Bellissima Moto3 a Barcellona: vince Navarro

Gara Moto3 2016, Montmelo, Barcellona, Catalunya: corsa di autorità del pilota del team Estrella Galicia sul circuito del Montmelo: la spunta su un magistrale Brad Binder e su un combattivissimo Bastianini. Bravi gli italiani dello Sky Racing Team, Fenati e Bulega. Peccato per Antonelli nel finale

Moto3, GP di Catalunya: il report della gara giro per giro

Partenza della Moto3 con condizioni atmosferiche perfette: 25° la temperatura dell’aria, 36° quella rilevata sull’asfalto del circuito del Montmelo. I piloti si dicono soddisfatti del grip offerto dalla pista, primo fra tutti Jorge Navarro, il più veloce nel WUP di stamattina. Pecco Bagnaia (che è uno dei pochi che ha optato per il compound più morbido all’anteriore) si dimostra fiducioso ma  preoccupato per la durata delle gomme con questo cambio di layout della pista sulla quale si corre, ricordiamo, con il percorso omologato Formula1 (cioè con la modifica di percorso alla curva 9 e alla curva 12).
 
Partenza: Grande scatto per Brad Binder, molto meno per Navarro. Binder gira primo, ma è inseguito da vicinissimo da Bastianini e da Antonelli.
Giro 1/22: Pawi sopravanza Antonelli. Valtulini cade nel contatto con un Masbou –abbattuto- ma riesce a ripartire.
Giro 2/22: Sul rettifilo di partenza Bastianini sorpassa Binder, ma in fondo al rettilineo si trova davanti un Pawi che esegue una staccata paurosa. A metà giro l’italiano prova a restituire il sorpasso a Pawi, ma il malese chiude la porta. Intanto Navarro sopravanza Binder per la terza posizione.
Giro 3/22: Pawi viene risucchiato dalle scie e gira 4° alla curva 1. Navarro si prende la leadrship, mentre dietro a pawi combattono ancora tutti uniti Canet, Rodrigo e Bagnaia. Un lungo di gruppo rimescola le posizioni, mentre Rodrigo fa il giro migliore della gara in 1’44”569. Cade maria Herrera e in un altro punto avviene il contatto fra Ono e Danilo, che distruggono le rispettive moto. Binder nel frattempo riconquista la leadership.
Giro 4/22: Rodrigo passa secondo sul traguardo ma grazie alla scia dell’ufficiale KTM sembra poter girare per primo alla 1, ma il gruppo appena dietro fa sfumare il proposito dello spagnolo. Le due moto del team Estrella Galicia si mettono al comando del gruppo di testa, che inizia a sgranarsi anche a causa dello strattone di Navarro, che gira in 1’54”240.
Giro 5,6/22: Fenati inizia a finalizzare il proprio passo, arrivando al 5° posto e tirandosi dietro Bastianini e Bulega. Bagnaia e Guevara si toccano alla curva 10: l’italiano della Mahindra, abbattuto, prova a ripartire ma non ci riesce. Nuovo giro veloce di Rodrigo, che sorpassa Canet e si mete all’inseguimento di Navarro. 1'54”1 in nuovo best crono di Rodrigo.
Giro 7/22: 4 sono i decimi che separano Navarro capofila da Canet, che ha nuovamente sorpassato Rodrigo in rettilineo. Errore in curva 7 di Navarro, che perde tutto il proprio vantaggio e rientra in quinta posizione davanti a Bestia Bastianini.
Giro 8/22: Giro migliore di Romano Fenati che in 3 curve si prende la leadership: 1’54”154. Si preannuncia un Fenati show, ma Rodrigo, Navarro, Canet e Binder non sembrano d’accordo. Giù Migno, che però riparte.
Giro 9/22: Brad binder prende la scia di Fenati e Rodrigo e arriva in fondo al dritto con 10 km/h  in più dei diretti avversari, ma frena fortissimo ed entra primo nel misto. Grandissima battaglia di sorpassi e controsorpassi tra Fenati, Rodrigo e Navarro
Giro 10/22: ad ogni rettilineo si rimescolano le posizioni di testa grazie alle scie. Il gruppo iniziale conta ormai “pochi” piloti, tutti con lo stesso passo e tra cui figurano anche Bastianini e Bulega. Antonelli è piuttosto lontano, a guidare gli inseguitori.
Giro 11, 12/22: Mir, 15°, fa segnare la miglior prestazione ed è il primo a girare sotto al 1’54” – ciò vuol dire più di 2 secondi più rapido dell’attuale leader di gara Jorge Navarro. Fenati è sempre nella bagarre e chiude il passaggio con 3 decimi di vantaggio su Navarro che lo insegue.
Giro 13/22: Aggressivo Bastianini, che si mette a combattere per le posizioni da podio. La bagarre dietro sembra favorire Fenati, che guadagna qualche metro. La fuga di Romano però dura poco e in meno di un giro viene riassorbito.
Giro 14/22: Bastianini è il nuovo leader, ma viene sopravanzato da Navarro, che sembra avere un po’ di più. Il gruppo di testa si sfilaccia: Canet non ce la fa a tenere il passo e si allontana. Sono in 7 a giocarsi la vittoria. Cade Antonelli, che stava recuperando sul gruppone: un vero peccato per l’italiano.
Giro 15/22: Navarro non riesce ad allungare, ma sempre il padrone di casa guida il gruppo
Giro 16-17/22: Bastianini tenta il sorpasso e ci riesce, ma viene ri sorpassato. Bastianini non molla e Fenati è subito dietro. Con le posizioni attuali Brad Binder perderebbe punti importanti in ottica campionato sia su Fenati che su Navarro: il sudafricano è infatti dietro a Fenati , tallonato da Rodrigo.
Giro 18/22: Fenati si rimette al comando, ma il motore della Honda di Navarro lo risucchia. I due sbagliano frenata e vengono sorpassati da Bastianini, Binder e Rodrigo.
Giro 19/22: Qualche metro separa ora i primi 5 piloti da Pawi e Bulega
Giro 20/22: Bulega sorpassa Pawi e riesce a ricongiungersi con il gruppo. Rodrigo e Binder si toccano in curva 12: rischio altissimo di caduta per entrambi, che in effetti perdono molto tempo. Il capoclassifica è ora ultimo del gruppo di testa a qualche metro. Cade anche Pawi, che stava combattendo per un posto sul podio.
Giro 21/22: Binder torna su Bulega e lo sorpassa sul rettilineo. Alla frenata della curva 1 si chiude l’anteriore a Rodrigo, che finisce nel sabbione e non riesce a ripartire. Un sorpasso azzardato di Fenati su bastianini, 2°, assicurano un buon vantaggio a Navarro, che all’ultimo giro è difficile da colmare
Ultimo giro: Fenati e Bastianini si danno battaglia, ma Binder uccella entrambi in curva 7. Bulega passa Canet, ma nulla possono Bastianini e Fenati su Binder. Quinto Bulega.
Bandiera a scacchi: Passa sotto alla bandiera a scacchi Jorge Navarro con un “rassicurante” mezzo secondo di margine su Binder, che precede nell’ordine Bastianini, Fenati e Bulega. Canet 6°, davanti a Quartararo, Mir e Di Giannantonio.
Occupano le ultime posizioni, dalla diciottesima alla ventiduesima nell’ordine Migno, Locatelli, Antonelli, Spiranelli e Petrarca.
 

Jorge Navarro festeggia la prima vittoria in Moto3

Una gara all’arrembaggio, questa del GP di Catalunya, disputata dai piloti Moto3. Piena di emozioni come solo una gara Moto3 può regalare, è stata ricchissima di sorpassi e di battaglie a piccoli gruppi. Abbastanza bene gli italiani, primi fra tutti il pilota della VR46 accademy Fenati e Bulega, che hanno condotto una gara costante e oculata, senza troppe imperfezioni. Prima vittoria per il pilota Honda che occupa attualmente il secondo posto nella classifica Mondiale, molto felice del risultato dopo tanti podi ed il ritiro al Mugello. Male i nostri connazionali ad eccezione di un eccezionale Bastianini: Migno, Locatelli, Antonelli, Spiranelli e Petrarca occupano gli ultimi posti tra coloro che sono arrivati alla fine, tutti però senza punti iridati. Peccato per Antonelli, caduto nel finale durante un grande recupero proprio negli ultimi giri.
 
Dopo un’altra gara emozionante, è il momento della Moto2 e poi della MotoGP: qui trovate gli orari TV! Se invece non l’avete ancora fatto, affrettatevi a giocare al nostro FantaMOTOCICLISMO! Le regole sono sempre le stesse: fate il vostro pronostico sulle prime 5 posizioni della gara della Classe Regina e, a fine stagione, chi avrà totalizzato più punti potrà diventare tester di Motociclismo per un giorno! 

CLICCATE QUI PER GIOCARE
 

Mondiale Moto3 2016, GP di Catalunya: classifica gara

Mondiale Moto3 2016: classifica generale

I video di MOTOCICLISMO

Guarda tutti i video di MOTOCICLISMO >>
© RIPRODUZIONE RISERVATA