SPECIALE SALONE EICMA 2022
Tutte le novità Casa per Casa

Rea si riscatta e vince Gara 2. Strepitosi De Angelis e Forès!

Mondiale SBK 2016, Lausitzring: classifica e risultati Gara 2 GP di Germania. Un meteo burrascoso ritarda la partenza, ma Rea è da manuale e domina la corsa. Molti "big" cadono (tra cui Sykes, Giugliano, Savadori, Lowes), De Angelis e Forès fanno una gran gara e finscono a podio. Ottimo Camier con MV Agusta, Guintoli meglio di Davies, ottimo anche Scassa che precede Sykes e Vizziello

SBK 2016, LAUSITZRING: LA CRONACA DI GARA 2 GIRO PER GIRO

Il meteo è cambiato rispetto alla gara della Supersport: la partenza è stata ritardata, ed è stata dichiarata wet (bagnata). La gara viene ridotta da 21 a 20 giri. I piloti fanno un sighting lap per vedere le condizioni della pista e vedere se la scelta delle gomme è corretta.

Hayden sullo schieramento alza la mano: la partenza è ancora rimandata. Sia lo statunitense sia Guintoli sono stati convocati dalla Race Direction, in quanto Guintoli pensa che le condizioni per correre non siano così critiche. Oltre a loro c’erano Davies e Rea.

Mentre smette di piovere, la Race Direction decide che alle 13 e 40 riapre la pit lane per un solo minuto, e la gara sarà di 16 giri. La sorte vuole che mentre i piloti scendono in pista, la pioggia torni a cadere sul tracciato del Lausitzring.

Durante il giro di ricognizione, Al Sulaiti cade e raggiunge la griglia di partenza.

Partenza: partono bene Davies e Rea, male Hayden che perde diverse posizioni. Rea riesce a portarsi in seconda posizione, alle spalle di Sykes che è al comando. Giugliano e Savadori sono 4° e 5°, seguono Torres e Camier. Nel T2 Rea sorpassa Sykes e cerca la fuga sin da subito. Giugliano sorpassa Davies e si porta in terza piazza. COLPO DI SCENA: caduta per Tom Sykes nell’ultimo settore!

1/16: Rea, Giugliano, Davies, Savadori, De Angelis, Camier, West, Torres, VD Mark e Forès in Top 10. Savadori sorpassa Davies alla prima curva, ma il gallese si rimette davanti al pilota Aprilia. Disastroso Hayden: è 18° davanti a Scassa. Nel T3 Savadori si butta davanti a Davies

2/16: De Angelis mette nel mirino Chaz Davies, nel frattempo Rea sigla il tempo di riferimento (1’59”632), solo 110 millesimi più lento Davide Giugliano. Nel T1 Reiterberger sbaglia e va dritto ad una curva. Nel T2 invece il sanmarinese del Team Ioda effettua con successo il sorpasso nei confronti di Davies: il “DeA” ora è 4°! Da tenere sotto controllo West che ha un ritmo da 3° posto

3/16: giro veloce per Giugliano: 1’59”347, che è a 6 decimi da Rea. Anche Camier riesce a sorpassare Davies, ma il gallese risponde subito, poi arrivano West e Forès che sorpassano il pilota ufficiale MV Agusta. ATTENZIONE: caduta di Davide Giugliano, che è stato lanciato dalla sua Ducati Panigale

4/16: Jonathan Rea è al comando, ma alle sue spalle ci sono le due Aprilia del Team Ioda guidate da Savadori (2°) e De Angelis (3°), che hanno 7 secondi di ritardo dal nordirlandese. Il duo Aprilia ha circa 3 secondi di vantaggio su West (4°) e Forès (5°)
 
5/16: Rea è un cannibale: 1’58”904! Forès sorpassa West per il 4° posto, mentre Camier sorpassa Davies per la sesta posizione. I primi 5 sono gli unici piloti in gara a girare al di sotto dei 2 minuti.

6/16: Giro veloce per Savadori: 1’57”777! ATTENZIONE: errore per Lorenzo Savadori, che perde l’anteriore nel T1. Anche Anthony West cade: un peccato per l’australiano che sul bagnato è sempre molto efficace. Arriva anche la caduta di Jordi Torres.

7/16: Rea, De Angelis, Forès, Camier, Davies, VD Mark, Guintoli, Brookes, Lowes e Szkopek in Top 10. Hayden ha recuperato diverse posizioni: ora è 11°. Il polacco Szkopek sta facendo un’ottima gara: nel T1 infila Alex Lowes e sorpassa la Yamaha ufficiale per ottenere la nona piazza

8/16: Rea è l’unico a girare in 1’57”, mentre Forès è 3° ma gira mezzo secondo più rapido di De Angelis che lo precede. Da segnalare Scassa 13° e Vizziello 14°

9/16: ancora giro veloce per Rea: 1’57”363, Forès ha sbagliato molto nell’ultimo giro e ha ancora quasi 4 secondi di ritardo da De Angelis in seconda piazza. Arriva anche la caduta di Markus Reiterberger, e nel frattempo Tom Sykes (che era ritornato in gara) risale in 15esima posizione. Nel T2 Guintoli sorpassa Van Der Mark. Alex Lowes cade nel T3, Hayden che lo segue va dritto, perde terreno e si ritrova 12°

10/16: Rea, De Angelis, Forès, Camier, Davies, Guintoli (che fa il giro record della gara: 1’57”202), Van Der Mark, Brookes, Szkopek e Ramos in Top 10. Scassa 11° davanti ad Hayden, Vizziello e Sykes. Abraham è ipoteticamente a punti (15°).

11/16: Rea porta a 14 secondi il vantaggio su De Angelis, che gira quasi 1 secondo e mezzo più lento di Forès che lo insegue: nonostante ciò, il sanmarinese aumenta il suo margine da 2 a 2,5 secondi. Nel frattempo finisce a terra anche Al Sulaiti.

12/16: Giro veloce per Camier (4°): 1’57”086! De Angelis riesce a mantenere a oltre 2 secondi il suo vantaggio nei confronti di Forès. Nel T1 Hayden sorpassa Scassa e ottiene l’11esima piazza.

13/16: Giro strepitoso per Forès: 1’56”386! Nel frattempo il 40enne polacco Szkopek finisce a terra: un vero peccato, dato che è stato autore di un’eccellente gara. Nel frattempo De Angelis ha 1,7 secondi di vantaggio su Forès. Arriva anche la caduta di Van Der Mark, la sua Honda è quasi distrutta ma riesce a ripartire

14/16: Rea è sempre al comando, nel frattempo De Angelis riesce a tenere il ritmo giusto per tenere a bada un ottimo Xavi Forès (3°). Nel frattempo Guintoli si fa sotto a Davies e lo sorpassa nell’ultimo settore

Ultimo giro: Rea può godersi gli oltre 12 secondi di vantaggio, mentre De Angelis riesce ad allungare ancora su Forès che probabilmente si accontenterà della terza posizione. Camier è 4° ma la sua posizione è sotto controllo, dato che Guintoli non ha abbastanza tempo per farsi sotto al pilota MV Agusta

Bandiera a scacchi: vittoria di Rea, straordinario podio per De Angelis e Xavi Forès

Rea ne approfitta alla grande, molti "outsiders" in top 10

Un tempo burrascoso ha preceduto e condizionato una Gara 2 altrettanto burrascosa. Jonathan Rea vince sul bagnato e non solo riscatta la caduta di Gara 1, ma riesce a recuperare in campionato dato che Sykes cade al primo giro. Con 8 piloti caduti (Giugliano, Savadori, West, Torres, Reiterberger, Lowes, Al Sulaiti e Schmitter), c’è un Alex De Angelis che sorprende tutti e, contro ogni previsione, chiude al secondo posto. Un risultato incredibile per il sanmarinese, che trova il suo primo podio al primo anno in WSBK. De Angelis non centrava un podio dalla Malesia 2012, quando ha vinto l’ultima gara nel Motomondiale. Un grande risultato anche per il Team Iodaracing, che riporta l’Aprilia RSV4 al parco chiuso da Losail 2015, quando Haslam e Torres vinsero l’ultimo appuntamento stagionale. A completare il podio c’è Xavi Forès: dopo un esordio in MotoGP sottotono, lo spagnolo centra il primo podio nel Mondiale Superbike. Un altrettanto ottimo Leon Camier centra il 4° posto con la MV Agusta F4 1000, e precede la Yamaha ufficiale di Sylvain Guintoli; il francese è riuscito a sorpassare un Chaz Davies non particolarmente brillante ma che comunque finisce in Top 6. Miglior risultato stagionale per Josh Brookes, l’australiano del Team Milwaukee che corre con una BMW S1000RR praticamente priva di aiuti elettronici. Degno di nota anche l’ottavo posto di Michael Van Der Mark, che taglia il traguardo con una Fireblade semidistrutta a causa di una rovinosa caduta a 2 giri dalla fine. Ottimo anche il 9° posto di Roman Ramos, che precede un Nicky Hayden in difficoltà: dopo essersi ritrovato in 18esima piazza, lo statunitense ha sfruttato anche le cadute di molti piloti per terminare in Top 10. Notevole anche l’11° posto di Luca Scassa con la Panigale R del Team VFT, che precede Tom Sykes (caduto al primo giro) e Gianluca Vizziello. A punti anche Pawel Szkopek e Karel Abraham.

MONDIALE SUPERBIKE 2016, GERMANIA: RISULTATI GARA 2

MONDIALE SUPERBIKE 2016: CLASSIFICA GENERALE

POSIZIONE PILOTA MOTO PUNTI
1 J. REA KAWASAKI 393
2 T. SYKES KAWASAKI 346
3 C. DAVIES DUCATI 295
4 M. VAN DER MARK HONDA 203
5 N. HAYDEN HONDA 195
6 D. GIUGLIANO DUCATI 194
7 J. TORRES BMW 168
8 L. CAMIER MV AGUSTA 134
9 X. FORÉS DUCATI 119
10 L. SAVADORI APRILIA 110
11 A. LOWES YAMAHA 102
12 A. DE ANGELIS APRILIA 80
13 S. GUINTOLI YAMAHA 76
14 R. RAMOS KAWASAKI 70
15 J. BROOKES BMW 69
16 M. REITERBERGER BMW 68
17 A. WEST KAWASAKI 55
18 K. ABRAHAM BMW 33
19 N. CANEPA YAMAHA 30
20 M. BAIOCCO DUCATI 12
21 L. MAHIAS KAWASAKI 9
22 L. SCASSA DUCATI 9
23 C. BEAUBIER YAMAHA 6
24 R. DE ROSA BMW 5
25 D. SCHMITTER KAWASAKI 5
26 G. VIZZIELLO KAWASAKI 3
27 P. SZKOPEK YAMAHA 3
28 M. JONES DUCATI 2
29 J. HOOK KAWASAKI 2
30 S. BARRIER KAWASAKI 2
31 S. AL SULAITI KAWASAKI 1
32 M. LUSSIANA BMW 1

I video di MOTOCICLISMO

Guarda tutti i video di MOTOCICLISMO >>
© RIPRODUZIONE RISERVATA