MXGP e MX2, Olanda: orari TV. Gajser già iridato o Tony lo fermerà?

Mondiale Motocross 2016, 16esima tappa: si corre in Olanda, sul tracciato artificiale di Assen, con tanto di paddock e box del Motomondiale. Ecco gli orari TV di Mediaset Premium ed Eurosport 2 per seguire in diretta gare imperdibili: Tony Cairoli vuole confermare la vittoria del GP di Svizzera; Gajser potrebbe aggiudicarsi il titolo MXGP; Herlings torna in MX2 per il gran finale)

Sul tracciato del Motomondiale!

Si accendono i motori ad Assen, ma non si tratta di quelli del Motomondiale, bensì quelli della serie MXGP. La carovana del Mondiale Motocross si appresta a scendere in pista sul tracciato artificiale costruito all’interno della struttura ospitante le gare di Moto3, Moto2 e MotoGP, nonché del circus della SBK. Logicamente, il layout non è il medesimo, anche se l’ultima chicane è stata “sabbiata” nei giorni scorsi per richiamare una delle curve più belle dell’intero Mondiale Velocità. Prima di approfondire il discorso per entrambe le classi, diamo un occhio agli orari televisivi, ricordandovi che al commento di Mediaset Premium Sport 2 HD ci sarà come sempre il redattore di Motociclismo FUORIstrada, Marco Gualdani.

Orari TV

Mediaset Premium Sport 2 HD (tutto in diretta)
  • 13: Gara1 MX2
  • 14: Gara1 MXGP
  • 16: Gara2 MX2
  • 17: Gara2 MXGP
 
Eurosport 2 (tutto in diretta)
  • 13: Gara1 MX2
  • 14: Gara1 MXGP
  • 16: Gara2 MX2
  • 17: Gara2 MXGP

MXGP: Gajser, il sogno può diventare realtà

Se Tim Gajser (Honda Gariboldi) mantiene un vantaggio minimo di 100 punti dagli inseguitori dopo il GP del Belgio, il titolo è matematicamente suo. Evento possibile, anzi, probabile. Perché Gajser conosce il circuito e perché Tony Cairoli (KTM Factory) non ci ha mai corso (a causa dell’infortunio dello scorso anno). Sostanzialmente, Gajser dovrebbe fare 1 punto in più di Cairoli per aggiudicarsi il Campionato con 2 round d’anticipo. Inoltre, lo stile della pista, quasi a richiamare quelle da Supercross in America, con ostacoli artificiali e panettoni che spezzettano il ritmo possono giovare al pilota della Honda. È tutto nelle sue mani. E anche se – con tutta probabilità – quello che deve accadere accadrà (qui o in America, prossima fermata della serie MXGP), la speranza di una pazzesca rimonta di Tony Cairoli - tornato alla vittoria in Svizzera - rimane viva nei cuori di tutti gli italiani appassionati di off-road. Altrimenti, tutte le speranze di vedere il tricolore al top in una classifica "mondiale" sono riposte nella formazione italiana del prossimo Motocross delle Nazioni (qui le altre squadre).

MX2: Herlings è tornato. Ma come sta?

È un grandissimo punto interrogativo, la condizione fisica di Jeffrey Herlings. Il pupillo del Team KTM Factory in MX2 torna dietro al cancelletto di partenza ad Assen, dopo aver saltato ben 3 round per un serio infortunio alla spalla (con tanto di relativa operazione) durante una corsa nazionale in Olanda. Ed è proprio dalla sua patria che The Bullet vuole ripartire: Jeremy Seewer (Suzuki Factory) & CO iniziano ad essere un po’ troppo vicini – in termini di punti – al fuoriclasse olandese. Tutto può succedere nelle ultime sei manche del Campionato. Certo, Herlings parte favorito (non solo perché lo è matematicamente, ma anche perché ha dal canto suo il fattore talento e – solo per questa gara – anche quello del pubblico), ma non è da escludere l’ipotesi di vederlo passeggiare in pista semi-dolorante dopo 10 minuti a manetta, come in occasione del Mondiale perso nel 2014 all’ultima gara.

I video di MOTOCICLISMO

Guarda tutti i video di MOTOCICLISMO >>
© RIPRODUZIONE RISERVATA