- 05 November 2017

Ispirata alle endurance del passato: Moto Morini Corsaro Ti22

Una versione speciale ispirata alle due ruote utilizzate nelle gare di endurance degli anni ’70. Sviluppata sulla base della Corsaro ZZ, si differenzia per un look da café racer e per l’utilizzo di materiali e componenti pregiati
1/13 Moto Morini Corsaro Ti22

Ispirata alla gare di endurance del passato

Vista posteriore della Moto Morini Corsaro Ti22
Insieme alla nuova “Milano”, Moto Morini presenta anche la Corsaro Ti22, una versione speciale della Corsaro che trae ispirazione dalle moto utilizzate nelle corse di endurance degli anni Settanta. La moto, realizzata dal reparto One-Off della Casa, è sviluppata sulla base della Corsaro ZZ, con la quale condivide motore e telaio, ma si differenziadalla sorella per un look da café racer e per l’utilizzo di materiali e componenti pregiati. Ad esempio, già nel nome la Ti22 richiama il Titanio, materiale con cui è realizzato uno degli elementi che più si fanno notare nella moto, l’impianto di scarico.

Per donare alla moto l’aspetto delle vecchie due ruote utilizzate nelle gare di endurance, sulla nuova “Ti22” è stato montato un faro tondo, al posto del doppio proiettore utilizzato sul modello di serie, circondato da un cupolino in alluminio battuto a mano. In alluminio anche il serbatoio, più sottile di quello standard, e il codino monoposto. La livrea, nero e bronzo, lascia a vista alcune aree in alluminio, proprio per evidenziare il largo uso di questo materiale che è stato fatto per realizzare la moto, proprio come sulle moto da gara del periodo a cui questa special si ispira.

Dettagli pregiati

L’impianto da scarico è realizzato da Arrow appositamente per questo modello: i collettori compiono alcune “evoluzioni” che ricordano le espansioni dei motori a 2T, arrivando quasi ad abbracciare il basamento del motore 1200 CorsaCorta. Il doppio terminale sovrapposto è in titanio, con fondelli in carbonio tagliati in obliquo. La piastra di sterzo, sulla quale sono fissati i semimanubri, è ricavata dal pieno e riporta le due “M” del logo Moto Morini. A differenza della ZZ, sulla nuova Ti22 troviamo cerchi a raggi (gommati Pirelli Diablo Superbike), al posto di quelli a razze in alluminio forgiato.

Confermate poi le caratteristiche tecniche della Corsaro ZZ: motore bicilindrico a V di 87° di 1.187 cc, in grado di erogare una potenza massima di 139 CV con un picco di coppia di 125 Nm; telaio a traliccio in tubi di acciaio; impianto frenante Brembo (ma con leve al manubrio in carbonio) e strumentazione digitale da 5” AIM, personalizzabile.
Sulla Moto Morini Corsaro Ti22 l’impianto da scarico è realizzato da Arrow: i collettori compiono alcune “evoluzioni” che ricordano le espansioni dei motori a 2T, arrivando quasi ad abbracciare il basamento del motore 1200 CorsaCorta
© RIPRODUZIONE RISERVATA
Ultimi articoli