Mondiale Trial 2014 round 1: Bou fa cilecca ma vince lo stesso

Due giorni di gara, in Australia per la prima tappa della serie iridata "outdoor". Notiziona il sabato: Toni Bou non sale sul gradino più alto del podio! Termina comunque 2°, ma Fujinami ne approfitta. Il giorno successivo le cose tornano alla “normalità” e Bou è già leader di campionato

Pagina 1

Il mondiale trial 2014 prende il via. La prima tappa si svolge in Australia e prevede una gara di due giorni: sabato 12 e domenica 13 aprile (non è l'unico GP ad adottare questa formula, ne seguiranno altri, ma rimangono anche i classici GP da una giornata sola: cliccate qui per il calendario della stagione 2014). A differenza delle gare da un solo giorno, le gare "doppie" lo sono in tutto per tutto. I 20 punti per la vittoria sono in palio sia il sabato che la domenica, per un totale di 40, come se si trattasse di due GP diversi. In realtà, la prima posizione nella classifica "generale" del round  si basa sulla somma dei punteggi assegnati in entrambe le giornate (un po' come succede nel Motocross).

 

IL SABATO SI IMPONE FUJINAMI

Se il sabato è Takahisa Fujinami a vincere il primo match dell’anno, la domenica ristabilisce le cose: infatti il suo compagno di squadra Toni Bou conquista l’ennesima vittoria. Il pluricampione vince il GP dell’Australia svoltosi a Monte Tarrengower e, grazie al suo secondo posto di sabato, lascia l'isola da leader del Campionato del Mondo di Trial. Il suo compagno di squadra del Team Repsol Honda, Takahisa Fujinami, conclude in sesta posizione dopo l’ottima prestazione del giorno precedente.

 

TROPPO FACILE...

Dopo la bassa difficoltà del primo giorno, gli organizzatori alzano notevolmente il livello modificando metà delle 14 zone. In questa situazione, Toni Bou mostra il suo talento sulla moto e si impone con il punteggio più basso nei tre giri della giornata (ricordiamo che vince chi commette meno errori nel trial, quindi colui col punteggio più basso, a differenza di tanti altri sport come il Motomondiale, l’enduro o il Motocross dove vince chi conquista più punti). Un risultato che porta l’otto volte Campione del Mondo Trial Indoor sul gradino più alto del podio, alla sua 58esima vittoria nel Campionato del Mondo. Fujinami  subisce la pressione che deriva dalla responsabilità di essere leader dopo la vittoria del giorno precedente e incappa in alcuni errori che non gli permettono di recuperare, finendo la giornata in sesta posizione. Il pilota giapponese è secondo nella classifica generale del Campionato del Mondo. Un primo round con ottimi risultati e ricordi per entrambi i piloti Repsol Honda team (l'anno scorso Bou ha vinto il primo giorno e Fujinami il secondo).

Grande sfida per il secondo posto: 30 punti in campionato per Fujinami, Raga e Fajardo sono la dimostrazione di com’è combattuto il campionato quest’anno (almeno per quanto riguarda dalla seconda posizione in poi). Grazie ad una vittoria è stato Fujinami a finire sul secondo gradino del podio mentre Raga sale sul terzo grazie ad un secondo posto la domenica.

 

LE DICHIARAZIONI DEI PILOTI

Toni Bou: “Sono molto più felice della domenica che del sabato, naturalmente. Tutto è andato meglio. Alcune zone sono cambiate e abbiamo pensato che il percorso sarebbe stato più difficile, ma non era troppo complicato. Ho fatto solo uno sbaglio nella zona 13 durante il primo giro, ma in linea generale sono stato in grado di gestire la gara, anche se Adam (Raga, n.d.r.) stava andando molto bene e siamo stati molto vicini. Ho ottenuto punti importanti in questo Gran Premio, quindi mi ritengo soddisfatto".

 

Takahisa Fujinami: "Due giornate completamente diverse. Il percorso presentava alcune zone più difficili e ho iniziato con pessimi risultati nelle zone 2 e 3. Ero nervoso perché non riuscivo a salire sui gradini e ho pensato che avrei finito con un sacco di punti. Ho chiuso con 25 punti nel primo giro e mi auto convincevo che sarei stato in grado di recuperare, ma nulla è andato a modo mio. Essere sesto oggi e secondo assoluto non è male, quindi il risultato è buono in generale. La prossima gara è in Giappone, la gara di casa per me così come per Honda e HRC. Ci potrebbe essere più pressione, ma vorrei vincere come ho fatto l'anno scorso".

 

Il prossimo appuntamento sarà il Gran Premio del Giappone, che si terrà il 26 e 27 aprile (cliccate qui per il calendario della stagione 2014).

 

CLASSIFICA CAMPIONATO

Posizione

Nome

Punti totali

Australia Sabato

Australia Domenica

1

Toni BOU

37

17

20

2

Takahisa FUJINAMI

30

20

10

3

Adam RAGA

30

13

17

4

Jeroni FAJARDO

30

15

15

5

Albert CABESTANY

23

10

13

 

Calendario

MONDIALE TRIAL 2014

12-13 Aprile - Mt-Tarrengower (Australia)
26-27 Aprile - Motegi (Giappone)
25 Maggio - Ile Rousse (Corsica)
1 Giugno - Alagna Valsesia (Italia)
13 Luglio - Comblain-au-Pont (Belgio)
19-20 Luglio - Penrith (Gran Bretagna)
27 Luglio - La Mongie (Francia)
7 Settembre - Arnedillo (Spagna)

 

TRIAL DELLE NAZIONI
13-14 Settembre - Sant Julià (Andorra)

 

MONDIALE FEMMINILE
13 Luglio - Comblain-au-Pont (Belgio)
7 Settembre - Arnedillo (Spagna)
12 Settembre - Sant Julià (Andorra)

I video di MOTOCICLISMO

Guarda tutti i video di MOTOCICLISMO >>
© RIPRODUZIONE RISERVATA