24 March 2013

Moto nuova: mi informo sulle riviste. Per l’usato c’è il web

Il bar è meglio di Facebook, web e carta sono pari. Lo avreste detto? Sono i sorprendenti risultati del sondaggio a cui vi avevamo chiesto di partecipare, argomento “moto e internet”

Moto nuova: mi informo sulle riviste. per l’usato c’è il web

Motociclismo a breve compirà cento anni. Nei nostri archivi, la Storia della moto e dei suoi protagonisti. Mani amorevoli hanno conservato di tutto, ispirate dalla spontanea convinzione che la memoria accoglie e predispone i cambiamenti senza mettere in disaccordo passato e futuro. Già, passato e futuro. Di fronte alla svolta imposta da quel nuovo, potente mezzo di comunicazione e di condivisione che è internet, noi di Motociclismo ci siamo adeguati, ma ci siamo anche chiesti come è cambiato il modo dei motociclisti di rapportarsi alla moto nell’era del web. Dal nostro consueto sondaggio del lunedì, emergono risultati sorprendenti (li trovate nel dettaglio cliccando qui).

IL CONCESSIONARIO È “MORTO”, L’HA UCCISO LA RETE
Alzi la mano chi non ha mai chiesto un consiglio al proprio concessionario di fiducia per orientarsi nella scelta di acquisto della moto. D’accordo, sappiamo bene che c’è un palese conflitto di interessi, ma quando il Gianni o il Lele ci dicono che quella moto è buona, ci convinciamo che lo sia per davvero. Non è più così. Se oggi tante saracinesche (purtroppo) si abbassano, la colpa non è soltanto della spaventosa contrazione delle vendite: pare infatti che solo il 6% dei nostri intervistati si affidi al parere del concessionario di fiducia per orientarsi nella scelta di un prodotto, mentre sono più del triplo le persone che cercano informazioni su un forum o su un  sito internet di riferimento.

LA RIVISTA CARTACEA INCIDE SULLE VENDITE DEL NUOVO, IL WEB SULL’USATO
Abbiamo chiesto quale sia secondo voi il giudizio che conta di più e che considerate più determinante nell’indirizzare la scelta di acquisto di una nuova moto. Risposta: l'opinione del tester di una rivista autorevole. Di una rivista cartacea, si intende. A dirlo sono più della metà degli intervenuti al nostro sondaggio on line, che giocoforza dovrebbero avere una certa affinità con la Rete. Questo – bisogna riconoscerlo - è stato il risultato forse più sorprendente: tra le opinioni “libere” del web e quelle “prezzolate” della carta stampata la gente si fida molto di più delle seconde. Ritenendole dunque meno assoggettate ai poteri forti di quanto non si dica (su internet in particolare). Sull’usato, invece, non c’è confronto: piuttosto che sfogliare una rivista specializzata (1%) o acquistare l’usato da una persona di fiducia (12%) o ancora fare un giro dal concessionario (25%), due persone su tre il giro se lo fanno… in Rete!

MA QUALE PUNTO DI INCONTRO: IL GRANDE FLOP DI FACEBOOK
Partiamo col dire che il popolo motociclista, quando c’è da parlare di moto, si spacca in due: per metà si ritrova sul web, l’altro 50% in posti “fisici”, come per esempio il bar (34%) o il Motoclub (15%). I forum spiccano con il loro 40% di preferenze, mentre Facebook a sorpresa è fanalino di coda. Solo l’11% dei motociclisti ci si ritrova a parlare di moto. 

I video di MOTOCICLISMO

Guarda tutti i video di MOTOCICLISMO >>

Tags

© RIPRODUZIONE RISERVATA