MXGP 2015, Maggiora: vince Febvre, MX2 a Gajser. Cairoli 13° ma eroico

Il francese della Yamaha e lo sloveno della Honda HRC si aggiudicano il GP d'Italia nelle rispettive categorie. Peccato per Cairoli che, dopo aver iniziato il weekend alla grande, si infortuna ad un polso. Stringe i denti e corre lo stesso, ma non può ovviamente essere al top: qualche punto lo prende, ma Nagl si allontana in campionato. In Gara 1 Philippaerts 2° e Lupino 5°

Mxgp 2015, maggiora: vince febvre, mx2 a gajser. cairoli 13° ma eroico

È andato in scena il weekend scorso il tanto atteso GP d'Italia di Motocross, ospitato nella celebre pista di Maggiora (cliccate qui per le immagini). Fine settimana non proprio fortunato, sia sotto l'aspetto del meteo (la gara della domenica è stata un inferno di fango), che per quanto riguarda la salute del beniamino degli appassionati: Cairoli è infatti caduto durante le qualifiche urtando pesantemente un polso a terra e compromettendo il risultato finale della gara della domenica. Anzi, è stato già un grande a correre, perché la sua partecipazione al GP è stata in forse fino all'ultimo. Invece in gara 1 è riuscito a fare una grande impresa, arrivando 7° in Gara 1 dopo essere stato a lungo 3°. Gara 2 l'ha corsa di fatto per il pubblico.

 

Mxgp: febvre domina un gp dai risultati inaspettati

Il francese della Yamaha è nel suo periodo d'oro e riesce a portare a casa la prima manche del GP d'Italia (aveva già vinto il GP di Francia la settimana precedente). Nonostante le numerose cadute in Gara 2 (nella quale chiude 6°), Febvre riesce a mettersi comunque davanti a Strijbos nella classifica generale (anche se per soli 3 punti), vincendo davanti al pubblico italiano. Tra i crash di Gara 2, comunque, c'è anche quello di Febvre, che fa un volo clamoroso e si ritrova col manubrio piegato e senza freno anteriore. Ma si rialza e continua (quasi) come se niente fosse! Guardate il video...

 

 

Febvre ha espresso così la sua gioia dopo la gara: "Sono contento per il mio Team perchè è il Sessantesimo Anniversario di Yamaha e corriamo in giallo. In gara due c'era un po' di sole su una collina e ho dovuto cambiare linea all'improvviso, cadendo. Ho dovuto correre senza poter usare il freno anteriore, immaginate quanto sia complicato, ma volevo vincere il GP e così ho continuato a spingere lo stesso".

Strijbos (2° nel GP con un 9° ed un 1° posto) ritorna con prepotenza in gara dopo l'infortunio al polso ed al dito, questa la sua dichiarazione: "Sono contento di essere tornato qui, con il mio dito ed il polso è tutto ok. Sono anche piuttosto contento che abbia piovuto, mi piace molto correre così".

Ottima prima manche per David Philippaerts e per Alessandro Lupino. Philippaerts suscita più di una volta l'apprezzamento del pubblico (chiude le manche 2° e 7°) e, anche se conclude la gara al 4° posto complessivo (a pari punti con Waters), viene considerato al pari di un vincitore dai fan italiani. Lupino, autore di una partenza stupefacente in Gara 1, ottiene il miglior risultato della stagione nella prima manche classificandosi al 5° posto: peccato per la seconda heat, dove una serie di cadute compromettono il risultato finale, obbligando il rider a passare sotto il traguardo penultimo (ventesima posizione).

Ottima gara di Waters, compagno di squadra di Nagl (15° in Gara 1 e 2° in Gara 2, 7° complessivo nel GP), che con la sua Husqvarna ottiene due consistenti quarti posti. Simpatica la dichiarazione che lascia a fine gara, dicendo che quando dalla pitlane gli hanno mosrato il cartello con scritto "podium position", la sua testa inizia a pensare a come poter aprire ancora di più il gas! L'australiano chiude il GP al 3° posto. Van Horeebek torna in gara dopo essersi fratturato un piede al GP del Trentino e conquista un ottimo 3° posto in Gara 1, seguito da un 9° posto in Gara 2, chiudendo complessivamente la gara al 5° posto.

 

Eroico cairoli!

Ultima, ma non meno importante (anzi...), una menzione per lo stoico Tony Cairoli: sofferente dopo la grande botta al polso rimediata durante le qualifiche (due microfratture e un grosso ematoma), il Campione siciliano non ha mai mollato, correndo ugualmente la gara pur di non perdere punti. In questa foto lo vediamo in volo con la sua KTM con la mano sinistra staccata dal manubrio: è solo un'immagine, ma chiarisce inoppugnabilmente quale fosse lo stato di salute di Tonino. Cairoli, addirittura, fa sperare in un podio in Gara 1, dopo un'ottima partenza che lo proietta al 3° posto. Il siciliano difende la posizione, ma alla fine il dolore prende il sopravvento e l'8 volte Campione del Mondo chiude 7°. Gara 2 è un calvario assoluto, che Tony decide di affrontare per il pubblico e per portare a casa comunque qualche punto: 18°, guidando letteralmente con una mano sola.

Questa la sua dichiarzione: "La prima gara è stata la più difficile della mia carriera, il tracciato era molto bucato e pieno di canali e dovevo tenermi molto forte alla moto, ma è andata comunque bene per il Campionato". Alla fine della difficilissima Gara 2 Tonino era addirittura più deluso per essere stato doppiato che (legittimamente) soddisfatto per essere riuscito a vedere il traguardo...

Tonino chiude il GP  al 13° posto, trovandosi ora con 30 punti di distacco dal leader di Campionato Nagl. Le prossime gare saranno cruciali per il pilota sicialiano, che dovrà assolutamente ottimizzare i risultati e sperare di recuperare il più in fretta possibile l'infortunio rimediato in qualifica. Magari a costo di saltare una gara, ad esempio il GP di Germania, previsto per il 21 giugno a Teutschenthal, praticamente a casa di Nagl. ma un periodo di riposo e recupero può solo far bene, perché il calendario propone poi una serie di piste europee favorevoli a Cairoli: Svezia, Lettonia, Belgio, Lombardia e Olanda, con l'eccezione della Repubblica ceca.

 

Best moments mxgp

 

Mx2: gajser regala il gp alla honda

Il vincitore della MX2 è Tim Gajser: lo sloveno (di cui abbiamo parlato anche in occasione della presentazione della nuova Honda cross 2016) ha saputo amministrare nel migliore dei modi il difficile tracciato italiano portandosi a casa il GP con un 3° ed un 2° posto.

Questa la dichiarazione del pilota: "Ho avuto alcune brutte settimane dove cadevo e non riuscivo a correre bene, ma tutto è cambiato e sono di nuovo davanti. È stato bello vincere un altro GP".

Gara dalle sorti alterne per il leader di Campionato Herlings. Il Campione olandese domina tutta la seconda heat, ma non riesce mai a trovare il giusto ritmo in Gara 1 (che chiude al 6° posto). Buona gara per Seewer (4° e 3° in prima e seconda manche), che guida molto sciolto e senza mai prendere troppi rischi, guadagnandosi il terzo gradino del podio al termine delle due gare.

Questa la sua dichiarazione: "Sono molto contento di aver ottenuto il mio secondo podio oggi, il tracciato era molto complesso e quindi la partenza è stata la chiave di tutto. Ho ottenuto due buone partenze e due ottime conclusioni di manche, quindi sono molto contento e sto già guardando al prossimo GP".

Giornata di soddisfazioni "a corrente alternata" anche per il russo Tonkov, che in sella alla sua Husqvarna FC250 domina Gara 1. Peccato per il risultato finale della gara (4° posto): un clamoroso contatto con Jonass all'inizio di Gara 2 rovina la prestazione del russo, compromettendo di fatto la possibilità di accedere al podio finale. Prima bandiera italiana in classifica quella di Samuele Bernardini, che chiude il GP all'undicesimo posto.

 

Best moments mx2

 

Mondiale mxgp 2015, gp d'italia – classifica di giornata

1. Romain Febvre (FRA, YAM), 40 punti

2. Kevin Strijbos (BEL, SUZ), 37 p.

3. Todd Waters (AUS, HUS), 36 p.

4. David Philippaerts (ITA, YAM), 36 p.

5. Jeremy Van Horebeek (BEL, YAM), 32 p.

6. Shaun Simpson (GBR, KTM), 31 p.

7. Maximilian Nagl (GER, HUS), 28 p.

8. Gautier Paulin (FRA, HON), 27 p.

9. Evgeny Bobryshev (RUS, HON), 23 p.

10. Ken de Dycker (BEL, KTM), 22 p.

 

Mondiale mxgp 2015 – classifica generale

1. Maximilian Nagl (GER, HUS), 360 punti

2. Antonio Cairoli (ITA, KTM), 330 p.

3. Romain Febvre (FRA, YAM), 322 p.

4. Clement Desalle (BEL, SUZ), 291 p.

5. Gautier Paulin (FRA, HON), 279 p.

6. Evgeny Bobryshev (RUS, HON), 270 p.

7. Shaun Simpson (GBR, KTM), 200 p.

8. Todd Waters (AUS, HUS), 174 p.

9. Jeremy Van Horebeek (BEL, YAM), 158 p.

10. Ken de Dycker (BEL, KTM), 155 p

 

Mondiale mx2 2015, gp d'italia – classifica di giornata 

1. Tim Gajser (SLO, HON), 42 punti

2. Jeffrey Herlings (NED, KTM), 40 p.

3. Jeremy Seewer (SUI, SUZ), 38 p.

4. Aleksandr Tonkov (RUS, HUS), 38 p.

5. Brent Van doninck (BEL, YAM), 30 p.

6. Max Anstie (GBR, KAW), 27 p.

7. Julien Lieber (BEL, YAM), 25 p.

8. Petar Petrov (BUL, KAW), 24 p.

9. Benoit Paturel (FRA, YAM), 22 p.

10. Brian Bogers (NED, KTM), 22 p.

 

Mondiale mx2 2015 – classifica generale

1. Jeffrey Herlings (NED, KTM), 398 punti

2. Valentin Guillod (SUI, YAM), 259 p.

3. Pauls Jonass (LAT, KTM), 259 p.

4. Aleksandr Tonkov (RUS, HUS), 256 p.

5. Tim Gajser (SLO, HON), 251 p.

6. Jordi Tixier (FRA, KAW), 251 p.

7. Jeremy Seewer (SUI, SUZ), 246 p.

8. Max Anstie (GBR, KAW), 210 p.

9. Julien Lieber (BEL, YAM), 209 p.

10. Dylan Ferrandis (FRA, KAW), 205 p.

I video di MOTOCICLISMO

Guarda tutti i video di MOTOCICLISMO >>
© RIPRODUZIONE RISERVATA