Moto e scooter elettrici, incentivi fino a 4.000 euro

Tra gli emendamenti inseriti dalla Commissione Bilancio della Camera nel decreto Rilancio troviamo quello che riguarda gli incentivi per l'acquisto di moto e scooter elettrici, che (se confermati) potrebbero arrivare fino a 4.000 euro. Manca solo l’ok del Parlamento

1/13

Proseguono i lavori della Commissione Bilancio della Camera sul decreto Rilancio (D.L. 34/2020) e sono molteplici gli emendamenti che hanno ottenuto il via libera. Tra di questi troviamo, finalmente, quello che riguarda gli incentivi per l'acquisto di moto e scooter elettrici, che potrebbero venir prorogati e per i quali potrebbe non esser più necessaria la rottamazione di un vecchio veicolo.

Nel testo dell’emendamento si legge infatti: “Nel rispetto delle vigenti disposizioni in materia di aiuti di stato, a coloro che nell’anno 2020 acquistano, anche in locazione finanziaria, e immatricolano in Italia un veicolo elettrico o ibrido nuovo di fabbrica delle categorie L1e, L2e, L3e, L4e, L5e, L6e, L7e (ciclomotori, scooter, moto, tricicli e quadricili elettrici, ndr) è riconosciuto un contributo pari al 30% del prezzo di acquisto, fino a un massimo di 3mila euro. Il contributo di cui al primo periodo è pari al 40% del prezzo di acquisto, fino a un massimo di 4mila euro, nel caso venga consegnato per la rottamazione un veicolo di categoria euro O, 1, 2 o 3.

A darne la notizia è il portavoce del MoVimento 5 Stelle e capogruppo in Commissione Trasporti Emanuele Scagliusi, che su Twitter scrive: “Decreto #Rilancio: approvato mio emendamento per incentivi fino a 3000 € per l'acquisto di moto elettriche, scooter elettrici e quadricicli elettrici anche SENZA rottamazione.”

Per la conferma -o meno- degli incentivi sull'acquisto di moto e scooter elettrici non resta ora che aspettare l’ok finale del Parlamento.

Il testo dell'emendamento postato su Twitter dal portavoce del MoVimento 5 Stelle e capogruppo in Commissione Trasporti Emanuele Scagliusi

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Ultimi articoli