo di scena per Franco Morbidelli, che questa volta cadendo distrugge la propria Kalex. In ingresso di curva 9 l’italiano fa scivolare il posteriore della propria Moto2 oltre la gobba della striscia di asfalto, facendo così “imbizzarrire” la moto, che toccando la terra lo disarciona e lo fa volare ad alta velocità nella ghiaia e fino agli air fence. Il pilota però sembra non essersi fatto male e con le proprie gambe raggiunge il centro medico. La gara di domani si complica così per Franco, che dovrà partire dalla quindicesima posizione (che è quella che ha temporaneamente conquistato) o oltre.
 
A 21 minuti dalla bandiera a scacchi il Campione del Mondo in carica abbatte il crono di Alex Rins, alzando l’asticella a 1’49”314, migliorando il tempo dello spagnolo di 365 millesimi. Il giro successivo fa ancora meglio, limando ancora 2 decimi al proprio tempo. Nakagami si migliora e si porta terzo, mentre Lowes, che sta tirando per il tempo, cade in percorrenza alla 9, rovinando la moto.
Luthi esce allo scoperto e con un gran giro scala la classifica fino alla sesta piazza, a meno di 6 decimi dalla vetta.

La grinta di Sam Lowes è dimostrata ancora una volta dal pilota che porta la propria moto, spingendola a mano, al box scansando i propri meccanici ed esortandoli a riparargli velocemente la moto: mancano infatti solo 15 minuti al termine della qualifica.
Morbidelli torna intanto al box in buone condizioni fisiche, sicuramente migliori di quelle della propria moto, caduta, fino ad ora, 3 volte nel weekend.

Continuano intanto i problemi per Denny Kent e la propria moto del team Leopard, che fin’ora non si è mai mosso dall’ultima posizione, ma ora sembra migliorare: scala 8 posizioni fino al 20° posto.
Baldassarri mette insieme 4 bei parziali in altrettanti settori e riesce a strappare una promettente sesta posizione quando mancano 6 minuti alla bandiera.
Torna in pista a cannone Sam Lowes con la moto riparata e la carenatura nuova, pronto per l’attacco alla pole. Settori record a valanga ora, negli ultimi minuti: Luthi 3°, Marquez 7° e Cortese 10°, quando mancano ancora 2 giri sfruttabili.
Zarco e Rins si studiano ma lo spagnolo non vuole concedere la propria scia, così Pasini si attacca alla scia di Zarco. Sam Lowes commette un errore alla penultima curva e rovina il proprio giro migliore, perdendo l’occasione anche di poterne fare un secondo: infatti prende bandiera per pochissimi secondi.

Nell’ultimo passaggio non si migliora nessuno entro le prime 10 posizioni: Zarco partirà dunque dal palo, con a fianco Rins e Luthi. Lo svizzero precede Nakagami, Lowes, Pons e Baldassarri 8°.

Prima pole stagionale per Zarco, ma la concorrenza è vicina e agguerrita

Un Johann Zarco rinvigorito dalla vittoria al GP d’Italia fa fermare il cronometro a 1’49”179 già a metà turno: nessuno riesce a migliorare il tempo del francese anche a causa delle cadute che affliggono piloti come Lowes e Morbidelli. Un Rins secondo promette battaglia per la gara di domani: il passo gara dello spagnolo è infatti notevole, ma i pericoli per il francese potrebbero arrivare anche dal terzo pilota della classifica del Mondiale, Tom Luthi. Nakagami, sempre costante nel turno, precede il capoclassifica del mondiale Sam Lowes, che quest’oggi ha fatto un paio di errori di troppo che gli sono costati la prima fila.

Più indietro troviamo Baldassarri (8°), Corsi (11°), Morbidelli, Pasini e Marini ad occupare rispettivamente dalla 18esima alla 20esima casella. Una rimonta difficile aspetta soprattutto Morbidelli, che nonostante i  3 incidenti in due giorni, ha dimostrato un potenziale molto maggiore rispetto al 18° posto.
 
Domani è tutto pronto per le gare: non perdetevele (controllate gli orari TV) e ricordate di giocare al nostro FantaMOTOCICLISMO! Le regole sono sempre le stesse: fate il vostro pronostico sulle prime 5 posizioni della gara della Classe Regina e, a fine stagione, chi avrà totalizzato più punti potrà diventare tester di Motociclismo per un giorno! 

CLICCATE QUI PER GIOCARE
 

Mondiale Moto2 2016, Montmelo: griglia di partenza

I video di MOTOCICLISMO

Guarda tutti i video di MOTOCICLISMO >>

Tags

© RIPRODUZIONE RISERVATA