SPECIALE SALONE EICMA 2021
Tutte le novità Casa per Casa

Moto Morini: il Tribunale civile di Bologna decreta il fallimento

Il giudice Atzori del Foro bolognese ha emesso la sentenza dichiarativa di fallimento della Moto Morini, per cui non si è trovato ancora un acquirente. Restano poche speranze.

Moto morini: il tribunale civile di bologna decreta il fallimento

Bologna 18 maggio 2010 – Rivelatisi vani la ricerca di un acquirente e da ultimo il tentativo di accordo con Nuova Garelli, società di Paolo Berlusconi, il giudice Atzori del Tribunale civile di Bologna ha emanato il decreto di fallimento della Moto Morini. Ora i dipendenti ed i Sindacati sperano che la stessa Corte, responsabile della sentenza di fallimento, possa disporre l’esercizio provvisorio dell’impresa, se la posizione di Morini nei confronti dei creditori lo permetterà. La Fiom-Cgil ha fatto sapere di aver rifiutato, di comune accordo con le Rappresentanze Sindacali Unitarie, la proposta di Berlusconi, poiché il piano industriale è pervenuto alle parti sociali solamente a parole e non è mai stato formalizzato con un impegno scritto. La stessa Fiom sostiene di aver presentato una controproposta scritta con contenuti legati agli intenti della Nuova Garelli e che quest’ultima si sarebbe rifiutata di sottoscriverla. Certo è che, se l’esercizio provvisorio per la ricerca di un compratore dovesse essere negato, per Moto Morini non resteranno altro che due possibili epiloghi, uno meno, l’altro più drammatico: la vendita all’asta al miglior offerente o, peggio ancora, la vendita fallimentare distinta di tutti i beni dell’azienda. Nel frattempo, Nicola Patelli e Cristina Pattarozzi della Fiom di Bologna si sono detti disponibili a confrontarsi con chiunque intenda presentare una proposta seria per salvare Moto Morini.

I video di MOTOCICLISMO

Guarda tutti i video di MOTOCICLISMO >>
© RIPRODUZIONE RISERVATA