a cura della redazione - 08 agosto 2018

Hanoi chiude alle due ruote!

Nel tentativo di ridurre l'inquinamento e il traffico la capitale del Vietnam, Hanoi, pensa a una soluzione drastica: vietare l'accesso a moto, motorini e scooter
1/11 Nel tentativo di ridurre l'inquinamento e il traffico la Capitale del Vietnam pensa a una soluzione drastica: vietare l'accesso a moto, motorini e scooter

Stop a 5 milioni di veicoli

Le autorità vietnamite hanno annunciato un piano studiato per ridurre l'inquinamento e il traffico nella capitale Hanoi. Il progetto, nato a luglio 2017, ha lo scopo di migliorare la qualità della vita dei 7,7 milioni di abitanti e prevede entro il 2030 di vietare l'accesso in città a moto, scooter e motorini. Non stiamo parlando di qualche migliaia di veicoli, ma le stime parlano di ben 5 milioni! Nel 2016 la zona di Hanoi è stata la seconda zona più inquinata di tutta l'Asia, dietro solamente alla provincia di Saraburi in Thailandia. Nel corso dello stesso anno, l'Organizzazione Mondiale della Sanità ha contato solo 38 giorni in cui la qualità dell'aria era da considerarsi "buona", con i picchi di inquinamento nei mesi più secchi dell'anno (da dicembre a febbraio), quando i venti portano nella zona anche l'aria "sporca" dalla Cina.

Succedesse in Italia saremmo i primi a salire sulle barricate, ma guardando le foto presenti nella gallery ci viene da pensare che forse l’amministrazione della capitale vietnamita non ha tutti i torti. Anche perché da qui al 2030 verranno realizzate (due sono già in costruzione) nuove linee della metropolitana. Altre misure adottate dal consiglio includono la piantumazione di quasi un milione di alberi e l'incoraggiamento delle persone a sostituire la benzina con biocarburanti più puliti. Gli abitanti della città però non ci stanno e dicono che sarà impossibile vietare alle persone di usare il mezzo di trasporto con il quale sono cresciuti.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Ultime notizie news